Crea sito

Noi parliamo italiano

… e tu?

  • Noi parliamo italiano!

    Noi parliamo italiano!
  • Seguici!

    Social network


    Parliamo italiano su Facebook


    Parliamo Italiano su Pinterest


  • Una moka per il mondo!

    Moka stramba

    La moka come non l'avete mai vista!

    Avanti!
  • Musica, cinema e tv

    Microfono

    Una rassegna di video e canzoni commentate...

    Avanti!
  • Annunci

Dubbi linguistici

Hai un dubbio sulla lingua? Non ricordi come si dice? Scrivi qui la tua domanda. Questo sarà utile per te e per gli altri.

Se le domande hanno urgenza o sono molto semplici, potete chiedere in chat ogni giorno dalle 22.00 circa. Vi ricordiamo che il sito è gestito da due insegnanti volontari e che è difficile rispondere in modo rapido ad ogni dubbio. Vi ringraziamo per la pazienza.

Indietro

  Indietro

  1. 1
    Vincent scrive:

    Ciao a tutti! Avrei un dubbio sulla composizione grammaticale di questa frase che mi hanno corretto “dove hanno invitato a noi” non riesco a capire perche’ sia errata.

    Risposta:
    “Invitare” è un verbo transitivo, per cui “hanno invitato noi” o, meglio, “ci hanno invitato”.

    Thumb up +1

  2. 2
    miriam scrive:

    Buongiorno! La mia professoressa di matematica ha detto per ben 2 volte: “CHIAMIASSIMO” ma non avrebbe dovuto dire “CHIAMASSIMO”?
    È corretto dire chiamiassimo? Non credo…
    grazie in anticipo

    Risposta:
    “Chiamiassimo” non esiste.

    Thumb up +2

  3. 3
    mobi scrive:

    Gentili professori,quale delle tre frasi è giusta? Oppure, se nessuna delle tre è corretta, come la si dovrebbe scrivere?
    In attesa di un vostro riscontro, ringrazio e porgo i miei più cordiali saluti e complimenti per il vostro sito.
    1)Quanto siamo realmente fallibili? Purtroppo, molto piú di quando crederemmo, e siamo vittime inconsapevoli del Genietto Maligno: il nostro cervello, e le molteplici illusioni con cui ci inganna.
    2)Quanto siamo realmente fallibili? Purtroppo, molto piú di quanto crediamo, e siamo vittime inconsapevoli del Genietto Maligno: il nostro cervello, e le molteplici illusioni con cui ci inganna.
    3)Quanto siamo realmente fallibili? Purtroppo, molto piú di quanto crederemmo, e siamo vittime inconsapevoli del Genietto Maligno: il nostro cervello, e le molteplici illusioni con cui ci inganna.

    Risposta:
    La seconda è la più corretta.

    Thumb up +1

  4. 4
    lalla scrive:

    Dovrei scrivere: ” come non potrebbe Cominciare bene la giornata quando la tua coinquilina ti porta la colazione a letto? ” ma non so se sia corretta la forma.

    Risposta:
    E’ corretta.

    Thumb up 0

  5. 5
    elisa scrive:

    e` corretto dire:XY ha i capelli o gli occhi mori.
    Io ho sempre usato frasi del tipo: e` una bella mora o e` un bel moretto, ma mai ho usato moro (in questo contesto) come aggettivo che descrive il colore degli occhi o capelli.
    Potrebbe esistere una differenza tra regione e regione?
    Grazie Elisa

    Risposta:
    Solitamente “moro” è riferito alla persona, mentre per i capelli e gli occhi si dice “neri”.

    Thumb up 0

  6. 6
    Lalla scrive:

    Si dice “non l’avessi mai detto!” O “non l’avrei mai detto!” ?

    Risposta:
    Sono corrette entrambe. La prima è utilizzata per esprimere disappunto, la seconda sorpresa.

    Thumb up +1

  7. 7
    Olga scrive:

    La frase ” Il gatto della mamma gioca con i gomitoli di lana” e’ corretta grammaticamente? La maestra di mia figlia la ritiene sbagliata

    Risposta:
    La frase è corretta, bisognerebbe sapere che cosa in particolare è stato segnalato come errore.

    Thumb up 0

  8. 8
    Stefania scrive:

    Si può dire convivette?

    Risposta:
    No, si dice “convisse” (passato remoto di convivere).

    Thumb up 0

  9. 9
    . scrive:

    “se fosse andato alla cena ora potremmo sapere se l’avrebbe incontrata” è corretta?

    Risposta:
    E’ corretta.

    Thumb up +1

  10. 10
    amalia scrive:

    buongiorno, ho un dubbio… so che si dice ringraziare qualcuno e non “a qualcuno”, ma in una dedica in rima del tipo… a te, maestra, vogliamo ringraziare, ci può stare o è sbagliato comunque?

    Risposta:
    E’ sbagliata. Si potrebbe scrivere “A te, maestra, vogliamo porgere i nostri ringraziamenti…”.

    Thumb up 0

  11. 11
    Davide scrive:

    Ho delle domande riguardo alcuni verbi che sento usare in forma transitiva anche se suonano veramente in modo orribile.
    Vorrei sapere se il verbo scendere è transitivo nel contesto ‘scendi quel libro dallo scaffale’ frase che sento spesso quando io direi ‘tira giù quel libro dallo scaffale’ o ‘prendi [giù] quel libro dallo scaffale’, la forma con scendere per me è parecchio cacofonica.
    Altra domenda: il verbo uscire può essere usato in forma transitiva, ad esempio, nella frase ‘Uscite i libri dagli zaini’, frase tipica di una mia professoressa, e che mi trafiggeva, e che tuttora continua a trafiggere, i timpani.
    Tertium quoque datum est:
    L’uso del verbo ritornare in senso transitivo, sono un informatico ed è alquanto comune una frase come: “La funzione ‘calcola’ ha tornato un NULL al chiamante” oppure sarebbe più opportuno usare il verbo restituire?

    Risposta:
    Come lei ha scritto, “scendere”, “uscire” e “tornare” sono verbi intransitivi, pertanto quelle scritte sono forme sbagliate. “Scendere” è transitivo in espressioni come “scendere le scale”.

    Thumb up 0

  12. 12
    luigi scrive:

    ti faccio fare un giro in motorino o ti faccio un giro?

    Risposta:
    “Ti faccio fare”.

    Thumb up +1

  13. 13
    a. santino scrive:

    Buongiorno!

    vorrei sapere qual’è la giusta definizione:

    si dice in giro che i social networks dovebbero mettere in relazione gli utenti….oppure:

    si dice in giro che i social networks dovessero mettere in relazione gli utenti….

    Risposta:
    Le frasi sono entrambe corrette, ma diverso è il significato. Nella prima c’è un valore prescrittivo relativo al futuro, nella seconda ci si riferisce al passato.

    Thumb up +2

  14. 14
    enzo scrive:

    è meglio dire:
    ti sarei grato se potresti donare o
    ti serei grato se potessi donare

    Risposta:
    “Ti sarei grato se potessi”.

    Thumb up +1

  15. 15
    eleonora scrive:

    alle domande come per esempio “sei alta?” o “sei intelligente?”, si può rispondere “non LA sono” perchè ci si riferisce alla persona femminile?

    Risposta:
    In questo caso il pronome non sostituisce la persona, ma “ciò” o “questo”, pertanto è maschile.

    Thumb up +2

  16. 16
    Giulietta scrive:

    Ciao a tutti!

    Ho un piccolo problema… Potreste aiutarmi? Nella frase seguente vorrei sostituire l’espressione AI VOSTRI GENITORI con il pronome indiretto:

    “Racconto tutto ai vostri genitori.”

    Secondo me dovrei scrivere: “Gli racconto tutto.”
    Se, invece, io mettessi il pronome LORO invece di GLI, cosa dovrei fare? >>> “Racconto LORO tutto.” o “Racconto tutto LORO.” ??? Grazie in anticipo!

    Risposta:
    Sono corrette tutte e tre le forme.

    Thumb up +1

  17. 17
    giusy scrive:

    è giusto scrivere:
    1) capisco che la tua autostima ha (abbia) avuto un forte scossone

    2)mi piacerebbe che tu capissi da solo che finalmente è (sia) arrivato il fatidico….
    Grazie

    Risposta:
    In questi casi, meglio l’indicativo.

    Thumb up 0

  18. 18
    Silvia scrive:

    Buongiorno vorrei sapere se si dice:
    Tu non me la racconti giusta..
    oppure

    Tu non me la conti giusta
    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme, la seconda è più letteraria.

    Thumb up +1

  19. 19
    rupert scrive:

    Ciao,
    E’ giusto “rifletta” o “riflette” nella frase seguente?
    Grazie.

    Insomma, che sara’ culturalmente appropriato per il target e che non rifletta negativamente sull’autore in alcun modo.

    Risposta:
    Sono corretti entrambi, dipende se si intende dare un valore di incertezza o meno.

    Thumb up +1

  20. 20
    loredana scrive:

    perche’ la parola “dio” al singolare ha come articolo “il” ed al plurale ha l’articolo “gli” (gli dei), anziche’ “i dei”?
    grazie.

    Risposta:
    Secondo Serianni, sarebbe un riflesso della forma “Iddio” e del relativo plurale “gli iddei”.

    Thumb up +1

  21. 21
    rosalba scrive:

    “Non dimentichi di obliterare”…il verbo è al congiuntivo o all’imperativo?e perchè? Si tratta di un’esortazione, di un comando velato o giusto una forma di cortesia?

    Risposta:
    Essendo la terza persona (forma di cortesia) è un congiuntivo esortativo che svolge anche la funzione di imperativo.

    Thumb up 0

  22. 22
    Gabriele scrive:

    É corretto dire vado a giro oppure vado in giro?

    Risposta:
    “Vado in giro”.

    Thumb up 0

  23. 23
    laura scrive:

    è corretto dire “spero che si tranquillizzi e si rassereni presto”?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  24. 24
    mary scrive:

    Buongiorno, sono stata corretta per una frase pronunciata: ” cosa fai? avvicini la macchina per caricarla? ”
    “Mi avvicino con la con la macchina”
    “Ti avvicini?”
    Il verbo avvicinare è corretto in questi contesti?
    Grazie.
    cordiali saluti

    Risposta:
    Esiste tanto il verbo “avvicinare” quanto il verbo “avvicinarsi”.

    Thumb up 0

  25. 25
    Kajsa scrive:

    Buongiorno, grazie per la pronta risposta ieri. Adesso ho un’altra domanda.
    Non sono riuscita a trovare una spiegazione nella mia grammatica perchè si usa il verbo ausiliare avere nella seguente frase: “lui non ha mai mancato alla sua parola.” A me suona meglio: “non è mai mancato- – - .
    Grazie

    Risposta:
    Il verbo “mancare” ha due ausiliari. Nel senso di “venir meno” (come in questo caso) richiede “avere”, invece nel senso di “non esserci” o “essere privo” richiede “essere”.

    Thumb up 0

  26. 26
    Roberta scrive:

    Si scrive: mi hai o m’hai?
    Si è o s’è?
    Mi è o m’è?

    Oppure sono corrette entrambe le scelte?
    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme.

    Thumb up 0

  27. 27
    Kajsa scrive:

    Sono stata corretta quando ho scritto:
    “- – - -per poter comprarli ad un prezzo ridotto.”
    Secondo un mio amico italiano bisogna mettere il pronome atono dopo potere, cioè poterli. Io ho l’impressione che siano corretti tutti i due modi ma dato che l’italiano non è la mia lingua madre non posso mai essere sicura.
    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme.

    Thumb up +2

  28. 28
    exium scrive:

    É più corretto dire: io ed i miei amici o i miei amici ed io???

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme.

    Thumb up +1

  29. 29
    Andre scrive:

    È corretto
    Non c’entra niente
    Oppure
    Non centra niente?

    Risposta:
    La prima viene da “entrarci” (essere coinvolto), la seconda viene da “centrare” (fare centro).

    Thumb up +5

  30. 30
    Mariella scrive:

    Avremmo cantato vittoria quando avessimo vinto: è un periodo grammaticalmente e sintatticamente corretto? Grata.

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  31. 31
    Elena scrive:

    È corretto dire sono i dolci ciò che ci FA stare bene? O sono i dolci ciò che ci FANNO stare bene?

    Risposta:
    La prima forma è corretta, perché “che” si riferisce a “ciò”.

    Thumb up 0

  32. 32
    Franco scrive:

    Vorrei che mi venisse chiarito questo dubbio:
    1 -immobile locato banca che hanno sceso di prezzo
    2 – immobile locato banca che sono scesi di prezzo.
    Nel chiedo venia per il disturbo, ringrazio.
    Cordialità

    Risposta:
    Nessuna delle due frasi è corretta ed è difficile capire, così come sono scritte, quale senso si voglia dare.

    Thumb up 0

  33. 33
    met scrive:

    Salve davvero carina come idea!
    Volevo sapere se era corretto scrivere questa frase senza apostrofo: hai scritto senza la h!

    grazie!

    Risposta:
    Sì, è corretta.

    Thumb up +7

  34. 34
    vito scrive:

    rivolgendosi a una donna, è corretto dire:
    ciao, non ti avevo riconosciuta

    come si dice:
    la metti a cuocere *al/nel/in forno

    grazie.

    Risposta:
    La prima frase è corretta.
    “Al forno” indica la ricetta, “nel forno” significa in quello che conosciamo o vediamo, “in forno” indica un forno generico.

    Thumb up 0

  35. 35
    Vincenzo S. scrive:

    Nè ma , ne però.
    Salve. Che ne pensate della mania anglofona del “non solo (soltanto, solamente)…ma anche” e del “solo che”. A qualsiasi livello di educazione compresi quindi i linguisti (siti web del tipo “Non solo lessico” ) é tutto un impazzare di frasi impostate sugli avverbi solo, soltanto, solamente. Preciso che sono un normale parlante italiano e non un esperto; ma questo tic linguistico sembra ormai alla stregua degli attimino e degli assolutamente. Ci sono “contaminazioni” anche sulle persone che si esprimono prevalentemente in dialetto (come da me in Sardegna) copiando l’uso italiano, a sua volta impostato sull’inglese, e quindi dicono “solu ca” (solo che) al posto dei semplici ma e però. Va bene l’evoluzione della lingua ma qui stiamo semplificando brutalmente.
    Finiremo per parlare tutti come nei film americani. Si potrebbe scrivere una sceneggiatura con poche frasi e parole: “é solo che”, “non solo…ma”, speciale, “non sei tu”, stronzata, “è il mio lavoro”, nulla di personale, “abbiamo un problema, “hey, wow, ok…e poco altro.
    Grazie per l’attenzione.

    Risposta:
    Il “non solo.. ma anche” non è un anglicismo, anzi fa parte della lingua italiana se è vero che la nostra radice più profonda è il latino, dove abbondano i “non solum (o equivalenti)… sed etiam”. Quanto agli avverbi, in genere la ricchezza e varietà dell’italiano sta proprio nel loro uso, che spesso mette in difficoltà chi tra gli stranieri all’inizio non ne coglie le molteplici sfumature: certo, questo non significa che tutti li usino variando, ma riscoprirli non sarebbe male.

    Thumb up +3

  36. 36
    vito scrive:

    Salve, vorrei sapere se la frase seguente:
    “per chiarire cosa sia la pedagogia scientifica ci riferiremo al quadro epistemologico del’900″

    si può anche dire:
    “per chiarire cosa sia la pedagogia scientifica (occorre riferirsi) al quadro epistemologico del ’900″

    grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  37. 37
    Patty scrive:

    Ciao, avrei una domanda per quanto riguarda i tempi progressivi. Si puo dire: “mi sto sposando” oppure “sto uscendo” sono giuste?
    Grazie mille

    Risposta:
    Bisogna conoscere il contesto, ma sono espressioni corrette.

    Thumb up 0

  38. 38
    Reb scrive:

    Mia madre che si mette a cantare l’inno d’Italia mentre mia sorella ” l’ho suona ” con il violino..
    E’ corretto “l’ho suona”?

    Risposta:
    No, la forma corretta è “lo suona”.

    Thumb up 0

  39. 39
    Monica scrive:

    È corretto dire: ” sarebbe meglio che voi trovaste una soluzione” riferito ad una situazione futura?
    Grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  40. 40
    Ornella scrive:

    È possibile dire ” mi passi gentilmente l’acqua ?”

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +2

  41. 41
    Luca scrive:

    Buongiorno.
    è corretto dire:

    Siamo partiti perdenti,ma siamo tornati vincitori.

    Qualcuno mi ha corretto così:
    Siamo partiti perdenti,ma siamo tornati vincenti.

    Risposta:
    La prima frase è corretta.

    Thumb up 0

  42. 42
    Michele scrive:

    Salve.La mia domanda nasce dalla lettura di uno dei miei romanzi preferiti:Viaggio al termine della notte. ”Ci saremmo tutti passati,il colonnello come gli altri,anche se sembrava un gran volpone,e la sua carnaccia non avrebbe fatto più arrosto della mia quando la corrente di fronte gli fosse passata tra le due spalle” .Non è scorretto ”quando gli fosse”?.La forma corretta non è ”quando gli sarebbe”?.Grazie

    Risposta:
    La forma con “quando gli fosse” è simile al periodo ipotetico (se proviamo a sostituire il “quando” con il “se”): significa che l’evento potrebbe anche non verificarsi. Invece con “sarebbe” sappiamo che si verificherà.

    Thumb up +1

  43. 43
    lulu scrive:

    è corretto dire “mi bollono i piedi”?
    grazie

    Risposta
    Sì.

