Il riso

RisottoIl riso è una pianta che viene dall’Asia e in quelle zone è coltivata da circa 7000 anni e sarebbe arrivata in Grecia grazie ad Alessandro Magno. Quel che è certo è che tra i Romani e i Greci questo alimento non ha molto successo e così è per tutto il Medioevo.
In Italia viene introdotto nell’alimentazione dagli Arabi, in Sicilia, e da lì si diffonde verso il nord Italia dove viene molto apprezzato. Sappiamo che nel 1475 Gian Galeazzo Sforza, duca di Milano, regala un sacco di riso ai duchi di Ferrara dicendo che da quel sacco potevano ricavarne 12, con una buona coltivazione.

Quel che nasce nel nord Italia, però, non è semplicemente l’uso del riso come accompagnamento, così come avviene in molti paesi del mondo. In Italia nasce e si diffonde il risotto.
Cos’è il risotto? Il risotto è un primo piatto formato da un modo particolare di cucinare il riso.
Nel risotto il riso viene all’inizio tostato nella pentola con un po’ di grasso (olio o burro) e insaporito con un condimento. Successivamente viene aggiunto del brodo a piccole dosi per essere assorbito dai chicchi di riso. L’amido del riso, in questo modo, forma una gelatina e il risultato è un piatto cremoso.

Per il risotto sono nate, in Italia, anche delle qualità di riso particolari: il Vialone e il Carnaroli.
Oggi il riso è uno dei piatti principali della cucina italiana e l’Italia è il primo produttore europeo di riso.

Arancino

Una considerazione a parte va fatta per l’arancino/arancina, che è una specialità tipica siciliana. In questo caso si tratta di una porzione di riso fatta a forma di pera, che viene impanata e fritta. Sarebbe nato già nel XII secolo, per essere facilmente trasportato.
Molto simile all’arancino è il supplì, di origine romana. In questo caso la polpetta di riso è sempre fatta con il ragù.

La cucina italiana
La cucina italiana
Glossario - Cucinare Ingredienti - Nomi Strumenti per cucinare
Glossario – Cucinare Ingredienti Strumenti





Comments are closed.