    Thumb up +2

  44. 44
    Santino scrive:

    Buonasera, vorrei chiedere se è corretto dire:
    qualcuno spieghi alla signora accanto a me che a suo figlio,per il brutto voto in italiano,deve fare una lunga RAMANZINA,e non una ROMANZINA
    Oppure
    qualcuno spiegasse alla signora accanto a me che a suo figlio,per il brutto voto in italiano,deve fare una lunga RAMANZINA,e non una ROMANZINA.

    Grazie

    Risposta
    E’ corretta la prima.

    Thumb up +3

  45. 45
    Rosa scrive:

    qual’e la frase corretta? Non ho tempo o non ho di tempo?

    Risposta:
    “Non ho tempo”.

    Thumb up +1

  46. 46
    PIER LUIGI scrive:

    Chiedo quale frase è corretta:
    Vi sarei grato se mi poteste indicare una …..
    oppure
    Vi sarei grato se mi potreste indicare una …..
    Grazie

    Risposta:
    E’ corretta la prima frase.

    Thumb up +2

  47. 47
    PIER LUIGI scrive:

    Vi chiedo cortesemente se è corretta la frase seguente:
    Vi sarei grato se mi poteste indicare una …….
    oppure
    Vi sarei grato se mi potreste indicare una …….
    Grazie per la risposta.

    Risposta:
    E’ corretta la prima.

    Thumb up 0

  48. 48
    ornella92 scrive:

    Buongiorno gentili professori, ho un dubbio che le varie ricerche effettuate non hanno risolto. Per quanto riguarda la frase “sarei dovuta uscire”, il femminile è corretto o va utilizzato il maschile? Grazie

    Risposta:
    Se il soggetto è femminile, è corretta al femminile anche la forma verbale.

    Thumb up +1

  49. 49
    giuseppe scrive:

    Buonasera ho un dubbio sulla coniugazione di un verbo, ho scritto: “ci vediamo domani nel caso che io ci sia” ho scritto correttamente? grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  50. 50
    ALFREDO scrive:

    salve gentile signore e signori oggi in ufficio si é avuto un dubbio relativo all’esatezza della frase grammaticale e verbale della seguente frase: vorrei sapere se avesse bisogno di personale.

    Risposta:
    La forma corretta è “se aveste”.

    Thumb up 0

  51. 51
    Maria Callegari scrive:

    SI DICE DOVE SIAMO OPPURE DOVE STIAMO
    ES. SIAMO A ROMA
    STIAMO A ROMA

    Risposta:
    “Siamo a Roma” nel senso di “ci troviamo a Roma”.
    “Stiamo a Roma” nel senso di “non ci muoviamo da Roma, restiamo qui”.

    Thumb up 0

  52. 52
    Sergio scrive:

    Buongiorno
    Si dice: “ora che ti avrei portato all’ospedale saresti morta” o “ora che ti avessi portato all’ospedale saresti morta”
    Grazie
    Sergio

    Risposta:
    La frase corretta è “Se non ti avessi portato all’ospedale saresti morta”.

    Thumb up 0

  53. 53
    Giada scrive:

    E’ corretto dire “mi sono preso una coca cola”? “mi sono preso” non potrebbe significare “prendere se stessi”?

    Risposta:
    Il “mi” in questo caso è un pronome affettivo (o etico, come lo chiamano alcuni manuali), non riflessivo.

    Thumb up 0

  54. 54
    Mariavar scrive:

    Leggendo un libro di grammatica ho letto una storia dove c’era scritto ” APPENA MASTRO CILIEGIA EBBE VISTO QUEL PEZZO DI LEGNO ” é corretto dire EBBE VISTO ? Grazie

    Risposta:
    Sì, è un trapassato remoto, successivamente si utilizza un passato remoto.

    Thumb up 0

  55. 55
    Franca scrive:

    Buonasera e grazie per l’eventuale risposta che vorrere darmi.
    E’ corretto dire: i funerali hanno avuto luogo nella chiesa di….
    O sarebbe giusto dire: i funerali si sono svolti nella chiesa di…

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le frasi, ma la prima è “burocratese”.

    Thumb up 0

  56. 56
    guido scrive:

    Qual’è la scrittura corretta tra: dello hotel e dell’hotel ? Grazie

    Risposta:
    “Dell’hotel”.

    Thumb up 0

  57. 57
    Michele Berciante scrive:

    Molti vi chiedono consulto dicendo: “vi chiedo gentilmente se…”. E’ una forma diffusissima ma a mio giudizio sbagliata perché si vorrebbe riferire la gentilezza alla disponibilità a dare una risposta, ma di fatto la si attribuisce, come aspetto qualitativo, alla domanda; ovvero si vorrebbe chiedere di essere gentili nel dare una risposta, e in realtà si dice che si chiede in modo gentile.

    Risposta:
    Sono forme cristallizzate che hanno perso il loro significato letterale, quindi non sono scorrette.

    Thumb up 0

  58. 58
    Nancy scrive:

    E ‘ giusto dire mi sono presa a letto o ti sei presa a letto??
    Grazie

    Risposta:
    E’ un’espressione che non ha significato.

    Thumb up 0

  59. 59
    Valentina scrive:

    Salve vorrei sapere se questa frase è corretta:
    Sabato l’ho fatta sistemare da un tecnico.
    Grazie per il servizio che offrite!

    Risposta:
    Sì, è corretta.

    Thumb up 0

  60. 60
    tiziana scrive:

    buongiorno, avrei due dubbi linguistici e vi sarei grata per la risposta.
    Il primo è : “Se ne avessi voglia, domani andremo al parco”. E’ corretto usate il congiuntivo “avessi” al posto del futuro “avrai”?
    Il secondo è:
    “Ieri avevo sonno ed ero andata a letto presto”, anziché “…e sono andata a letto presto”. Se è corretto,perché?

    Grazie!

    Risposta:
    Nella prima frase è corretto “avrai”.
    Nella seconda frase è corretto “…e sono andata”. Infatti il trapassato prossimo indica un’azione anteriore.

    Thumb up 0

  61. 61
    LELLA scrive:

    Raccolse intorno a se’ un gruppo di discepoli…in questo caso devo accentare o intendendo se stesso, quale è la giusta regola?

    Risposta:
    “Sé” va accentato se si trova solo. “Se stesso/a/i/e” non si accenta.

    Thumb up 0

  62. 62
    cristina scrive:

    Ciao a tutti…ho un dubbio si puo dire : io andrei in bagno ?

    Risposta:
    Sì, esprime un desiderio.

    Thumb up 0

  63. 63
    LELLA scrive:

    Si può usare in verbo condurre in questo modo: “Conducici tutti fuori”. Nella coniugazione nn c’è un imperativo del genere forse sarebbe più corretto dire “conduci noi” o forse “…di condurci fuori”

    Risposta:
    L’espressione è corretta.

    Thumb up 0

  64. 64
    Fedra scrive:

    è corretto dire mentre si sta spiegando a qualcuno delle cose giuste da fare
    “…bisogna fare DI questo…” ?
    usando cioè la preposizione di?

    Risposta:
    No.

    Thumb up 0

  65. 65
    Giuseppe scrive:

    Buonasera,
    volevo sapere se è corretto scrivere:
    “la bicicletta me l’ha regalata mio zio, perchè a lui non gli andava bene”….o meglio: ” la bicicletta me l’ha regalata mio zio, perchè non le andava bene!…???
    Grazie anticipatamente.

    Risposta:
    La frase corretta è “La bicicletta me l’ha regalata mio zio perché a lui non andava bene”.

    Thumb up +1

  66. 66
    Simone scrive:

    Salve, volevo chiedervi, è corretto dire “vado a Salza” dove Salza in questo caso è il nome del bar dove vorrei andare ?

    Grazie

    Risposta:
    “Vado al Salza”.

    Thumb up +1

  67. 67
    Valentino scrive:

    Vorrei sapere perché la parola “famiglia” contiene “gl”, invece “familiare” non necessita. Qual è la differenza?

    Risposta:
    Esiste anche “famigliare”. La ragione è che “famiglia” viene dal latino “familia”. Secondo alcuni sarebbe bene distinguere tra “famigliare” nel senso “della famiglia” e “familiare” nel senso di “noto, conosciuto”.

    Thumb up +1

  68. 68
    lol scrive:

    Si può dire “che prezzo ha?” o è più corretto “quanto costa?”?
    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le espressioni.

    Thumb up 0

  69. 69
    Filomena scrive:

    Sento usare, spesso, soprattutto nel nord italia, frasi del tipo: Ho parlato con la Giovanna, Ho chiamato la Pina. E’ corretto nella lingua italiana oppure la frase corretta è: Ho chiamato la signra Pina

    Risposta:
    E’ un errore molto diffuso nell’Italia settentrionale.

    Thumb up 0

  70. 70
    Diego scrive:

    Salve! Forse il mio dubbio non è linguistico ma geografico. Vorrei gentilmente sapere se quando si parla del Milanese, del Napoletano, del Catanese,ecc…(non riferito a persona) si sta parlando di Milano, Napoli, Catania,ecc…oppure di queste città e dintorni. Grazie. Diego.

    Risposta:
    Si parla anche dei dintorni (generalmente la provincia).

    Thumb up +1

  71. 71
    antonio scrive:

    Buongiorno.

    E’ piu’ corretto dire “vorrei che il Governo facesse”, oppure ” vorrei che il Governo faccia”?

    Grazie.

    Risposta:
    E’ corretta la prima versione.

    Thumb up 0

  72. 72
    elena scrive:

    CHI non è sempre singolare. Come spiegare altrimenti l’esempio che segue:

    “Chi sono (loro)?” – “Sono Bianca e Gemma.”

    Risposta:
    Se non si conosce il soggetto (e quindi è generico), è singolare; se il soggetto è noto, è singolare o plurale a seconda dei casi.

    Thumb up 0

  73. 73
    monica scrive:

    Buona sera,
    Chiedevo gentilmente se è corretto dire:
    Penso tu sappia la mia età
    grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  74. 74
    enrybon scrive:

    fa la cosa giusta o fa’ la cosa giusta, quale forma è più corretta? grazie enrico

    Risposta:
    “Fa’” con l’apostrofo, se è imperativo. “Fa” senza apostrofo, se è indicativo.

    Thumb up +1

  75. 75
    Massimina scrive:

    Si può scrivere: “Al 20 novembre la scuola ha organizzato …” o si deve usare sempre la forma: “Il 20 novembre la scuola ha organizzato …”?

    Grazie per l’attenzione e cordiali saluti.
    Massimina

    Risposta:
    E’ corretto “il 20 novembre”.

    Thumb up 0

  76. 76
    ilaria scrive:

    Vorrei sapere se è corretta la frase “lo ha portato ha scrivere…” ci vuole la h ??

    Risposta:
    No.

    Thumb up 0

  77. 77
    Lin scrive:

    “Stammi bene!” si può usare con gli amici ragazzi o ragazze?
    Perchè “mi”?
    Voleva dire che stai bene per me ?

    Grazie.

    Risposta:
    Quel “mi” (dativo etico) esprime la partecipazione e il coinvolgimento emotivo di chi parla.

    Thumb up 0

  78. 78
    marya scrive:

    Io ho un dubbio vorrei sapere se si dice me l’ho fatto io oppure me lo sono fatta io??

    Risposta:
    “Me lo sono fatto io”.

    Thumb up 0

  79. 79
    rko scrive:

    potete dirmi il significato di questa frase – “in concorso con ignoti”

    la Procura generale impugnò la sentenza proprio nella dicitura “in concorso con ignoti”

    grazie

    Risposta:
    Significa: “con la complicità di persone di cui al momento non si conoscono le identità”.

    Thumb up 0

  80. 80
    Simo scrive:

    una mia amica ha scritto la frase:
    “spero che domani ci starai a fare due chiacchiere con me”
    per me al posto di starai doveva esserci sarai… cioè verbo essere e non stare… stare per me è dialettale…
    chi ha ragione delle due????

    Risposta:
    In questo caso la differenza è tra “esserci” (essere presente) e “starci” (essere d’accordo): pertanto sono corrette entrambe le frasi, dipende dal significato che si vuole dare.

    Thumb up 0

  81. 81
    Fausto scrive:

    “La stessa UE propose.. di disciplinare le aree entro le quali i legislatori nazionali (quale verbo AVERE?…possano avere?) il potere di entrare con la loro normativa.” grazie

    Risposta:
    “Potessero avere”.

    Thumb up 0

  82. 82
    stephani scrive:

    Salve,

    vorrei sapere se questa frase e giusta nel passaggio dal d.d. al discorso indiretto anche in lingua scritta.

    Disse: “A noi non serve la macchina il prossimo fine settimana; se vuoi, puoi usarla tu”.
    Disse che a loro non serviva…se volevo,potevo usarla…

    Io direi: se avessi voluto, l’avrei usata…

    Risposta:
    La forma “se volevo, potevo usarla” è scorretta, anche se diffusa nella lingua parlata. La forma “se avessi voluto l’avrei potuta usare” è corretta.

    La rigrazio per la risposta

    Stephani

    Thumb up 0

  83. 83
    graziella scrive:

    gentilissimi prof. volevo delucitazioni circa l’uso della particella “ci” e il pronome “loro” in una stessa frase. E’ corretto dire:
    i bambini, la dirigente scolastica, le insegnanti, sono lieti di accendere le luci di questo Natale nel cuore di chi ci sta intorno.

    oppure occorre necessariamente dire:
    …..nel cuore di chi sta loro intorno.

    si può dire in entrambi i casi o nel primo caso è sbagliatissimo?

    Risposta:
    Nel primo caso il “ci” non si riferisce ai soggetti (bambini, insegnanti ecc.), ma a un “noi generico”. Invece “loro” si riferisce a tali soggetti.

    Thumb up 0

  84. 84
    Dario scrive:

    Si deve dire “Meno male che fossero state omologate” o “Meno male che erano omologate”?
    Grazie

    Risposta:
    La seconda forma è corretta.

    Thumb up 0

  85. 85
    Gerardo scrive:

    Buongiorno,

    Come si dice:
    1) la merce sarà o verrà spedita.
    2) i trasgressori saranno o verranno multati.

    Grazie mille!!

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme.

    Thumb up 0

  86. 86
    Santi scrive:

    Desidero chiedere se nella seguente frase il verbo dare, alla terza persona singolare, prevede l’accento sulla a.

    Esempio:

    Il suo garage dà sulla strada.

    Va bene così?

    Grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  87. 87
    risky81 scrive:

    Ecco il mio dubbio: è corretto dire “che giorno siamo oggi”?

    Vi ringrazio in anticipo.

    risky

    Risposta:
    La forma corretta è “che giorno è oggi?”.

    Thumb up 0

  88. 88
    Ory scrive:

    Salve! Mi servirebbe sapere urgentemente quale di queste due forme è corretta:
    “È grazie a te che ho scoperto cosa sia la felicità vera” o
    “È grazie a te che ho scoperto cosa fosse la felicità vera” ?
    Grazie in anticipo!

    Risposta:
    La prima forma è corretta.

    Thumb up 0

  89. 89
    Davide scrive:

    Salve è più corretto dire “non lo volevo dire” oppure “non l’ho volevo dire”.

    Risposta:
    “Non lo volevo dire”.

    Thumb up 0

  90. 90
    Davide scrive:

    Salve ho un dubbio si scrive “Te lo fatta” oppure Te l’ho fatta”? Grazie per la vostra risposta.

    Risposta:
    “Te l’ho fatta”.

    Thumb up 0

  91. 91
    Maia scrive:

    Ciao.
    Non sapevo se anche Eduard sentisse ciò che sentivo io.

    sapevo, sentisse e sentivo sono corretti?

    Grazie del vostro aiuto

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  92. 92
    Roberta scrive:

    Buon giorno! Il mio dubbio riguarda il modo di scrivere la data in italiano: il nome del mese viene scritto con l’iniziale minuscola o maiuscola? In TV e su Internet ho trovato la data scritta con l’iniziale maiuscola (forse per l’influenza della lingua inglese).

    Risposta:
    I mesi si scrivono con l’iniziale minuscola.

    Thumb up 0

  93. 93
    davide scrive:

    Salve,
    mi e’ capitato di leggere la frase: Chi hanno voluto la riforma? Non mi sembra corretta ma non ho trovato da nessuna parte una regola riguardante l’interrogativo Chi? Potreste aiutarmi?
    Grazie,
    Davide

    Risposta:
    E’ sbagliata perché “chi” è singolare.

    Thumb up +19

  94. 94
    Baloon scrive:

    La mia professoressa di Matematica, usa sempre dire,scherzosamente, “Volevo vedere se eravate attenti” quando gli studenti trovano un suo errore alla lavagna. La frase è corretta? O sarebbe meglio che lei dicesse “Volevo vedere se foste attenti”?
    Grazie.

    Risposta:
    La seconda frase, con il congiuntivo, è la forma corretta, anche se la prima è molto diffusa.

    Thumb up 0

  95. 95
    saverio scrive:

    E’corretto, dire: “Era stato, a volte, punito per le sue marachelle.”?
    E,ancora: “Costui veniva, a volte, citato come emblema di saggezza.”?
    In poche parole: si possono staccare le due parti che compongono la forma verbale al passivo?

    Risposta:
    Sì, con un avverbio è possibile.

    Thumb up 0

  96. 96
    denise scrive:

    Si può dire “lo fai male”?

    Risposta:
    Sì, se ci si riferisce a qualcosa che qualcuno svolge male.

    Thumb up +1

  97. 97
    Mark scrive:

    Si può scrivere “NON SI HANNO AVUTO LORO NOTIZIE”?

    Risposta:
    Si dice “non si sono avute”.

    Thumb up 0

  98. 98
    Pachino scrive:

    Quale tra la frase:

    “Stendo la mano a Tizio per far pace”

    e la frase:

    “Tendo la mano a Tizio per far pace”

    è quella corretta?

    Risposta:
    La seconda è corretta.

    Thumb up 0

  99. 99
    mary scrive:

    si dice :si è chiesta la collaborazione oppure si chiesto la collaborazione

    Risposta:
    “Si è chiesta la collaborazione”.

    Thumb up 0

  100. 100
    Wadi scrive:

    Bravo con una Grande “B” per questo sito, è corretto dire: è del mio dovere di impararti le cose della vità.

    Risposta:
    La frase corretta è: “E’ mio dovere insegnarti le cose della vita”.

    Thumb up 0

  101. 101
    Cinzia scrive:

    si dice che ora è o che ore sono?

    Risposta:
    “Che ore sono”.

    Thumb up 0

  102. 102
    Cinzia scrive:

    E’ corretta questa coniugazione del verbo affiggere?:
    io affiggo, tu affiggi ,egli affigge, noi affiggiamo, voi affiggete, essi affiggono

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  103. 103
    Lorena scrive:

    Si dice “ci sono un sacco di italiani” oppure “c’è un sacco di italiani”?

    Grazie mille!

    Risposta:
    “Ci sono”, perché qui “un sacco” non è usato nel senso letterale ma con il significato di “molti”.

    Thumb up +23

  104. 104
    Girolamo Piervitali scrive:

    Buon giorno,
    leggo: “non si sa esattamente quanti abitanti avesse Roma all’epoca…”
    È corretta questa frase? Non si dovrebbe dire:
    “… quanti abitanti abbia avuto…”?
    Grazie.

    G. Piervitali
    Madrid

    Risposta:
    E’ corretto “avesse”, è un imperfetto perché è una descrizione e non un evento.

    Thumb up +5

  105. 105
    saverio scrive:

    Buona sera, e grazie per la vostra risposta.
    Premetto che aiutavo un mio nipote (1a media) a tradurre dal latino. La frase, tradotta in italiano, suonava così: “Cesare rimase a Roma fino a quando non seppe che i Galli erano in rivolta.”
    La madre del ragazzo, che intanto sfaccendava, rivolgendosi al figlio, ha detto: “Non lo mettere il “non”!
    Qual è la forma corretta?
    Ancora grazie!

    Risposta:
    E’ corretta la frase con il “non”: in questo modo significa che solo quando ebbe quella notizia si mosse da Roma. Senza il “non”, la frase avrebbe significato contrario. In ogni caso il dizionario latino-italiano dovrebbe indicare la traduzione esatta della congiunzione in questione.

    Thumb up +4

  106. 106
    wadi scrive:

    Un sito eccezionale, non sono di madre lingua italiana, e percio’ ho tanti dubbi. Qual è la cogniugazione giusta nella frase seguente: “chi ascolta queste canzoni ora ma non ha vissuto quegli anni non può sentire le sensazione e le atmosfere che si respiravano (o: si respirassero) in quegli anni e che le canzoni trasmettevano (o: trasmettessero)”.

    Risposta:
    Sono corrette le forme verbali all’indicativo.

    Thumb up +7

  107. 107
    Elisa scrive:

    Vorrei avere delucidazioni riguardo la seguente frase: ” potrete in un ambiente sereno e divertente scoprire delle capacità che non avete mai pensato di possedere” . Il verbo AVETE va sostituito AVRESTE? Inoltre SE STESSI, la forma del “se” è errata? Grazie!!

    Risposta:
    Sono corretti sia “avete” sia “avreste”: la seconda forma sposta il discorso sul piano dell’ipotesi.
    “Se stessi” è corretto.

    Thumb up +1

  108. 108
    Matilde scrive:

    È giusto dire: “non abbiamo spiegato cos’è?”

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +4

  109. 109
    Silvia scrive:

    Vorrei sapere quale di queste due frasi è corretta:
    niente e nessuno mi farà cambiare idea
    niente e nessuno mi faranno cambiare idea

    grazie

    Risposta:
    La prima è corretta.

    Thumb up +5

  110. 110
    Sergio scrive:

    Buongiorno, è corretto scrivere:
    1)sarà il direttore a valutare se fosse stato meglio fare in quel modo oppure in altro modo
    2)sarà il direttore a valutare se sarebbe stato meglio fare in quel modo oppure in altro modo

    Risposta:
    La prima è errata (meglio: “se sia stato meglio”). La seconda è possibile. Naturalmente cambiano di significato a seconda della scelta del verbo.

    Thumb up +1

  111. 111
    chiara scrive:

    Quando si scrive l’ho e quando lo?

    Risposta:
    “L’ho” significa “lo ho”, cioè pronome e verbo avere (es.: “ho comprato un gelato e l’ho mangiato subito”); “lo” è solo pronome oppure articolo (es.: “compro il gelato e lo mangio subito”, oppure: “lo spettacolo è finito”).

    Thumb up +7

  112. 112
    esteban scrive:

    salve, scusate e’ piu’ corretto dire non ricordo se avessi sbagliato o non ricordo se avevo sbagliato? grazie

    Risposta:
    Sono scorrette entrambe le forme. Al presente indicativo, si associa in genere il passato prossimo: “Non ricordo se ho sbagliato”. Ma bisognerebbe avere il contesto dell’espressione per poter rispondere con maggiore precisione.

    Thumb up +5

  113. 113
    nausica scrive:

    quale forma è corretta?
    “l’emissione ed il ritiro della fattura devono avvenire contestualmente al pagamento”
    oppure
    “l’emissione ed il ritiro della fattura deve avvenire contestualmente al pagamento”

    grazie

    Risposta:
    La prima frase è corretta.

    Thumb up +3

  114. 114
    Maia scrive:

    Sito utilissimo.

    Vorrei sapere: E’ più corretto scrivere:

    Ero certo che fosse il più falso che la mia bocca avesse mai creato.
    oppure
    Ero certo che fosse il più falso che la mia bocca aveva mai creato.
    Grazie

    Risposta:
    “Ero certo che fosse la cosa più falsa che la mia bocca avesse mai prodotto”.

    Thumb up +5

  115. 115
    Gianni scrive:

    Si può dire:
    “è andato mangiato”

    Risposta:
    Per esprimere il senso di “dovere”, con il verbo “andare” è possibile ricorrere solo ai tempi semplici e non composti (es.: “va mangiato”, “andava mangiato”).

    Thumb up +3

  116. 116
    malcom scrive:

    chiacchierando con un amico si citava l’espressione “non è vero ma ci credo” di de filippo, lui dice che è un errore e si dovrebbe scrivere “non è vero perciò ci credo”. qual è la forma corretta?

    Risposta:
    Il titolo della commedia di De Filippo è “Non è vero… ma ci credo”.

    Thumb up +1

  117. 117
    Bruno scrive:

    Si dice “prendo il primo ascensore” o “prendo la prima ascensore?”. Grazie

    Risposta:
    “Ascensore” è maschile.

    Thumb up 0

  118. 118
    Viola scrive:

    Ho sempre detto “Tizio si è suicidato”, ma poi mi è capitato di leggere su internet “Tizio è stato suicidato”, è corretta anche quest’ultima versione? Mi verrebbe proprio da dire di no. grazie

    Risposta:
    La forma corretta è la prima. La seconda è un modo giornalistico per indicare che vi sono dei dubbi sul suicidio e si sottolinea così che sembra tale, ma in realtà vi è il sospetto che sia un omicidio o che il suicidio sia stato fortemente indotto da terzi.

    Thumb up +2

  119. 119
    Vincenzo scrive:

    Gent.mi Professori, avrei un quesito da sottoporvi riguradante l’uso della virgola.
    A me sembra corretta questa versione che segue
    - In ambito dottrinario si è osservato:
    Secondo altri potrebbe essere quest’altra la versione più precisa.
    - In ambito dottrinario, si è osservato:
    Effettivamente, nel punto in cui si trova la virgola si è portati a fare una breve pausa nella lettura della frase, ma quella virgola mi sembra non vada comunque apposta.
    Ancora, riporto un’altra frase.
    - In una pronuncia, i Supremi Giudici hanno osservato che…
    Dopo “pronuncia” è corretto inserire quella virgola? A me sembra di no.
    Sono per caso valide, nei casi suindicati, ambedue le forme (rispettivamente con e senza virgola) e l’utilizzo della virgola è una questione di stile?
    In attesa di un vostro gentile risconto, porgo cordiali saluti. Vincenzo.

    Risposta:
    E’ proprio una questione di stile: la virgola è corretta, ma la sua assenza non è un errore.

    Thumb up 0

  120. 120
    clara scrive:

    Buonasera, ecco il mio quesito, al quale spero venga data una gentile risposta.
    Quale forma é piú corretta?
    1-Non l’ ho preso perché non sapevo dove fosse
    2- Non l’ ho preso perché non sapevo dov’ era

    Io penso sia giusta la 1 , ma forse si puó utilizzare anche la 2…per favore potreste fornirmi una spiegazione accurata?
    Grazie per il Vs utilissimo lavoro e per l’impegno ed il tempo che dedicate al prossimo….

    Risposta:
    La numero 1 è la forma corretta, perché “non sapere” implica incertezza e questa richiede il congiuntivo. La seconda frase è spesso utilizzata nella lingua parlata, ma è scorretta.

    Thumb up 0

  121. 121
    GIUSEPPE scrive:

    Chiedo gentilmente di riportare la seguente frase nel discorso indiretto:
    Luca disse a Franca:” Quando avrò finito i compiti ti telefonerò”

    Risposta:
    “Luca disse a Franca che quando avesse finito i compiti le avrebbe telefonato”.

    Thumb up +7

  122. 122
    daniele scrive:

    Salve, complimenti per l’idea. Quale delle due forme è corretta:
    Ho sempre saputo che Mario era una mattachione
    Ho sempre saputo che Mario fosse un mattachione
    grazie

    Risposta:
    La prima è corretta, perché “sapere” implica sicurezza, che richiede l’indicativo.

    Thumb up 0

  123. 123
    vito scrive:

    Salve. Gentilmente vorrei sapere se i tempi verbali di questa frase sono corretti:

    L. da Vinci per primo aveva insistito sulla importanza della tecnica per acquisire la conoscenza scientifica e sulla necessità che la scienza *non sia solo semplice studio della natura ma uno strumento per controllare gli effetti dei fenomeni naturali.

    Risposta:
    Sì, è corretta. Il “sia” è giustificato dal fatto che si vuole proporre una regola generale, che quindi vale anche per il presente. Si potrebbe scrivere “fosse”, circoscrivendo l’ipotesi all’epoca di Leonardo, senza attribuirle un valore eterno.

    Thumb up +4

  124. 124
    anna scrive:

    vorrei sapere se si può usare l’espressione “la merce è venuta pronta il giorno…” per dire che “la merce è pronta dal..”

    Risposta:
    E’ una frase che non ha senso, meglio “la merce è pronta dal giorno…”.

    Thumb up 0

  125. 125
    Luke scrive:

    Io ci avrei scommesso
    Io ci avrei creduto
    Io ci avrei scritto

    Queste affermazioni con la particella ci sono largamente usate ma sono corrette usate in questo modo?

    Risposta:
    Sì, il “ci” indica un luogo fisico o figurato (“ci avrei scritto”: “ci” significa “sul foglio”), oppure indica un complemento introdotto da “a” (“ci avrei creduto”: “ci” significa “a ciò”) o “su” (“ci avrei scommesso”: “ci” significa “su questo”).

    Thumb up 0

  126. 126
    giovanna scrive:

    si dice non vorrei essere prolisso
    o non vorrei essere prolissa
    grazie Giovanna

    Risposta:
    Dipende se chi parla è uomo o donna.

    Thumb up 0

  127. 127
    moni scrive:

    Buongiorno. Vorrei sapere gentilmente qual è la coniugazione giusta del verbo in questa frase.
    Metto le due possibilità :
    1)Le logiche inopportune di Anna esasperavano sempre tutti quanti, e sovente le sgridate arrivavano prima che lei avesse finito di parlare.
    2)Le logiche inopportune di Anna esasperavano sempre tutti quanti, e sovente le sgridate arrivavano prima che lei finisse di parlare.

    Grazie
    Cordiali saluti

    Risposta:
    La prima frase è corretta.

    Thumb up +1

  128. 128
    Malò scrive:

    Un’altra delucidazione (Me)si scrive con accento o no?

    Avrò cura di mè
    oppure
    Avrò cura di me

    Risposta:
    Si scrive senza accento.

    Thumb up +3

  129. 129
    Mumilinglai scrive:

    se questa casa non è in ordine non è per colpa sua …è una frase scorretta?

    Risposta:
    E’ corretta.

    Thumb up 0

  130. 130
    claudio scrive:

    salve ho dei dubbi sul punto e virgola e due punti su due frasi
    1 Antonio è caduto: non ha visto il gradino.
    2 Gli uccellini sono indaffarati a sistemare i nidi: è primavera
    Sono scritte bene?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  131. 131
    Ily scrive:

    Salve.. E’ corretto dire “Non posso crederci che è passato un anno da quando te ne sei andata”??

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  132. 132
    Shabi scrive:

    Quando penso ad un’amica dico: la penso o le penso? E perchè?

    Risposta:
    Il complemento introdotto da “pensare” non è di termine, per cui quella preposizione “a” non diventa, con il pronome indiretto, “gli/le”. E’ un complemento di luogo (reale o figurato), per cui abbiamo il pronome “ci”. Es.: “Non vedo Maria da un anno, ci penso sempre”. Esiste anche una forma transitiva del verbo “pensare”, che è meno usata quando si esprime l’oggetto esplicitamente (“pensare qualcuno”), ma è la forma privilegiata quando si usa il pronome (“Lo penso” e “la penso”, in genere però accompagnato da una forma predicativa: “La penso felice”).

    Thumb up 0

  133. 133
    mara scrive:

    ” ma proprio non vuoi che io resti con il gusto della vittoria?!”

    questa frase è corretta?!!
    Grazie

    Risposta:
    Apparentemente sì.

    Thumb up +1

  134. 134
    sal scrive:

    “controllare poi il telefono il giorno dopo, si accorse che tutto quello che non aveva fatto 24 ore prima lo avrebbe potuto fare dopo, senza che nessuna delle sue attività, personali o professionali, ne avrebbe risentito.”

    Ne avrebbe o ne avesse ?

    Risposta:
    Meglio: “ne risentisse”.

    Thumb up 0

  135. 135
    luisa scrive:

    Buona sera! Vorrei sapere il plurale corretto ma anche usato di pizza margherita.
    Grazie per questo utile servizio!

    Risposta:
    “Le pizze Margherita” è il plurale corretto, perché “Margherita” è il nome proprio del prodotto pizza. Se non utilizziamo la parola “pizza”, allora possiamo dire “Vorrei due margherite”.

    Thumb up +1

  136. 136
    luca scrive:

    ciao, un’altra domanda:

    si sa che il trapassato remoto indica un periodo di tempo più lontano. ma quando si usa esattamente?
    sempre in riferimento al passato qual è la frase più corretta?
    1) l’anno scorso sono andato
    2) l’anno scorso andai
    3) l’anno scorso fui andato
    mi domando, in sintesi, quale siano i periodi temporali in cui si usano questi tre tempi (pass. prossimo, remoto, trapassato remoto)

    grazie mille

    Risposta:
    Il trapassato remoto si usa per indicare un’azione avvenuta appena prima di un’altra azione al passato remoto ed è introdotto da “Dopo che / appena / non appena…”. E’ il trapassato prossimo a indicare un’azione più lontana.

    Thumb up +1

  137. 137
    luca scrive:

    salve, ho un dubbio:
    la frase “..poi tirerei le somme, quando farei ritorno” è sbagliata. come si scrive?

    grazie

    Risposta:
    Se si usa il condizionale nella prima parte, nella seconda va usato il congiuntivo, perché si comporta come un periodo ipotetico: “poi tirerei le somme, quando facessi ritorno”.

    Thumb up 0

  138. 138
    Cristina scrive:

    Spesso vengo ripresa per esprimermi così:ho bisogno l’acqua, invece di:ho bisogno dell’acqua. E’ proprio scorretto?
    Grazie

    Risposta:
    Si dice “avere bisogno di”.

    Thumb up +1

  139. 139
    antonio scrive:

    Riferito a persone, è più corretto dire “riportato a fianco di ciascuno di loro” o ” riportato a fianco di ciascuno/a di essi/e”?

    Risposta:
    Non essendo soggetto, si utilizza “loro” e non “essi”.

    Thumb up +1

  140. 140
    tiziana scrive:

    vorrei sapere come è corretto dire:
    A) Io sono a Roma
    B) Io sto a Roma

    Risposta:
    Tutte e due le espressioni sono corrette. “Sono” significa “mi trovo”, “sto” significa “resto, non mi sposto da”.

    Thumb up +1

  141. 141
    Teresa scrive:

    Salve, volevo sapere se questa frase è corretta:
    “Non abbiamo mai smesso di credere in lei e abbiamo avuto ragione a non farlo”.
    Grazie.

    Risposta:
    “…a farlo”, senza la negazione.

    Thumb up +2

  142. 142
    fabio granel scrive:

    Un altro dubbio:

    Credevo che parlassi del viaggio
    Credevo che stessi parlando del viaggio

    Qual è la forma corretta? E perché?

    Risposta:
    Sono entrambe corrette. La prima è una forma descrittiva, la seconda è una forma progressiva.

    Thumb up +1

  143. 143
    fabio granel scrive:

    Ciao a tutti.
    Stavo leggendo il romanzo “Il giardino dei Finzi-Contini”, di Giorgio Bassani, quando mi sono imbattuto in questo passaggio:

    “È tanto tempo che sono morti. È come se non siano mai vissuti, come se siano sempre stati morti.”
    Ora, la mia domanda è, non avrebbe dovuto usare l’espressione “come se non fossero mai vissuti, come se fossero sempre stati morti.”? E qual è la differenza, se ne esiste una?
    Grazie mille.

    Risposta:
    Di rigore bisognerebbe utilizzare il congiuntivo imperfetto o trapassato: probabilmente l’autore, in questo caso, ha voluto dare un senso di prossimità all’ipotesi. Ma in ogni caso tendiamo a sconsigliare questa forma, non tutti siamo Giorgio Bassani.

    Thumb up +1

  144. 144
    Miriam scrive:

    vorrei sapere come si dice:
    mansioni attinenti alle mie capacità
    oppure
    mansioni attinenti le mie capacità

    grazie!

    Risposta:
    “Attinente a”.

    Thumb up +1

  145. 145
    Miriam scrive:

    vorrei mettere questa frase in chiusura di una lettera. Grazie

    “Le chiedo, infine, qualora la mia candidatura dovesse essere scartata, se possiate gentilmente inviarmi una breve comunicazione.”

    Risposta:
    Va bene.

    Thumb up +1

  146. 146
    Giovambattista scrive:

    Buonasera…
    Ho un dubbio: di può dire”mi sono fatto male?” visto che il verbo fare ha come verbo ausiliare avere?
    Grazie mille

    Risposta:
    I verbi riflessivi hanno l’ausiliare “essere”.

    Thumb up 0

  147. 147
    mara scrive:

    la prossima volta,spero mi darai questa possibilità!
    si può dire anche così? Grazie!

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  148. 148
    Riccardo scrive:

    Buongiorno,
    si può dire “ho fame” oppure “ho appetito” indifferentemente?

    Risposta:
    “Fame” è il bisogno di mangiare, “appetito” è piuttosto il desiderio.

    Thumb up 0

  149. 149
    Luca scrive:

    Buongiorno a tutti, avrei un dubbio sulla correttezza della seguente frase: si dice “è costretto a vivere come se non ce l’avesse” o “è costretto a vivere come se non l’avesse”? Grazie per la risposta. Luca.

    Risposta:
    Teoricamente vanno bene entrambe, bisognerebbe vedere il contesto.

    Thumb up 0

  150. 150
    Mara scrive:

    E’ errato iniziare una frase con “D’altro canto”? per evidenziare l’altro lato della medaglia in un discorso?

    Risposta:
    No, perché è la continuazione di un discorso già in atto.

    Thumb up 0

  151. 151
    Mary scrive:

    Salve, gradirei sapere quale delle due forme è più corretta:
    1.Malgrado abbiano differenti nazionalità…
    2.Malgrado siano di differente nazionalità…
    Grazie mille.

    Risposta:
    Sono entrambe corrette.

    Thumb up +4

  152. 152
    nicola scrive:

    Ciao a tutti si può dire…non ricordo che giorno fosse

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +6

  153. 153
    Simone scrive:

    Salve, ho fatto un test universitario per la facoltà di scienze politiche e avrò la risposta in questi giorni ma ricordo perfettamente una domanda a cui, anche a mente fredda, non riesco a rispondere e, sapendo che in ogni modo non verrà data una spiegazione ai miei dubbi, vi chiedo:

    “Quali di queste frasi contiene un errore?

    A) Non lo si è visto né ieri né oggi.
    B) Di questo parlagli domani al professore.
    C) Ce ne andremo appena saranno finiti gli esami.
    D) Dammi dell’altra carta: non ce n’è abbastanza. ”

    Personalmente sono molto indeciso sulle seguenti cose:
    - Si dice “si è visto” oppure “non lo abbiamo visto”?
    - Si dice “parlagli” o “parlane”?
    - “Ce ne andremo” oppure “ce ne saremo andati”?
    - Nell’ultima frase ci volevano i due punti o era corretta con un altro segno di punteggiatura come la virgola o il punto?

    Grazie mille in anticipo e complimenti davvero per il sito.

    Risposta:
    La frase “B” è sbagliata, perché “-gli” e “al professore” significano la stessa cosa. In realtà nella lingua parlata è un errore talmente comune che non ci si fa più caso.
    Per lo stesso motivo anche “parlane” sarebbe stato sbagliato, perché “-ne” vuol dire “di questo”: sarebbe stato corretto se dopo “di questo” ci fosse stata una virgola. “Si è visto” è corretto, è impersonale. “Ce ne andremo” è corretto, in questa frase viene verificato il rapporto di tempo tra futuro semplice e futuro anteriore. I due punti nell’ultima frase sono corretti perché poi segue una spiegazione della prima frase.

    Thumb up +8

  154. 154
    Giovanni scrive:

    Salve…è corretto dire:”Mario, a quel punto, forse volontariamente, forse perché così doveva accadere, gli balenarono dinnanzi a sè..”?

    Risposta:
    No, bisogna dire: “A Mario… balenarono…”

    Thumb up 0

  155. 155
    angela scrive:

    io posso dire: Mi hai letta? cioè Hai letto quello che (io, soggetto femminile) ho scritto? oppure devo dire Mi hai letto?
    grazie

    Risposta:
    Sì, è anzi opportuno dire “mi hai letta” se “mi” è femminile. Ma attenzione: questo vale solo se il “mi” è oggetto diretto, se è un pronome indiretto non va bene. Per esempio: “Mi hai letto una storia”.

    Thumb up +1

  156. 156
    Roberto scrive:

    Salve. sento spesso dire: Ho dovuto andare. Ma io so che si dice Sono dovuto andare. uqale è corretta? GRAZIE

    Risposta:
    “Sono dovuto andare” è la forma corretta, perché l’ausiliare dipende dal verbo che segue il modale.

    Thumb up +5

  157. 157
    LORY scrive:

    Buongiorno. In Italiano è corretto scrivere “od hai il coraggio…” cioè mettere la d dopo la “o” se la parola che segue inizia con “h” seguira da vocale? Io ho l’abitudine di scrivere “ad esempio” e non “a esempio” ed a mettere l’apostrofo nel caso di “v’abbiamo” (piuttosto che “vi abbiamo”): per mio marito tutte queste cose sono scorrette. Mi date cortese riscontro? Grazie e saluti.

    Risposta:
    La “d” tra la “o” e la “a” (la “h” è muta) è corretto ma pesante. Sono forme possibili, non scorrette, semmai “v’abbiamo” è una forma desueta.

    Thumb up 0

  158. 158
    Tizio scrive:

    Ho dubbio:
    per concludere una mail o una lettera ecc.
    è corretto dire :
    Ancora grazie(e firma)
    o
    Grazie ancora (e firma) ??
    ps: ottimo questo sitooo!!!

    Risposta:
    Non c’è differenza tra le due forme.

    Thumb up +1

  159. 159
    Helena scrive:

    Buon giorno, vorrei sapere se sia giusto: il cane fa correre la ragazza, oppure il cane fa correre alla ragazza.
    Poi sono in dubbio su questa frase:Non credo ci sarebbero state molte donne disposte a dire no a John.
    Non dovrebbe essere cosi? Non credo ci siano state molte donne disposte a dire…

    Risposta:
    Le frasi corrette sono: “Il cane fa correre la ragazza” e “Non credo ci siano state / ci siano / ci sarebbero molte donne disposte a dire no a John”, naturalmente con significati diversi.

    Thumb up 0

  160. 160
    Cesare scrive:

    Ciao a tutti,
    Mi potete aiutare?
    Quando si dice :
    Non voglio che nessuno mangi la crostata- intendo dire che -non voglio che neanche uno mangi la crostata- per cui -voglio che almeno uno mangi la crostata. Giusto!?
    Grazie

    Risposta:
    Per evitare l’ambiguità e avere il secondo significato, sarebbe meglio dire “Non voglio che la crostata non la mangi nessuno”.

    Thumb up +1

  161. 161
    Cinzia scrive:

    Salve,

    Vorrei sapere perche’ si dice:

    -vado in piscina
    - vado a casa
    - vado nella casa al mare

    Son sempre moto a luogo? Quando si usano le preposizioni articolate?
    Grazie mille

    Risposta:
    A parte i nomi geografici, per “in” e “a” non ci sono regole, ma abitudini d’uso. Invece la preposizione articolata è necessaria in presenza di una precisazione o specificazione.

    Thumb up +2

  162. 162
    Emanuele scrive:

    buongiorno,il dubbio che ho da parecchio è questo,si scrive non volevo che si veniva a sapere o non volevo che si venisse,tutto qui perchè in giro più si sente la prima ma credo sia la seconda e non credo di sbagliarmi,grazie

    Risposta:
    La forma corretta è “Non volevo che si venisse a sapere”.

    Thumb up +1

  163. 163
    Emilio scrive:

    Al posto di “tu fai mandare le fatture dalla tua ditta” si può dire “facci mandare le fatture…..?

    Grazie

    Risposta:
    Sì può, anzi di deve dire così se è un imperativo, quindi è una richiesta o un ordine. La prima frase è invece un indicativo e si limita a descrivere la situazione.

    Thumb up 0

  164. 164
    Zoe scrive:

    E’ corretto dire “voglio che l’acqua annaffi il tuo giardino”?

    Risposta:
    Poiché “annaffiare” di per sé vuol dire “bagnare con l’acqua”, meglio in questo caso utilizzare il verbo “bagni”, per evitare la ripetizione.

    Thumb up 0

  165. 165
    Helena scrive:

    Su una rivista ho letto questa frase: Non credo ci sarebbero state molte donne disposte a dire no a John.
    Non dovrebbe essere cosi (dopo credere): Non credo che ci fossero state molte donne…???!!!

    Risposta:
    “Ci sarebbero state” è il futuro del passato, per cui la forma è corretta.

    Thumb up 0

  166. 166
    Rosi scrive:

    Mi chiedo quale sia la differenza tra le parole “era” e “eri”? Quando è possibile utilizzare una o l’altra?
    Grazie.

    Risposta:
    Ci sono varie risposte. Se parliamo di verbi, “era” è la terza persona singolare dell’imperfetto indicativo di “essere”, mentre “eri” è la seconda persona singolare.

    Thumb up 0

  167. 167
    Michele scrive:

    Complimenti per il sito! È giusto dire “sei sicuro che ero io?”? Non si dovrebbe dire “Sei sicuro che fossi io?” ?

    Risposta:
    Entrambe sono forme accettabili: la seconda accentua il livello di incertezza.

    Thumb up 0

  168. 168
    rosita prashna scrive:

    vorrei gentilmente saper quale è il plurale della parola aura…(campo energetico “invisibile” che circonda la persona o gli esseri viventi)
    grazie

    Risposta:
    “Le aure”, anche se solitamente si usa il singolare collettivo: “l’aura delle persone”.

    Thumb up 0

  169. 169
    Sisto Zanier scrive:

    Mi ricordo che, da qualche parte, lessi, anche se ormai questa forma sintattica non viene più utilizzata, che l’indicativo presente del verbo avere si può coniugare anche senza la “H”
    ——-
    io ò
    tu ai
    egli à
    noi abbiamo
    voi avete
    essi anno
    ——–
    E’ corretto o mi ricordo male?

    Risposta:
    In passato si insegnava questa forma ai bambini della prima elementare per rimandare la spiegazione della “h” muta. Ma adesso questa forma non si trova più in nessun testo.

    Thumb up +2

  170. 170
    Sisto Zanier scrive:

    Come mai tutti i media si utilizzano la frase :”pericolo di vita” ?
    Secondo me é errata in quanto il vero pericolo é la morte e quindi si dovrebbe dire o “in pericolo di perdere la vita” oppure in “pericolo di morte”.
    Corretto?

    Risposta:
    Si tratta di una di quelle forme “cristallizzate” dall’uso comune, sia nel parlato sia nella letteratura (ricordiamoci che la lingua è viva), che non è più possibile considerare errore.

    Thumb up 0

  171. 171
    laura scrive:

    complimenti per il sito.
    Vorrei sapere se è più corretto dire ” specializzazione di clinica oculistica” o “specializzazione in clinica oculistica” Grazie

    Risposta:
    La forma con “in” è corretta.

    Thumb up 0

  172. 172
    LIANA scrive:

    non sono d’accordo sulla risposta a VIVI 16 luglio 2013:“Nel caso il servizio VENISSE sospeso, si PROSPETTA una situazione abbastanza caotica e complicata circa l’assistenza dei ragazzi da parte dei docenti, durante il tragitto a piedi.” DA CORREGGERE ERA LA MANCATA CONCORDANZA DEI TEMPI O COME SI DICEVA A SCUOLA CONSECUTIO TEMPORUM. Quindi secondo me: o nel caso IN CUI il servizio VENGA sospeso SI PROSPETTERA’….. o nel caso IN CUI il servizio VENISSE sospeso, SI PROSPETTEREBBE…..

    Risposta:
    La suddivisione rigida (reale-possibile-irreale) è utile come partenza per avere ben chiare le logiche che sono dietro la scelta di ogni modo e tempo verbale ma non è sufficiente a esprimere tutte le molteplici sfumature che la lingua italiana offre. Il periodo ipotetico misto ha confini incerti, ma affascinanti per chi studia la lingua e bisogna saperlo padroneggiare bene per non fare errori nell’uso dell’apodosi classicamente riferita a un tipo e della protasi tipica dell’altro. L’esempio riportato nel dubbio del 16 luglio è tutt’altro che errato. Anche Luca Serianni, nella sua grammatica, riporta esempi analoghi tratti dalla letteratura o dalla stampa (cap. XIV, §§ 150 e 164).

    Thumb up +4

  173. 173
    nausicaa scrive:

    salve vorrei sapere se è corretto scrivere : Se avesse figli nelle nostre condizioni suppongo che non fossimo sfigati ma giovani che vivrebbero un disagio per colpa della burocrazia . Un utente di un forum dice che è corretto scrivere ” Che saremmo sfigati ” Grazie.

    Risposta:
    La frase non è chiara, a prima vista sembra che si debba scrivere “suppongo che non sarebbero”.

    Thumb up 0

  174. 174
    Alessandro scrive:

    È corretto dire
    non c’e’ dubbio che tizia non sia bella
    Per sostenere che tizia e’ indubbio che sia bella?

    Risposta:
    No, per dire che è bella, si dice “non c’è dubbio che sia bella”.

    Thumb up 0

  175. 175
    giorgia scrive:

    E’ corretto?
    Hai uno sguardo intrigante … che travolge … Se sei anche interessata, non oso immaginare cosa potrebbe accadere alla persona che guardi … Sicuramente la ipnotizzi !

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  176. 176
    elena scrive:

    Quando si và in vacanza, si cerca un ricordo da portare via … un souvenir, una cartolina, un prodotto tipico … io avrei portato via con me una cosa che non si può comprare … i profumi meravigliosi di un’ isola stupenda … é corretta questa frase? grazie

    Risposta:
    “Va” senza accento.

    Thumb up +1

  177. 177
    raffaella scrive:

    SAlve, una mia amica si è espressa con questa frase: quando sarei arrivata, allora avrei potuto accendere la caldaia. E’ coretto? Grazie

    Risposta:
    No, è meglio “quando fossi arrivata, avrei potuto accendere…”

    Thumb up 0

  178. 178
    Valentina scrive:

    Complimenti per l’idea, è utilissima! Io ho questo dubbio
    È più corretto scrivere: ho dimenticato a scriverlo ma l’ho preso!
    Ho dimenticato di scriverlo ma l’ho preso!
    Grazie.

    Risposta:
    E’ corretta la seconda (dimenticare di).

    Thumb up +6

  179. 179
    roberto bellelli scrive:

    Buom pomeriggio, complimenti pe ril sito.
    volelvo sapere se è corretto scrivere “telefona allo 055…” o si dovrebbe scrivere “telefona al numero 055…”.
    Grazie.

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le espressioni.

    Thumb up 0

  180. 180
    Kami scrive:

    Salve,

    Vorrei sapere quale tra queste due frasi e’correta:
    “Ha detto che non sarebbe venuto perche’ sara’ gia’ partito” o “Ha detto che non sarebbe venuto perche era gia’ partito”. Vorrei anche sapere perche’ appunto quella.

    Risposta:
    E’ corretta la seconda, perché l’azione si svolge in un tempo passato e non futuro.

    Thumb up 0

  181. 181
    sergio scrive:

    il termine corretto è: in data e luogo sconosciuto oppure in data e luogo sconosciuti?

    Risposta:
    “Sconosciuti”.

    Thumb up 0

  182. 182
    Luisa scrive:

    Salve gradirei sapere la forma corretta tra le due:
    Portare in ospedale
    Portare all’ospedale.
    Qual è preferibile in o all?

    Risposta:
    La prima è corretta. La seconda lo è se dopo scriviamo anche il nome dell’ospedale: “portare all’ospedale San Carlo”.

    Thumb up 0

  183. 183
    Piera scrive:

    E’ corretto dire ” sono curiosa di sapere chi ci sia stasera!”??

    Risposta:
    E’ corretto dire: “sono curiosa di sapere chi ci sarà stasera”.

    Thumb up +1

  184. 184
    anna scrive:

    Salve, i miei dubbi riguardano due espressioni che sento spesso dire soprattutto al Sud Italia:

    “ho sceso la spazzatura” e “ho entrato lo stendino con i panni in casa”

    Non sono corrette vero? Mi prendono per pazza quando provo a farlo notare, perché è un modo di dire molto diffuso. Grazie in anticipo per la risposta

    Risposta:
    Entrambi sono errori, si deve dire “ho portato giù la spazzatura” e “ho portato lo stendino con i panni in casa”.

    Thumb up 0

  185. 185
    Ivynursed scrive:

    Buongiorno a tutti. Mi sapreste dire se questa frase è scritta in italiano corretto? “Ma è possibile che in giro ci siano così tante persone che non sappiano neanche scrivere in Italiano?”

    Risposta:
    La frase corretta è: “Ma è possibile che in giro ci siano così tante persone che non sanno neanche scrivere in italiano?”.

    Thumb up 0

  186. 186
    Vivy scrive:

    è corretta la frase:
    “Nel caso il servizio venisse sospeso, si prospetta una situazione abbastanza caotica e complicata circa l’assistenza dei ragazzi da parte dei docenti, durante il tragitto a piedi.”
    Grazie

    Risposta:
    Meglio “per” invece di “circa”.

    Thumb up +1

  187. 187
    Giacomo89 scrive:

    Si può dire “ci vediamo a pomeriggio” o è più corretto dire “ci vediamo questo pomeriggio”?

    Risposta:
    Solo la seconda frase è corretta.

    Thumb up +2

  188. 188
    moon scrive:

    Si dice “stupida la sono stata o stupida lo sono stata” se a parlare è una donna?

    Risposta:
    Si utilizza “lo” anche nel caso di una donna, perché il pronome non sostituisce “lei”, ma “questa cosa, ciò”.

    Thumb up 0

  189. 189
    luciano scrive:

    in un documento ho scritto ….
    credo che quel gruppo di persone …, abbia rimasto una sola e seria prospettiva di ….

    é corretto ” abbia rimasto ” o errato ?

    Risposta:
    La frase non è molto chiara, ma “rimanere” vuole l’ausiliare “essere”. Perciò: “credo che a quel gruppo di persone sia rimasta una sola e seria prospettiva”.

    Thumb up +2

  190. 190
    paco scrive:

    Ciao ho un dubbio: in italiano corretto si scrive
    “Avete mai pensato che il barattolo una volta finito potrebbe essere utile per nuovi usi?”
    oppure
    “Avete mai pensato che il barattolo una volta finito potesse essere utile per nuovi usi?”

    grazie mille

    Risposta:
    La prima frase è corretta ed è riferita al presente. La seconda frase potrebbe diventare un’ipotetica, ma andrebbe così modificata: “Avreste mai pensato che il barattolo una volta finito potesse essere utile per nuovi usi?”

    Thumb up +1

  191. 191
    Helena scrive:

    Quando si usa: Ho sbagliato e mi sono sbagliata. Che differenza è fra queste due locuzioni?

    Risposta:
    La seconda locuzione è “affettiva”. Dà cioè l’idea di una maggiore partecipazione emotiva di chi parla.

    Thumb up 0

  192. 192
    carola scrive:

    vorrei sapere se ci si rivolge a una donna è corretta la frase Ti porterò sempre nel mio cuore colmo di gioia per averti conosciuto o conosciuta

    Risposta:
    La forma corretta è “conosciuta”.

    Thumb up +2

  193. 193
    vito scrive:

    E’ corretto scrivere, riferito al futuro:
    “se non c’era la partita, avrei avuto comunque un impegno e non sarei potuto venire”
    oppure va scritto” se non ci fosse stata la partita, avrei avuto comunque un impegno e non sarei potuto venire”?
    Perchè nel secondo modo sembra più riferito al passato
    Grazie

    Risposta:
    Per il futuro si deve utilizzare il futuro: “se non ci sarà… avrò… non potrò…”.

    Thumb up +1

  194. 194
    rosana scrive:

    come si scrive? l’energia o la energia

    Risposta:
    “L’energia”

    Thumb up 0

  195. 195
    Martina scrive:

    è corretto dire “quel qualcuno” ?

    Risposta:
    Sì, mettendo però la parola “qualcuno” tra virgolette, perché è la ripresa di una parola utilizzata precedentemente che solitamente non richiede un attributo.

    Thumb up +1

  196. 196
    Daniel scrive:

    Ho un problema con le doppie da quando ho imparato l’italiano… Esiste una regola che mi fa capire quando e dove applicarle? Perché faccio sempre confusione! Grazie

    Risposta:
    Regole che affondano nella linguistica ci sono, ma è così complicato studiarle se non si è linguisti che è meglio fare tanto esercizio e abituare l’orecchio.

    Thumb up 0

  197. 197
    Davide scrive:

    è corretto scrivere:

    - vi segnalo che sia stata rilasciata una nuova versione del software

    - ti comunico che sia stato prodotto un nuovo articolo

    Risposta:
    No, bisogna utilizzare l’indicativo.

    Thumb up 0

  198. 198
    Roberta scrive:

    Salve,
    perché fine settimana ha l´articolo maschile (il fine settimana)?
    Grazie fin d´ora per una risposta.

    Risposta:
    E’ un calco dell’inglese “week-end”: solitamente, le parole straniere importate da lingue che non hanno il genere, se non c’è un diretto corrispondente italiano, preferiamo renderle al maschile. Così siamo passati da “il week-end” a “il fine settimana”.

    Thumb up +2

  199. 199
    Lura scrive:

    Salve. Tra “dato che” e “visto che”, quale espressione è più corretta? Grazie

    Risposta:
    Sono entrambe corrette.

    Thumb up 0

  200. 200
    Mattia scrive:

    Si dice:
    “Si ipotizza che nelle passate ere geologiche i continenti OCCUPASSERO una posizione diversa”
    oppure
    “si ipotizza che nelle passate ere geologiche i continenti ABBIANO OCCUPATO una posizione diversa”?

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme. Nel primo caso l’imperfetto indica la continuità nel tempo, nel secondo caso il passato indica l’azione conclusa.

    Thumb up 0

  201. 201
    Kely scrive:

    Sto leggendo in una poesia la frase “urlava senza muovere aria”. Cosa significa precisamente, visto che la voglio tradurre in greco?

    Risposta:
    Bisognerebbe conoscere la poesia, oppure comprendere l’intento dell’autore. Si può ipotizzare che voglia indicare un urlo soffocato.

    Thumb up 0

  202. 202
    surve scrive:

    Alle previsioni del tempo in radio e alla tv, si sente dire normalmente l’espressione “violenti piogge” invece di “violente piogge”.
    Come mai?
    Grazie, Surve

    Risposta:
    E’ un errore: quel che si dice in tv non è sempre corretto, anzi.

    Thumb up +7

  203. 203
    Laura scrive:

    Si dice: ” Ciò posto si evidenza quanto segue….” oppure “Ciò posto si evidenzia quanto segue…”?
    Grazie!

    Risposta:
    “Evidezia”, perché il verbo è “evidenziare”.

    Thumb up 0

  204. 204
    gina scrive:

    vorrei saper se è più corretta l’espressione “raggiungere l’autonomia oppure maturare l’autonomia” …grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe.

    Thumb up +4

  205. 205
    Elisabetta scrive:

    Come detto da voi: il “se+condizionale” è sbagliato quando il “se” è ipotetico. Ma se il “se” introduce una interrogativa indiretta, si può usare il condizionale

    E’ giusto allora: ” A volte mi domando se dovrei fare così ” oppure
    “A volte mi domando se debba fare così”?
    Sembra giusta la seconda ma siamo nell’interrogativa indiretta o sbaglio?
    Grazie

    Risposta:
    La prima frase indica un’ipotesi su come sia meglio comportarsi, la seconda esprime il dovere di comportarsi.

    Thumb up +1

  206. 206
    Francesca scrive:

    Si dice “riguardo al …..” oppure “riguardo il ………”?

    Risposta:
    “Riguardo al”.

    Thumb up +1

  207. 207
    Anna scrive:

    Vorrei sapere qual’è la frase corretta:” Le ho detto che l’avrebbe richiamato non appena si fosse liberato” o “Le ho detto che l’avrebbe richimato non appena si sarebbe liberato” Grazie

    Risposta:
    La prima frase è corretta.

    Thumb up 0

  208. 208
    marco scrive:

    Vorrei sapere se è piu corretto scrivere:
    Vorrei che le persone siano come….
    O
    Vorrei che le persone fossero come…
    Grazie

    Risposta:
    “Vorrei che fossero”

    Thumb up +8

  209. 209
    Sabine scrive:

    Ciao, si può dire “È lo zero” così come si dice “È l’una”. Suona strano..

    Risposta:
    No, non si dice.

    Thumb up +4

  210. 210
    Francesco scrive:

    Si dice “Il sogno più bello che ho.” o “Il sogno più bello che abbia.”?

    Risposta:
    La prima frase è corretta.

    Thumb up 0

  211. 211
    Roberta scrive:

    Che preposizione si usa con la parola universitá?
    andare/insegnare all´universitá o
    andare/insegnare in universitá

    Risposta:
    “All’università” (senza il nome dell’ateneo) indica in senso generale, “in università” indica il luogo in senso fisico.

    Thumb up 0

  212. 212
    renato de chaurand scrive:

    La formula che viene letta all’atterraggio nei voli alitalia è: si prega di rimanere seduti finché l’apposita scritta verrà spenta
    Nei voli British airways è: si prega di rimanere seduti finché l’apposita scritta non verrà spenta”
    Mi sembra giusta solo la seconda formula.
    Quale secondo voi?

    Risposta:
    E’ corretta la seconda forma.

    Thumb up 0

  213. 213
    Modi scrive:

    Salve, si dice:
    “Sapevo che eri qui ma non mi aspettavo di vederti” o “sapevo che fossi qui ma non mi aspettavo di vederti”?

    Grazie dell’aiuto!

    Risposta:
    E’ corretta la prima frase.

    Thumb up 0

  214. 214
    Gianmarco scrive:

    Si dice “mi chiese se fossi stanco” oppure “mi chiese se ero stanco”?

    Risposta:
    La prima è più corretta, ma la seconda è largamente accettabile.

    Thumb up 0

  215. 215
    Francesco scrive:

    Abbiamo scritto una canzone che inizia con: “Chissà se avrei potuto non scrivere …”

    Si può dire? In molti ci hanno contestato “avrei” al posto di “avessi” ma secondo me cambia il senso. Un po’ come: “Se avessi saputo che a terra mi aspettava un buffet… chissà se avrei mangiato in volo”.

    GRAZIE :D

    Risposta:
    Il “se+condizionale” è sbagliato quando il “se” è ipotetico. Ma in questo caso il “se” introduce una interrogativa indiretta, per cui la vostra frase è corretta.

    Thumb up +14

  216. 216
    roberta scrive:

    Salve è corretto dire “la donna cannone è un’attrattiva del circo?” Il dubbio è sulla parola ATTRATTIVA. Grazie

    Risposta:
    “Attrazione”.

    Thumb up 0

  217. 217
    gino scrive:

    Conduco una vita alquanto sedentaria. È corretta come frase?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  218. 218
    anna scrive:

    salve,
    Nella frase ” Si è fatta monaca” si tratta di un si impersonale, passivo o filessivo?
    grazie

    Risposta:
    E’ riflessivo.

    Thumb up +3

  219. 219
    maria scrive:

    si può dire: Ho pensato, tra le tante proposte, quale potesse essermi più utile…

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +4

  220. 220
    Raul scrive:

    Quale è la frase correta:

    Ho dovuto partire subito
    Sono dovuto partire subito

    Grazie.

    Risposta:
    “Sono dovuto partire subito”, perché “partire” vuole “essere”.

    Thumb up 0

  221. 221
    Raul scrive:

    Quale espressione è corretta

    Ho passato il pomeriggio a casa, oppure sono passato il pomeriggio a casa.

    Risposta:
    La prima è corretta.

    Thumb up 0

  222. 222
    tania scrive:

    Chiedo se è corretto dire: vi diamo appuntamento al es. 26/05/2013 o il 26/05/2013?
    Grazie.

    Risposta:
    Si dice “via diamo appuntamento il 26…”.

    Thumb up 0

  223. 223
    Luisa scrive:

    Buongiorno. Mi sono accorta che utilizzo frequentemente la congiunzione SEBBENE seguita sempre dal congiuntivo. NONOSTANTE, altra congiunzione concessiva, invece la faccio seguire spesso da un verbo all’indicativo.
    NONOSTANTE, contrariamente a SEBBENE può reggere l’indicativo? Oppure commetto un grave errore quando anziché farla seguire da un congiuntivo, impiego l’indicativo? Grazie. Buona Giornata!

    Risposta:
    Entrambe vanno utilizzate con il congiuntivo e l’indicativo è un errore grave.

    Thumb up 0

  224. 224
    Vito scrive:

    Vorrei sapere se si scrive “vado a salutare a Marcello” o “vado a salutare Marcello”. Mi suona meglio il secondo caso, però mi sembrerebbe più corretto il complemento di termine e non il complemento oggetto. Grazie.

    Risposta:
    La seconda frase è corretta.

    Thumb up 0

  225. 225
    Agnieszka scrive:

    salve,
    che genere è la parola Malta (nazione )?
    grazie

    Risposta:
    E’ femminile.

    Thumb up +9

  226. 226
    Roberto scrive:

    di uno scritto di proprio pugno come si può dire?

    Risposta:
    Scritto autografo.

    Thumb up +5

  227. 227
    paolo scrive:

    E’ corretto dire “Penso che sia quello che desidera” o “Penso che sia quello che desideri”?

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le frasi: nella prima a desiderare è lui/lei, nella seconda tu.

    Thumb up 0

  228. 228
    Pino scrive:

    è corretto scrivere ” soprattutto se non la si sa usare”?
    Grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  229. 229
    Anna scrive:

    Si dice:
    “Vorrei che quello che abbiamo pianificato vada ad importo”
    oppure
    “Vorrei che quello che abbiamo pianificato vada in porto”

    Risposta:
    “Vorrei che quello che abbiamo pianificato andasse in porto”

    Thumb up +6

  230. 230
    violet scrive:

    grammaticalmente è corretto scrivere.. ho aperto l’uovo e dentro ci ho trovato degli occhiali?
    grazie mille violet

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +12

  231. 231
    Enrico* scrive:

    É corretta la frase “Anche se avessi mai avuto l’opportunità di una cena con Tizio, dopo aver saputo questo non ci andrei”? Se non lo fosse, qual è la costruzione temporale giusta? Grazie!

    Risposta:
    E’ corretta questa frase: “Anche se avessi mai l’opportunità di una cena con Tizio, dopo aver saputo questo non ci andrei”; oppure questa: “Anche se avessi mai avuto l’opportunità di una cena con Tizio, dopo aver saputo questo non ci sarei andato”.

    Thumb up +6

  232. 232
    anna scrive:

    Ho sentito dire: pensavo che fosse l’amico che lo conoscesse meglio. E’ giusto? Se sì il congiuntivo può indicare caratteristica e non persona reale?

    Risposta:
    La frase corretta è: “pensavo che fosse l’amico che lo conosceva meglio”, perché il verbo “conoscere” non dipende da “pensare”, ma dal “che” relativo.

    Thumb up +3

  233. 233
    Marco scrive:

    E’ corretto dire:
    “Credo che si debba cambiare” ?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  234. 234
    Andrea scrive:

    Meglio dire “nemmeno Tizio avrebbe saputo dare una risposta” oppure “nemmeno Tizio sarebbe riuscito a dare una risposta”?

    Risposta:
    Entrambe le opzioni sono corrette.

    Thumb up +1

  235. 235
    Valerio scrive:

    Buongiorno.
    Qual è la forma più corretta?
    “Mi sveglio davvero” o “Mi sveglio per davvero”?

    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le frasi.

    Thumb up 0

  236. 236
    Lin scrive:

    1. per rispondere al telefono si dice “pronto” è di chi risponde l’uomo e anche la donna?
    2. se c’è il “prontare” ?

    Risposta:
    “Pronto” è invariabile. “Prontare” esiste, ma è un verbo poco frequente.

    Thumb up +1

  237. 237
    claudio scrive:

    Salve, è corretta la frase “Pensavo che i racconti che gli piacessero fossero quelli che parlassero di assassini”? Non sono affatto sicuro. Grazie mille.

    Risposta:
    “Pensavo che i racconti che gli piacevano (piacciono) fossero quelli che parlavano (parlano) di assassini”.

    Thumb up +2

  238. 238
    Nando Gatto scrive:

    E’ notorio che il “se” introduce il condizionale, è corretto usarlo anche per il futuro indicativo?
    Per esempio: “Se rinascerò in un’altra vita vorrei incontrarti ancora…”. A me sembra sbagliato, tu che ne pensi? Grazie.

    Risposta:
    Il “se” non regge il condizionale (tranne che nelle dubitative), ma semmai il congiuntivo. Nel periodo ipotetico del primo tipo, invece, può reggere il presente o il futuro indicativo.

    Thumb up +7

  239. 239
    Massimo scrive:

    Salve,
    ho un dubbio si dice:
    non ho trovato nulla di quel materiale
    oppure
    ho trovato nulla di quel materiale?
    E’ vaida la doppia negazione?
    Grazie,
    massimo

    Risposta:
    La doppia negazione è in questo caso necessaria. La seconda frase è scorretta.

    Thumb up 0

  240. 240
    Flebbi scrive:

    Come si scrive un eccezione?
    “un” con apostrofo o senza?
    Grazie

    Risposta:
    “Eccezione” è femminile, quindi con l’apostrofo.

    Thumb up 0

  241. 241
    Andrea scrive:

    “Non appena avrò finito il lavoro, incasserò la fattura”
    Qual è il ruolo dell’avverbio “non” in questa frase?

    Risposta:

    E’ un “non” pleonastico, cioè la sua presenza non modifica il senso della frase.

    Thumb up +5

  242. 242
    Arnoldas scrive:

    Buona sera. “Lavarsi” e “pulirsi” sono sinonimi (o quasi). Allora perché si dice “lavarsi i denti” e non “pulirsi i denti”? È una tradizione linguistica oppure un regionalismo? Vi ringrazio in anticipo. Cordiali saluti dalla Lituania.

    Risposta:
    “Pulire” è un verbo generico. “Lavarsi” significa utilizzare acqua e sapone (o altri detergenti). Per questo si dice “lavarsi i denti”, mentre “pulirsi i denti” potrebbe significare che si utilizza qualcosa di diverso dall’acqua.

    Thumb up +4

  243. 243
    stella scrive:

    vorrei chiedere se è giusto dire ” spero di rivederci presto” o dovrei usare il congiuntivo?

    Risposta:
    E’ molto meglio il congiuntivo: “spero che ci rivediamo presto”, perché il soggetto della reggente e quello della subordinata non coincidono.

    Thumb up 0

  244. 244
    jove scrive:

    Salve!
    La frase “ora gli chiedo dove trova quelle occasioni” è giusta o dopo la congiunzione DOVE serve il congiuntivo?
    GRAZIE

    Risposta:
    La frase è corretta.

    Thumb up 0

  245. 245
    erika scrive:

    ciao vorrei sapere se il verbo ingrassare è un verbo riflessivo?

    Risposta:
    Non è riflessivo, dato che non termina in “-si”.

    Thumb up 0

  246. 246
    Annaelena scrive:

    Nella frase “Giacomo e Beatrice sono dovuti partire/dovevano partire all’improvviso” è corretto usare l’imperfetto oppure il passato prossimo?? Grazie!

    Risposta:
    Sono corrette entrambe, dipende dal contesto.

    Thumb up +3

  247. 247
    jove scrive:

    Salve! Se + imperfetto indicativo è sempre una forma errata o ci sono delle eccezioni? Grazie

    Risposta:
    Come periodo ipotetico è una forma errata.

    Thumb up +1

  248. 248
    cristina scrive:

    buongiorno gradirei sapere se la frase seguente detta tra due persone è corretta. Una persona si rivolge ad una seconda persona (poco lontana ) dicendo : “…….metti li in parte”

    Grazie
    Saluti

    Risposta:
    Non ha senso.

    Thumb up 0

  249. 249
    Angela scrive:

    Salve, vorrei sapere quale delle due frasi è corretta e perchè:
    Fece promettere di prendersi cura dell’uovo fino a che non fosse nato.
    Fece promettere di prendersi cura dell’uovo fino a quando non sarebbe nato.

    Risposta:
    La prima frase è corretta.

    Thumb up 0

  250. 250
    Nuri scrive:

    Salve,

    vorrei sapere cortesemente, quale tra le due frasi è quella corretta, e se possibile anche la regola di grammatica che ne determina la correttezza.
    Grazie in anticipo.

    “…le pompe che vi abbiamo lasciato.”
    o,
    “…le pompe che vi abbiamo lasciate.”

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le frasi, ma la seconda è una forma desueta, mentre la prima è quella più consigliabile.

    Thumb up +1

  251. 251
    IrisaBarbarisa scrive:

    Ciao) spiegate per favore quando si usa parlare IN italiano e quando parlare L’ italiano?
    grazie mille

    Risposta:
    “Parlare in italiano” significa esprimersi in italiano, per esempio in un caso specifico. “Parlare l’italiano” significa essere in grado di parlare la lingua.

    Thumb up 0

  252. 252
    Vanessa scrive:

    Salve, è corretta questa frase?

    “Prega affinché io non venga mai a sapere chi sei”
    Grazie,

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  253. 253
    Marco scrive:

    un italia

    è corretto scriverlo?

    Risposta:
    “Un’Italia” si può dire se è accompagnato da un aggettivo. Es.: “Vorrei un’Italia più generosa”.

    Thumb up +1

  254. 254
    MARIA scrive:

    é corretto dire: non dovevo partire?

    Risposta:
    Sì, anche se bisogna conoscere l’intero contesto.

    Thumb up 0

  255. 255
    De scrive:

    Salve, è corretto dire “La maggior parte degli atti indicati sono imputabili al Capo dello Stato” oppure “La maggior parte degli atti indicati è imputabile al Capo dello Stato”? Grazie

    Risposta:
    E’ corretta la seconda forma, anche se la prima è diffusa nella lingua parlata (va però evitata nello scritto).

    Thumb up 0

  256. 256
    SOFIA scrive:

    Buongiorno! Riferendosi ad una donna si dice (per esempio) gli ho detto o le ho detto?
    Grazie

    Risposta:
    “Le ho detto”.

    Thumb up 0

  257. 257
    Liliana scrive:

    Ho un dubbio: Vorrei che la gente pensasse che io sono una persona buono oppure vorrei che la gente pesnasse che io sia una persona buona?

    Risposta:
    “Vorrei che la gente pensasse che io sono una persona buona”.

    Thumb up 0

  258. 258
    Paola scrive:

    Salve,

    si dice:

    E’ come un fiore che aspetti di essere piantato
    oppure
    E’ come un fiore che aspetta di essere piantato

    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme: la prima esprime l’eventualità, la seconda un dato di fatto.

    Thumb up 0

  259. 259
    deborah scrive:

    E’ giusta la frase che leggo su un sito:

    “e pensare che ci sono ancora della gente che non pagano il biglietto”
    non sarebbe giusto dire:

    “e pensare che c’è ancora della gente che non paga il biglietto”?

    Grazie

    Risposta:
    La frase corretta è la seconda, perché “gente” è singolare.

    Thumb up +9

  260. 260
    maria paola scrive:

    Salve, si dice “Penso che sia il vestito che le stia meglio” o “Penso che sia il vestito che le sta meglio”?

    Risposta:
    E’ corretta la seconda frase.

    Thumb up +3

  261. 261
    Marina scrive:

    nella costruzione NON CHE CON IL MIO VECCHIO CELLULARE MI TROVASSI MALE, MA HO CAPITO….., come giustifico l’uso del congiuntivo? E’ perche’ la frase secondaria viene prima della principale?
    Grazie!

    Risposta:
    Sì, quando la secondaria con il “che” si trova prima della principale ci vuole in genere il congiuntivo.

    Thumb up 0

  262. 262
    Stella scrive:

    Salve,
    Vorrei chiarire una cosa sul discorso indiretto con frasi interrogative.
    Quando il verbo (chiede o domanda)è al presente, il tempo della secondaria cambia?
    Se il verbo è al passato ( chise domando) si usa l’indicativo o il congiuntivo?
    Grazie di rispondere ( è davvero urgente)

    Risposta:
    In generale, nelle interrogative indirette, il verbo è al congiuntivo, sia che si tratti di presente, sia che si tratti di passato.

    Thumb up +7

  263. 263
    Elena scrive:

    quella che sarebbe potuta essere una magia.
    o
    quella che sarebbe potuto essere una magia

    Risposta:
    “Quella che avrebbe potuto essere una magia”.

    Thumb up +13

  264. 264
    simone scrive:

    Come funziona con la doppia negazione?
    Si dice
    fa nulla
    o
    non fa nulla
    grazie
    simone

    Risposta:
    “Non fa nulla”.

    Thumb up +3

  265. 265
    Elena scrive:

    Salve. La frase “Avendo la dentiera tutte le cose piccolissime tendono ad infiltrarsi” è corretta?

    Risposta:
    Poiché i soggetti dei due verbi sono diversi, per potere usare il gerundio è necessario inserire il soggetto e aggiungere una virgola: “Avendo io la dentiera, tutte le cose piccolissime tendono ad infiltrarsi”

    Thumb up +1

  266. 266
    Zoe scrive:

    1)vorrei sapere se “allerta” è maschile o femminile

    2) La canzone di Umberto Bindi “il nostro concerto” dice: Ovunque sei. Ma non sarebbe più giusto dire “ovunque tu sia”? Grazie

    Risposta:
    1) Secondo lo Zingarelli è femminile, secondo il De Mauro è maschile e femminile.
    2) Bisognerebbe dire “ovunque tu sia”. Spesso i testi delle canzoni seguono logiche diverse da quelle della correttezza grammaticale.

    Thumb up +5

  267. 267
    Lucia scrive:

    Buona sera:)
    Si può( o si deve) scrivere CARO ANIMA GEMELLA(quando si riferisce a un ragazzo) o si scrive CARA ANIMA GEMELLA comunque? (per cominciare una lettera)
    Grazie:)

    Risposta:
    E’ meglio scrivere “cara anima gemella”, anche riferendosi a un uomo.

    Thumb up +2

  268. 268
    Dalloway scrive:

    Salve! Si dice:
    “Marco diceva che Luca era un bravo ragazzo”
    oppure
    “Marco diceva che Luca fosse un bravo ragazzo”
    Grazie

    Risposta:
    “Marco diceva che Luca era un bravo ragazzo”

    Thumb up +8

  269. 269
    simone scrive:

    tre frasi:

    credo che tra dieci anni ci saranno macchine volanti
    voglio che questi jeans tra due anni mi vadano bene
    voglio che questi jeans tra due anni mi andranno bene

    è giusto dire che è errata solo la seconda frase?

    grazie e cordiali saluti
    sb

    Risposta:

    E’ sbagliata solo la terza.

    Thumb up +4

  270. 270
    Mary scrive:

    Salve a tutti e ancora complimenti per il sito! Vorrei che qualcuno mi spiegasse l’uso forse improprio del verbo fare, invece di dire. Come giustificare la scelta di uno scrittore che anziché scrivere:
    Questa si che è oratoria!-Il padre “disse”.
    opta per
    -Questa si che è oratoria!-Il padre “fece”.
    E’corretto dire che si tratta di un’influenza dell’italiano parlato? Ma se pensiamo all’italiano standard si tratta allora di un uso improprio? Grazie mille e auguri di un felice 2013.

    Risposta:
    E’ una forma molto frequente nell’italiano parlato e, se usato in un testo letterario, dà l’idea di un registro meno formale nei dialoghi (in questo caso la frase espressa dal padre).

    Thumb up 0

  271. 271
    giusi scrive:

    PER FAVORE POTRSTE CHIARIRMI UN DUBBIO?
    come si scrive in modo corretto
    qual è oppure qual’è

    Risposta:
    Qual è, senza apostrofo.

    Thumb up +6

  272. 272
    Ilaria scrive:

    E’ giusta questa frase ?
    Non avrei mai più riaperto questi occhi se quel sogno fosse durato in eterno

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  273. 273
    Emilia scrive:

    ciao sono Emilia e ho un dubbio, l’espressione
    “perche’ non sei voluta rimanere a scuola ” e’ giusta?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +2

  274. 274
    Raffaella scrive:

    “MI PIACI”
    c’entra con la FORMA PASSIVA oppure no?

    Risposta:
    No, è un verbo di forma attiva.

    Thumb up +8

  275. 275
    Anna Maria scrive:

    Che differenza c’è tra Anna mi ha detto o Anna mi disse?

    Risposta:
    Abbiamo già affrontato la questione qui.

    Thumb up +3

  276. 276
    Giuseppe scrive:

    e’ corretta la frase

    Giuseppe, vuole essere preso dalla stazione.

    Risposta:
    La frase corretta è “Giuseppe vuole essere preso alla stazione”.

    Thumb up +1

  277. 277
    Daria scrive:

    ho un esercizio (sono di prima madia) dove devo agiungere i nomi apprapriati i quli devono essere preceduti dall’articolo indeterminativo corrispondente. la frase che non mi è chiara è questa:
    1)Per dire “tanto tempo fa” , si può usare anche l’espressione ” __ _______”.
    Cosa devo aggiungere? non ricordo proprio! grazie!!!!!!!!!!!

    Risposta:
    E’ probabile che la risposta sia “un tempo”.

    Thumb up +3

  278. 278
    mario scrive:

    è corretto scrivere ce li aveva i soldi oppure ce gli aveva i soldi?

    Risposta:
    “li”.

    Thumb up 0

  279. 279
    Christian scrive:

    In italiano è corretto abbreviare la forma estesa “più di una” in “più d’una”?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  280. 280
    EnzoGiusti scrive:

    E’ corretto scrivere:

    Gentile Professor Rossi,

    “vorrei sapere quando potrei venire al ricevimento per discutere…”

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  281. 281
    SANDRO scrive:

    Spesso si legge, ad esempio, “mi auspico che la legge sia approvata”. Secondo me è sbagliato, bisogna dire “auspico che la legge sia approvata” SENZA IL “MI”.

    Risposta:
    Infatti, è corretto senza il “mi”.

    Thumb up 0

  282. 282
    pie scrive:

    come si dice
    stasera ce l’ho/c’è lo con te

    Risposta:
    “Stasera ce l’ho con te”.

    Thumb up +10

  283. 283
    ale scrive:

    Ho 2 quesiti da porvi
    Si dice”Malgrado abbia seguito/avessi seguito la tua ricetta, la torta non mi è venuta bene.”

    “Non saprei dirti quando sia arrivata/ fosse arrivata questa lettera”
    Grazie

    Risposta:
    Le frasi corrette sono: “Malgrado abbia seguito la tua ricetta, la torta non mi è venuta bene” e “Non saprei dirti quando è arrivata questa lettera”.

    Thumb up +1

  284. 284
    Aurora scrive:

    perché è scorretta la forma “ci ho trovato un lavoro” con il “ci” inteso come clitico personale, nel senso di “ho trovato a noi/per noi”?

    Risposta:
    Formalmente non è errata, ma non è una forma utilizzata molto probabilmente perché si confonde facilmente con il “ci” locativo, per cui meglio servirsi della forma “a/per noi”.

    Thumb up 0

  285. 285
    lucia scrive:

    si può dire: nonostante quello e’….(nel parlato?)

    Risposta:
    Se dopo “quello” non c’è la virgola, e perciò detto pronome funge da soggetto, la forma è scorretta perché va utilizzato il congiuntivo “sia”.

    Thumb up 0

  286. 286
    mila scrive:

    e giusto dire:se una relazione ha inizio con delle bugie molto probabilmente finirà per le medesime?

    Risposta:
    La frase espressa più correttamente è: “se una relazione ha inizio con delle bugie molto probabilmente finirà a causa delle stesse”.

    Thumb up +1

  287. 287
    teresanna scrive:

    in italiano si può scrivere”voi mangia”

    Risposta:
    No, la forma corretta è “voi mangiate”

    Thumb up 0

  288. 288
    Zoe scrive:

    Debbo scrivere un allerta o un’allerta?
    e al plurale: le allerte o gli allerta?

    Risposta:
    Se si usa come sostantivo, è maschile al singolare e al plurale.

    Thumb up 0

  289. 289
    giusi scrive:

    è corretto scrivere: pensavo che tu avevi qualcosa? oppure: pensavo che tu avessi qualcosa?
    Grazie

    Risposta:
    La forma corretta è “pensavo che tu avessi qualcosa”.

    Thumb up +1

  290. 290
    zenelope scrive:

    si dice
    in vita mia avrei creduto che sarei riuscita a mangiare un piatto di rane
    oppure
    in vita mia avrei creduto di essere riuscita a mangiare un piatto di rane
    perche il soggetto e lo stesso

    Risposta:

    La prima forma è quella corretta, perché riesce a esprimere il futuro del passato, che l’espressione “mai avrei creduto” richiede.

    Thumb up +1

  291. 291
    Anastasia scrive:

    Ho sempre saputo che i verbi “fare” e “dire” appartengono alla seconda coniugazione. Trovo scritto invece sul libro di mio figlio, che frequenta la terza media, che appartengono rispettivamente alla prima e alla terza coniugazione. Dov’è l’errore? Grazie

    Risposta:
    E’ corretto quanto indicato nel libro di suo figlio. Un tempo, molti insegnanti di italiano spiegavano quello che lei dice, spesso però in maniera apodittica, senza offrire adeguati chiarimenti, tant’è che intere generazioni sono cresciute con il dogma dell’appartenenza alla seconda declinazione di “fare” e “dire”. Questi due verbi, infatti, in latino appartengono alla terza coniugazione (facěre e dicěre), che in italiano è stata assorbita dalla seconda coniugazione (-ere). Di questa loro antica appartenenza conservano alcune forme verbali con la tipica vocale tematica “e”, che, limitatamente a quelle forme, li rende perciò simili ai verbi della seconda coniugazione italiana. Ma poiché noi siamo abituati a studiare i verbi irregolari di ciascuna coniugazione, non ha senso estrapolare questi due soltanto offrendo definizioni che confondono gli studenti italiani (soprattutto quelli che non studiano latino) e, a maggior ragione, gli studenti stranieri. Tant’è che i maggiori studiosi della lingua italiana (per esempio Luca Serianni o Marcello Sensini) classificano questi verbi come appartenenti rispettivamente alla prima e alla terza coniugazione.

    Thumb up +10

  292. 292
    david scrive:

    Si può dire “sembra che abbia quaranta anni”?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +4

  293. 293
    Franco scrive:

    Si può scrivere: chi sono interessati ad avere notizie…

    Risposta:
    No. “Chi” è singolare.

    Thumb up +3

  294. 294
    Roberto scrive:

    buongiorno, la frase “forse hai ragione te!” è giusta?

    Risposta:
    No, la forma corretta è “tu”.

    Thumb up +1

  295. 295
    gianfranco pisanu scrive:

    ho un dubbio: si scrive “verranno chiuse le finestre ….” oppure “saranno chiuse le finestre ….”

    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme.

    Thumb up +2

  296. 296
    paola scrive:

    buongiorno
    vorrei avere un’opinione sulla correttezza o meno dell’uso della consecutio ( e dei modi verbali ) in questa frase :
    ” le comunico altresì che per errore era stato comunicato che l’importo fosse sbagliato ma con la presente ne confermo l esattezza ”

    grazie
    p

    Risposta:
    La forma corretta è: “le comunico altresì che per errore era stato comunicato che l’importo era sbagliato ma con la presente ne confermo l’esattezza” .

    Thumb up +4

  297. 297
    vale scrive:

    come e coretto scrivere gli volevo ricordare o li volevo ricordare?

    Risposta:
    Dipende da quel che si vuole dire. “Gli” = “a lui” (nel parlato anche “a loro”). “Li” = “loro”.

    Thumb up +1

  298. 298
    Katia scrive:

    Salve,

    “Chi era quell’uomo che ha chiamato ieri”.
    Vorrei sapere perche’ nella prima parte della frase usiamo imperfetto (era) e no passato prossimo (e’stato)?

    Grazie

    Risposta:
    Si tratta di una descrizione nel passato, che richiede l’imperfetto. Es.: “La ragazza era nervosa”.

    Thumb up +1

  299. 299
    Valentina scrive:

    Vorrei sapere se la frase: “se avessimo iniziato prina a dissodare l’orto, ora potremmo cominciare a seminare” è giusta??? grazie!

    Risposta:
    Sì, è corretta: è un periodo ipotetico misto.

    Thumb up 0

  300. 300
    manuel scrive:

    non è scorretto dire “chi l’avrebbe mai detto che fossero arrivate a tanto ?” piuttosto di dire “chi l’avrebbe mai detto che sarebbero arrivate a tanto”?

    Risposta:
    E’ corretta la seconda frase.

    Thumb up +1

  301. 301
    Simona scrive:

    Buongiorno, è giusto chiedere al telefono: Buongiorno, la chiamo per chiederle se fosse possibile un appuntamento.

    Grazie

    Risposta:
    E’ meglio: “…se sia possibile fissare un appuntamento”.

    Thumb up +4

  302. 302
    Wender105 scrive:

    Vorrei sapere se la seguente frase risulta corretta.

    “Se poi mi si vorrebbe pure insegnare a non essere tifoso allora non posso accontentare nessuno ma quel qualcuno potrebbe pure guardare altrove…”

    è giusto il verbo “vorrebbe”?

    grazie per la risposta

    Risposta:
    La frase corretta è: “Se poi mi si volesse pure insegnare a non essere tifoso allora non potrei accontentare nessuno, ma quel qualcuno potrebbe pure guardare altrove…”
    Oppure: “Se poi mi si vuole pure insegnare a non essere tifoso allora non posso accontentare nessuno ma quel qualcuno potrebbe pure guardare altrove…”

    Thumb up 0

  303. 303
    IrisaBarbarisa scrive:

    Ciao a tutti, com’e giusto?
    mi sa che io l’abbia gia sentito
    o mi sa che l’ho gia sentito.
    Secondo me se “mi sa” vuol dire “mi sembra”, “io penso”…la prima frase e giusta e dobbiamo usare il congiuntivo passato, ma ho sentito un italiano dire la seconda frase. perche? chi si sbaglia e oppure quel italiano? grazie

    Risposta:
    Poiché il soggetto della reggente coincide con quello della subordinata, la frase va all’infinito: “Mi sa di averlo già sentito”. L’uso dell’indicativo sta a indicare che si è di fronte più a una constatazione che a un interrogativo, perciò l’indicativo in sé non è sbagliato.

    Thumb up +1

  304. 304
    anna scrive:

    Alcuni miei colleghi in ufficio, usano la seguente forma verbale “che tu sappi”. Secondo me sarebbe più corretto dire “che tu sappia”.
    Il contesto della frase sarebbe “che tu sappia, abbiamo ricevuto aggiornamenti dalla sede?”.
    Grazie

    Risposta:
    “Che tu sappia” è la forma corretta. “Sappi” è imperativo, per cui l’uso con il “che” è del tutto sbagliato.

    Thumb up +1

  305. 305
    marco scrive:

    volevo sapere se è corretta la frase:
    Che ti avevo detto di Roma? Una volta che ci saresti andata te ne saresti subito innamorata…
    grazie

    Risposta:
    La frase corretta è: “Che ti avevo detto di Roma? Che una volta che ci fossi andata te ne saresti subito innamorata…”

    Thumb up +1

  306. 306
    studentessa..confusa scrive:

    che differenza c’è tra “mi disse” e “mi ha detto” ?

    Risposta:
    Il primo è passato remoto e indica un’azione lontana nel tempo oppure lontana psicologicamente ed emotivamente per chi parla. Il secondo è passato prossimo e indica un’azione passata che ha ancora significato per chi parla oppure che non è passata da molto tempo. La seconda forma è inoltre molto più frequente nell’italiano dell’Italia centro-settentrionale, la prima in quello dell’Italia meridionale e in Toscana.

    Thumb up +2

  307. 307
    simone scrive:

    è corretto scrivere “vi allego il documento nel caso potesse servirvi”? O in questo caso bisogna necessariamente utilizzare “possa”?

    Risposta:

    La frase è corretta, ma il verbo “potere” è ridondante. Va bene “nel caso vi servisse”.

    Thumb up +2

  308. 308
    Paolo scrive:

    è sbagliato scrivere “essi sono così di suo” giusto?
    direi che è corretto “essi sono così di loro” ma vorrei la conferma

    Risposta:
    E’ corretta la frase: “essi sono così di loro”.

    Thumb up +4

  309. 309
    Massimo scrive:

    Quale delle due frasi è corretta?
    1. Ho comprato un paio di scarpe con il tacco che non uso mai;
    2. Ho comprato un paio di scarpe, con il tacco, che non uso mai.
    Grazie per l’aiuto,
    Massimiliano

    Risposta:
    Sono corrette entrambe, ma nella seconda la prima virgola si può anche togliere.

    Thumb up 0

  310. 310
    vincenzo scrive:

    Salve a tutti! Vorrei cortesemente sapere da qualcuno se nella seguente frase è corretto oppure no l’uso dell’ausiliare avere oppure è più corretto l’ausiliare essere? ” tra noi si AVEVA pensato si andaré al Cinema piuttosto che in discoteca “… Grande a quell’anima Pía che mi responderá’ ;)

    Risposta:
    Quando si utilizza la forma spersonalizzante con il “si”, è necessario l’ausiliare “essere”, per cui: “si era pensato di andare”.

    Thumb up +2

  311. 311
    luigi scrive:

    qual è il plurale della parola “ozio”?

    Risposta:
    “Ozi”.

    Thumb up 0

  312. 312
    marco scrive:

    è corretto dire : credevo fosse sceso dal treno?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  313. 313
    donatella scrive:

    buon pomeriggio
    è più corretto dire: non so se ci sono o non so se ci siano?
    grazie

    Risposta:
    “Non so se ci siano” è più corretto, ma nella lingua parlata è d’uso comune anche l’indicativo.

    Thumb up +5

  314. 314
    giulia scrive:

    si puo dire :la vita ha delle ore contate’

    Risposta:
    “La vita ha le ore contate”.

    Thumb up +5

  315. 315
    Alex scrive:

    Salve.
    un uomo riferendosi ad una donna , deve dire :” ti ho invitata” o ” ti ho invitato” . Grazie

    Risposta:
    Quando c’è il pronome diretto (“ti”, in questo caso), sono accettate entrambe le forme.

    Thumb up +4

  316. 316
    Luciana scrive:

    Si può dire ‘i genitori la vanno a trovare’?
    E un altra domanda si può dire ‘Lei è rimasta incinta’?

    Risposta:
    Sì, entrambe le frasi sono corrette.

    Thumb up +2

  317. 317
    franca scrive:

    Domanda: è giusto dire, le votazioni vanno svolte con voto segreto… Non sarebbe meglio dire le votazioni si svolgono con voto segreto…

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le frasi, ma la prima significa che è necessario che le votazioni si svolgano così, mentre la seconda indica soltanto che avviene ciò.

    Thumb up +4

  318. 318
    NICOLA scrive:

    VORREI SAPERE SE è CORRETTA LA DEFINIZIONE POSTERNO PER IDENTIFICARE UNA ZONA SITUATA PERENNEMENTE A NORD

    Risposta:
    Non conosciamo questo termine.

    Thumb up +2

  319. 319
    Alice scrive:

    Salve vorrei sapere se è corretto dire rivolgendomi ad un’altra persona…le l’avevo detto ad alberto di sistemare ecc ecc.

    Grazie

    Risposta:
    La frase corretta è: “L’avevo detto ad Alberto di…”, oppure “gliel’avevo detto di…”. La forma “gliel’avevo detto, ad Alberto, di…” è frequente nella lingua parlata, per dare enfasi alla persona in oggetto, anche se si consiglia di evitarla nella lingua scritta (a meno che non si riprenda un dialogo).

    Thumb up 0

  320. 320
    Massimiliano scrive:

    Salve volevo sapere se e’ corretto dire:
    FORSE DOVRO’ SCRIVERE UN LIBRO
    oppure
    FORSE DOVREI SCRIVERE UN LIBRO

    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le frasi, ma la prima indica che forse ho questo impegno, la seconda che sarebbe meglio per me scrivere un libro.

    Thumb up +1

  321. 321
    Claudio scrive:

    Buongiorno, ho qualche dubbio grammaticale sulla frase “Capisco che ci potesse essere poca attenzione nell’imballo, ma comunque un minimo di “cura” ci doveva essere anche in questo caso.”, riferita ad un evento di alcuni giorni fa.
    Potrebbe suggerire una formulazione corretta, nel caso non lo fosse ?
    Grazie.

    Risposta:
    La formulazione più corretta è: “Capisco che ci potesse essere poca attenzione nell’imballo, ma comunque un minimo di “cura” avrebbe dovuto esserci anche in questo caso.”

    Thumb up +5

  322. 322
    ROBERTO scrive:

    Secondo Voi
    E’ più corretto scrivere:
    Campi a disposizione dei Soci
    o
    Campi a disposizione per i Soci
    ?????????

    Risposta:
    “Campi a disposizione dei Soci”.

    Thumb up +1

  323. 323
    Thais scrive:

    Ciao ,

    vorrei sapere se l’ espressione “chi l’ avrebbe mai detto” ha lo stesso significato di “chi l’ avrebbe immaginato”.

    Grazie!

    Risposta:
    Sì, le due espressioni hanno lo stesso significato.

    Thumb up +2

  324. 324
    maria scrive:

    Buongiorno.
    E’ meglio dire “non bisogna usare il telefonino” o ” non si deve usare il telefonino”?
    Penso che siano valide le due possibilità ma vorrei sapere quale sia quella più usata?
    Grazie.

    Risposta:
    Sono corrette ed egualmente diffuse entrambe le forme.

    Thumb up +1

  325. 325
    enrico scrive:

    é piu correto dire ho preso un’autobus oppure e meglio dire unatuobus

    Risposta:
    Un autobus.

    Thumb up 0

  326. 326
    Al Fadhil scrive:

    un’amica mi ha posto i seguenti versi. vorrebbe che siano capiti come fossere poesia. ho qualche dubbio. lei cosa pensa. grazie

    Musa che si nasconde nel buio,
    come un raggio di luce.
    Un mazzo di rose fresche, Visto dall’alto,
    le sue spine dentro il cuore,
    ed io copro il volto mio nel fango.
    Con le mani, mi stringo attorno a me stesso

    Risposta:
    Sì, è una bella poesia.

    Thumb up 0

  327. 327
    io scrive:

    salve. Quale è la forma corretta per dire: se mi dovessero chiedere/chiedessero quale sia/fosse…. ??

    Risposta:
    Bisognerebbe vedere la frase per intero. “Se mi dovessero chiedere quale sia il mio film preferito, risponderei…”; “Se mi dovessero chiedere quale fosse in gioventù la mia condotta scolastica, risponderei…” ecc. “Dovessero chiedere” e “chiedessero” sono qui intercambiabili, essendo dello stesso tempo verbale.

    Thumb up +1

  328. 328
    Sabine scrive:

    Ciao, come mai il film si intitola “La meglio gioventù” se mi hanno insegnato che meglio è il comparativo di bene e quindi un avverbio?

    Risposta:
    Si dovrebbe dire in effetti “la gioventù migliore”. Si tratta però di una citazione letteraria: il titolo del film si richiama all’opera di Pier Paolo Pasolini, la raccolta di poesie in dialetto friulano intitolata appunto “La meglio gioventù”.

    Thumb up 0

  329. 329
    Jane Gobbo scrive:

    E giusto dire: grazie tante o grazie tanto?

    Risposta:
    “Grazie tante”

    Thumb up 0

  330. 330
    tiziana scrive:

    buonasera mio figlio di 9 anni ha scritto in un testo” Giancarlo si era scordato…” ma l’insegnante ha cancellato la frase ed ha inserito la parola “dimenticato” è corretta? ringrazio Tiziana

    Risposta:
    Il verbo scelto dal ragazzo è corretto.

    Thumb up +8

  331. 331
    verzolla scrive:

    Si dice “scuociono” o “scuocciono”?

    Risposta:
    “Scuociono”, con una sola “c”.

    Thumb up 0

  332. 332
    Flebbi scrive:

    Come e’ esatto scrivere,
    rimborsato il capitale detratto dalla perdita
    oppure rimborsato il capitale detratto della perdita?
    Grazie

    Risposta:
    Il verbo “detrarre” regge la preposizione “da” (detrarre le spese dalla dichiarazione dei redditi), oppure “a” (detrarre valore all’impresa). In questo caso, anche se andrebbe vista tutta la frase, la prima è corretta.

    Thumb up 0

  333. 333
    rs scrive:

    Si può dire: e come se uno ci credesse pure

    Risposta:
    Anche se bisognerebbe conoscere il contesto, la frase “è come se uno ci credesse” può andare bene.

    Thumb up 0

  334. 334
    Antonio scrive:

    Buongiorno,
    i miei colleghi in ufficio mi prendono in giro perché mi capita spesso di dire ai clienti “grazie molte”. Vorrrei sapere se è effettivamente un errore, o se invece sono loro che farebbero bene a ripassare l’ultima lezione di italiano seguita circa 40 anni fa..
    Grazie.
    Antonio.

    Risposta:
    La forma usata è corretta.

    Thumb up 0

  335. 335
    Julie scrive:

    Salve, ho sentito molto avvocati usare le seguenti espressioni: “Ci vediamo a studio”, “Vado a studio”, “Sono a studio”. E’ scorretto vero????
    Grazie
    Cordiali saluti
    J

    Risposta:
    “Allo studio” è la forma corretta.

    Thumb up +1

  336. 336
    rosa scrive:

    Buon Giorno. Vorrei sapere quale frase è più corretta , tenendo conto che le due donne sono ancora amiche e che Barbara è ancora viva.
    1) Maria, non sapevo che fossi amica di Barbara!
    2) Maria, non sapevo che eri amica di Barbara!
    Grazie
    Cordialmente
    Rosa

    Risposta:
    La numero 1 è corretta.

    Thumb up +5

  337. 337
    Anna scrive:

    E’ corretto dire: ti ho svegliata, se mi riferisco ad una donna?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +2

  338. 338
    simona scrive:

    Buongiorno,

    se io dico in risposta ad una domanda “Forse Tizio viene” e poi aggiungo “anzi, a tal proposito, se Tizio dovesse sicuramente venire, posso andare io in ferie?”..ho commesso un errore? E’ corretta la forma “se dovesse sicuramente”?
    Grazie mille

    Risposta:
    La forma corretta è “potrei andare”, quanto a “se dovesse sicuramente”, può essere corretta, ma dipende dal contesto.

    Thumb up 0

  339. 339
    Robert scrive:

    Se devo dire che vado a “lavorare la notte tra sabato e domenica alle 2″ se dico vado a “lavorare domenica alle 2″

    Risposta:
    Poiché è frequente, nella lingua parlata, dire “le 2″ anche per “le 14″, allora è necessario aggiungere “alle 2 di notte”.

    Thumb up 0

  340. 340
    mara scrive:

    vorrei sapere se la frase “se fossi stato” è condizionale o congiuntivo

    Risposta:
    Congiuntivo.

    Thumb up +1

  341. 341
    luigi scrive:

    Salve si puo’ scrivere

    te l’ho sei mangiato o e’ corretto scrivere
    te lo sei mangiato

    Risposta:
    “Te lo sei mangiato”.

    Thumb up 0

  342. 342
    Federica scrive:

    Si dice “non sai cos’è il rispetto” oppure “non sai cosa sia il rispetto” ?

    Risposta:
    La frase con il congiuntivo è grammaticalmente più corretta.

    Thumb up 0

  343. 343
    Giulia scrive:

    Salve, vorrei sapere quale di queste due forme è più corretta:
    Pensavo dovessi essere più imbarazzata oppure pensavo che mi sarei sentita più imbarazzata. Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme. La prima si riferisce a un imbarazzo in quel momento, la seconda in un momento successivo.

    Thumb up 0

  344. 344
    annamaria scrive:

    si può dire: sono un docente precario e fa presente che…………

    Risposta:
    Precario o sgrammaticato? Ci vuole concordanza tra soggetto e predicato. La frase corretta è “sono un docente precario e faccio presente che…”.

    Thumb up +1

  345. 345
    Adele scrive:

    Scusate si dice mi sn fatta i compiti???

    Risposta:
    Esiste la forma con il pronome indiretto utilizzato in senso affettivo, ma in questo caso pare una forzatura (semmai potremmo dire “mi sono fatta una cioccolata”). Perciò la frase corretta è “ho fatto i compiti”.

    Thumb up +1

  346. 346
    Elisabetta scrive:

    Vorrei sapere se l’uso della formula “è che” sia italiano corretto oppure derivi da una qualche distorsione dialettale.
    Faccio un esempio: “No, non ci sono andata, è che non sapevo avessimo un appuntamento”.
    Grazie e complimenti per l’utile servizio!

    Risposta:
    Sottintende “il fatto è che” oppure “la verità è che”. Non è sbagliata, ma è meglio confinarla alla lingua parlata ed essere più precisi in quella scritta.

    Thumb up +1

  347. 347
    gloria scrive:

    salve,si può dire ti scrivo a un medico.o si dice li scrivo ,grazie.

    Risposta:
    Per rivolgersi direttamente in modo formale: “Le scrivo”.

    Thumb up 0

  348. 348
    ECM scrive:

    Perche’ la preposizione di luogo per Norfolk e’ ‘a Norfolk anziche’ in Norfolk, pur trattandosi di una regione?

    Risposta:
    Probabilmente l’errore deriva dalla confusione con la città di Norwich. Bisognerebbe quindi dire “nel Norfolk”, come nel caso delle altre contee inglesi (“nel Dorset”, “nel Kent”, “nel Lancashire”…). Se il nome della città e della contea coincidono, allora si suol dire “nella contea di Durham”.

    Thumb up +4

  349. 349
    Umbertino scrive:

    È’ giusto scrivere: sappiate che il voto non ve lo do’ nemmeno se venite a supplicarmi

    Risposta:
    No, la forma corretta è “do” senza apostrofo.

    Thumb up +1

  350. 350
    Mag scrive:

    Ciao a tutti,
    il mio dubbio non riguarda la correttezza grammaticale ma piuttosto il fatto che un’espressione sia più o meno “villana”.
    Il quesito riguarda la situazione in cui un interlocutore dica qualcosa e l’altro che non ha ben capito il messaggio risponda utilizzando l’espressione: “che vuoi?”.
    A me sembra un’espressione molto villana mentre per il mio ragazzo è un’espressione normale. Mi date un parere? grazie

    Risposta:
    In effetti è un modo sgradevole di rivolgersi all’interlocutore. Meglio “prego?” per far ripetere, oppure “che cosa intendi?” per chiedere di chiarire.

    Thumb up +1

  351. 351
    Alessia scrive:

    LA prof di linguistica dice che l’espressione corretta è “vado a cinema” e non “vado al cinema” è giusto?

    Risposta:
    L’espressione corretta è “vado al cinema”.

    Thumb up +2

  352. 352
    angelo scrive:

    In una indicazione oraria di durata, ad esempio dalle cinque del pomeriggio alla mezzanotte e trenta, è sbagliato scrivere dalle 17,00 alle 24,30 o è preferibile (o meglio corretto) scrivere dalle 17,00 alle 00,30 del giorno successivo?

    Risposta:
    E’ corretto scrivere “dalle 17,00 alle 00:30″.

    Thumb up 0

  353. 353
    EMANUELA scrive:

    E’ CORRETTO DIRE LO CHIAMO O GLI CHIAMO? GRAZIE

    Risposta:
    “Lo chiamo”.

    Thumb up 0

  354. 354
    michele scrive:

    il mio quesito è questo:
    è corretto scrivere
    “Era evidente che la condanna a morte non era stata eseguita”
    oppure
    “Era evidente che la condanna a morte non fosse stata eseguita”
    grazie

    Risposta:
    La seconda è sbagliata, perché non ha qui senso il congiuntivo.

    Thumb up 0

  355. 355
    Andrea scrive:

    “Sono cavoli amari” cosa significa?

    Risposta:
    Significa che sono problemi grossi.

    Thumb up 0

  356. 356
    pino scrive:

    Buonasera. Mio figlio (7 anni) spesso dice “…ma però”. Ho letto che secondo la nuova grammatica non è considerata una espressione errata, ma sono portato a correggerlo; faccio bene, oppure lo lascio dire? Grazie e a presto. Pino.

    Risposta:
    Non è un errore se è inteso come rafforzativo, è evitabile quando invece esprime ridondanza. Diciamo che, se dobbiamo scegliere tra i vari errori da correggere ai bimbi, questo non è il più grave.

    Thumb up +6

  357. 357
    Carlo scrive:

    ma qual e il participio e che funzione svolge in questa frase:
    Gli spettatori applaudirono il cantante

    Risposta:
    “Cantante” è participio presente e svolge la funzione di sostantivo.

    Thumb up 0

  358. 358
    Mario Rossi scrive:

    è corretto dire “in ogni posto che andiamo”?

    Risposta:
    No, bisogna dire “in ogni posto in cui andiamo”.

    Thumb up +2

  359. 359
    conny scrive:

    si può dire: l’ho avuto regalato?

    Risposta:
    Non è scorretto, ma suona meglio dire “l’ho avuto in regalo”.

    Thumb up +3

  360. 360
    Paola scrive:

    Buonasera, volevo sapere se il numero 308 in lettere trecentotto. Può spiegare il perchè grazie mille!

    Risposta:
    In lettere è “trecentootto”.

    Thumb up +1

  361. 361
    Alberto scrive:

    è più corretto dire sono le quattordici o sono le due del pomeriggio?

    Risposta:
    Quando si scrive, e quando si parla di appuntamenti ufficiali o di orari del treno, è meglio dire “14:00″, ma nella lingua parlata si dice “due del pomeriggio”.

    Thumb up +2

  362. 362
    Andrea scrive:

    “a chi lo dici” la sento frequentamente pero’ non riesco a capire cosa significa.

    Risposta:
    Significa “ti capisco perfettamente”, oppure “succede lo stesso anche a me”.

    Thumb up +2

  363. 363
    Mary scrive:

    Ho un dubbio sulla frase:
    “Spero di RESTARE tranquilla”
    Sarebbe meglio dire “rimanere tranquilla”? Oppure vanno bene entrambe le forme?
    Grazie mille.

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +2

  364. 364
    pino scrive:

    Buonasera. Devo scrivere una lettera ad un sindaco donna:come intesto? Alla cortese attenzione della signora sindaco, oppure alla cortese attenzione della signora sindaca? Grazie per la risposta e a presto.

    Risposta:
    Rimandiamo alla risposta che abbiamo dato qui. Un’altra soluzione potrebbe essere la seguente: “Cort. Att.ne Dott.ssa (o Sig.ra) Tal dei Tali, Sindaco di …”.

    Thumb up +1

  365. 365
    Mary scrive:

    Salve a tutti, è corretta la frase
    “Il CONTINGENTE mi deprime”
    per indicare tutto ciò che ha a che fare con la società in cui si vive???
    Si tratta di una parola polisemica, ed è per questo che mi assale il dubbio…

    Risposta:
    Sì, va bene. Si può anche dire “la contingenza”.

    Thumb up +2

  366. 366
    maria scrive:

    è corretto scrivere: se tu avessi potuto

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  367. 367
    Valentina scrive:

    E’ corretto usare la parola “pomeriggio” non preceduta da alcuna preposizione?
    “Ci vediamo DI/NEL pomeriggio” mi suona molto piu’ corretta che “ci vediamo pomeriggio”.
    Grazie

    Risposta:
    Senza la preposizione è una forma scorretta.

    Thumb up 0

  368. 368
    Dario scrive:

    Voglio sapere una cosa. Se io dico fate come per pigiare il bottone, significa fate come se voleste pigiare il bottone? Come devo interpretare tecnicamente questo?

    Risposta:
    Significa “agire come si agirebbe in quel caso”.

    Thumb up +1

  369. 369
    Pier scrive:

    Si dice: “ultime paia di scarpe” oppure ” ultimi paia di scarpe?
    Grazie

    Risposta:
    “Ultime paia di scarpe”, perché “paia” al plurale è femminile.

    Thumb up 0

  370. 370
    maria teresa scrive:

    scusate volevo sapere se entrambe queste frasi sono corrette:
    infilare un ago
    infilare un filo
    grazie

    Risposta:
    Sì, anche se naturalmente dipende dal contesto.

    Thumb up +1

  371. 371
    Paolo scrive:

    Buongiorno, ottimo sito anche per un papà di un tredicenne..
    Esiste e qual é il femminile singolare di successore? Grazie mille.

    Risposta:
    “Succeditrice”, anche se è una forma così rara che è più frequente incontrare altre locuzioni (come “che è succeduta”).

    Thumb up 0

  372. 372
    andrea scrive:

    buongiorno, vorrei sapere se è corretto dire “gli chiedeva se sarebbe riuscito a fargli quel favore” oppure “gli chiedeva se fosse riuscito a fargli quel favore”. grazie

    Risposta:
    Sono entrambe corrette, dipende se l’azione si svolge nel futuro rispetto al passato (prima frase) o anteriormente al passato (seconda frase).

    Thumb up 0

  373. 373
    laura scrive:

    c’è il plurale di musica? Grazie

    Risposta:
    Sì, le musiche.

    Thumb up +2

  374. 374
    mimmo scrive:

    salve, qualcuno talvolta mi dice… “che fine hai fatto” secondo me è da maleducati.. ho ragione? grazie.

    Risposta:
    Se è una domanda, non è da maleducati: significa “Che cosa ti è capitato?”. Se è un’affermazione, può essere un’offesa perché significa “Poveretto, hai fatto una brutta fine”.

    Thumb up +2

  375. 375
    Mario scrive:

    si dice:non dubito che tu non glielo avresti dato o che tu glielo avessi dato?

    Risposta:
    La prima frase è corretta. La seconda lo sarebbe con “abbia dato”.

    Thumb up 0

  376. 376
    zani scrive:

    è corretto usare un soggetto dopo il che es: la strada che tu fai è lunga…(è corretto dire tu dopo il che i questa frase??))

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  377. 377
    rs scrive:

    Si può dire: speriamo che mi sento meglio?

    Risposta:
    “Speriamo di sentirmi meglio”. La coincidenza del soggetto comporta l’uso dell’infinito.

    Thumb up 0

  378. 378
    Andrea scrive:

    camicia -> camicie
    acacia -> acacie
    faccia -> facce
    goccia -> gocce
    valigia -> valigie
    ciliegia -> cigliegie
    frangia -> frange
    Ma non c’è una regola precisa per il plurale di questo tipo di parole?

    Risposta:
    Qui c’è una spiegazione.

    Thumb up +10

  379. 379
    Odilia scrive:

    É lo stesso dire: SECONDO il giornale di ieri… e A SECONDA il giornale di ieri…..? grazie.

    Risposta:
    La prima forma è corretta.

    Thumb up 0

  380. 380
    Antonio scrive:

    Vorrei sapere se è corretta la frase: “Qualche volta mi sembrava di non aver mai fatto altro”.
    Grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  381. 381
    SILVIA PEPE scrive:

    SONO UNA DONNA GEOMETRA, COME MI DEVO PRESENTARE: LA GEOM. PEPE O IL GEOM. PEPE
    SALUTI SILVIA

    Risposta:
    Su questa tematica ci sono due scuole diverse: chi difende la forma tradizionale (maschile, ma perché in passato era una professione solo maschile) e chi invece propone di adeguarsi anche linguisticamente alla parità di genere. Scelga lei, ma in ogni caso sia pronta a difendere la sua scelta di fronte all’altra fazione!

    Thumb up 0

  382. 382
    khaled scrive:

    ciaoo :) possiamo dire se ne adatta a voi o è adatta a voi gz in anticipo :)

    Risposta:
    “E’ adatta a voi”.

    Thumb up 0

  383. 383
    pensierosa scrive:

    si scrive “mi hai” oppure “M’hai”?
    Sul web ho trovato una frase in cui c’era scritto “M’hai fatto pena” e mi è venuto questo dubbio.

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +3

  384. 384
    mercy scrive:

    come si dice ….ho dimagrito oppure….sono dimagrito

    Risposta:
    “Sono dimagrito”.

    Thumb up +2

  385. 385
    Leo scrive:

    E’ corretto dire ” non è che io e te ci potremmo incontrare? ”

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  386. 386
    sonnynauta scrive:

    l’Italiano è una lingua che ha tante sfumature e significati che altre lingue se li sognano.
    è giusto se li sognano o se le sognano?
    Quando ci sono maschile e femminile nella stessa proposizione, l’articolo che indica il predicato deve essere maschile o femminile?

    Risposta:
    Deve essere maschile. Perciò la frase è corretta.

    Thumb up +1

  387. 387
    Francesco scrive:

    E’ corretto scrivere “questo pezzo è rotto e vuole cambiato” oppure “il film è brutto, non vuole visto”, mi sembrano scorrette, però le sento dire frequentemente

    Risposta:
    Sono forme scorrette e non le abbiamo mai sentite. Bisogna dire “va cambiato” e “non va visto”.

    Thumb up 0

  388. 388
    omar scrive:

    vorrei sapere se è coretto dire dov’è..

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +2

  389. 389
    khaled scrive:

    ciaooo :) ,si puo dire: “non lo so se questo notizie sia ufficiale o no,ma questo che ci hanno scritto

    oppure “non lo so se questo notizie sia ufficiale o no,ma questo che ne hanno scritto”
    mi pare ke la seconda frase sia giusto,no? gz in anticipo :)

    Risposta:
    La frase corretta è: “Non lo so se questa notizia sia ufficiale o no, ma è questo che hanno scritto”.

    Thumb up +1

  390. 390
    Salvatore scrive:

    è esatta l’espressione: Ho provato allora a mettere a confronto?

    Risposta:
    Sì, è corretta.

    Thumb up +3

  391. 391
    Clo scrive:

    Ciao scusate ma volevo sapere la forma corretta,per scrivere questa frase,calcolando è una cosa futura non ancora successa
    “ma dovevamo essere sicuri per quel giorno fossero o siano terminati i festeggiamenti!”?
    Grazie

    Risposta:
    Trattandosi di posteriorità, la forma corretta è: “ma dovevamo essere sicuri che per quel giorno sarebbero terminati i festeggiamenti”.

    Thumb up 0

  392. 392
    gennyteppe scrive:

    è giusto dire “speriamo che andiamo?”
    secondo me no!

    Risposta:
    Bisogna dire “speriamo di andare”.

    Thumb up 0

  393. 393
    raffaele sebastian scrive:

    è corretto dire “lei mi chiese se avrei guardato un film…”? è giusto usare “se avrei” o meglio usare “se avessi”?

    Risposta:
    Dipende. Se l’azione di “guardare il film” è passata rispetto a “mi chiese”, allora è corretto “se avessi”. Se è futura, bisogna dire “se avrei guardato”.

    Thumb up +5

  394. 394
    Camilla scrive:

    Mi chiedevo, parlando di possessioni, quale espressione fosse corretta: 1. ‘quella persona è impossessata dal diavolo’ 2. ‘quella persona è posseduta dal diavolo’ o entrambe possono considerarsi corrette?
    Grazie

    Risposta:
    La seconda è più comune.

    Thumb up 0

  395. 395
    Ale scrive:

    Buonasera, vorrei sapere cortesemente se questa frase è corretta.
    Grazie mille:

    mai in vita mia avrei creduto che fossi riuscita a mangiare un piatto di rane

    Risposta:
    La forma corretta è: “che sarei riuscita a mangiare”, cioè il futuro nel passato.

    Thumb up 0

  396. 396
    SEBI scrive:

    molti spesso dicono se dovrei anziche’ se dovessi,
    e cosi come altre parole che iniziano con se.
    vorrei sapere se e’ sbagliato del tutto dire “se dovrei”?
    inoltre vorrei sapere se per caso ci sia qualche evoluzione della lingua che permetta di usarlo?
    Cito il caso del ” ma pero’: prima era del tutto errato usarlo, ora invece e’ possibile.

    ciao e grazie anticipatamente.

    Risposta:
    Il “se” con il condizionale è sbagliato nel periodo ipotetico e non ci sono elementi che facciano pensare a un’evoluzione di questo tipo, ma quando è una proposizione interrogativa indiretta è corretto. Esempio: “Non so se al tuo posto avrei fatto lo stesso”.

    Thumb up +1

  397. 397
    gigi scrive:

    E’ corretto dire “mi vado a dormire” oppure si dice solo “vado a dormire”

    Risposta:
    “Vado a dormire”, oppure “Me ne vado a dormire”.

    Thumb up 0

  398. 398
    scrive:

    Salve, è corretta questa frase:”Si dice che quando la volpe non arrivi all’uva dica che sia amara!” Grazie.

    Risposta:
    La frase corretta è: “Si dice che quando la volpe non arriva all’uva dica che è amara!”. L’unico congiuntivo necessario è quello che dipende da “si dice che”.

    Thumb up +3

  399. 399
    nicola toraldo scrive:

    su google ho trovato scritto sia parmiggiana ( con 2 g ) di melanzane e sia melanzane alla parmigiana.sono due cose differenti o e’ corretta solo una forma ?

    Risposta:
    La forma con una sola “g” è corretta. I motori di ricerca indicizzano tutti, anche gli errori.

    Thumb up 0

  400. 400
    ginolatino scrive:

    ciao, come si scrivono i nomi di fiori, maiuscolo o minuscolo? es: viola del pensiero, Viola del pensiero o Viola del Pensiero…, Rosa o rosa?
    grazie

    Risposta:
    Normalmente minuscolo.

    Thumb up 0

  401. 401
    Mirella scrive:

    Sensazioni palpabili all’esterno dal genere umano
    o
    Sensazioni palpabili dall’esterno dal genere umano

    Risposta:
    La frase è molto oscura, perciò è difficile dire quale forma sia corretta.

    Thumb up 0

  402. 402
    davide scrive:

    È corretto dire “probabilmente ti sarebbe stato dato se…”? Non suona molto bene, ma è ciò che più si avvicina alla frase che ho tradotto…

    Risposta:
    Sì, è corretto.

    Thumb up +5

  403. 403
    saverio scrive:

    Si puo dire: “Se vorrei essere a casa, la vigilia di Natale, è perché mia madre ha detto che quando io sono in servizio di notte, per lei non è Festa”? GRAZIE!

    Risposta:
    Sì, è corretta perché non è un periodo ipotetico.

    Thumb up 0

  404. 404
    Mirella Rovigati scrive:

    Scusa ma non avevo pensato che certi commenti possono infastidire una donna, la tua donna
    oppure
    Scusa ma non avevo pensato che certi commenti possano infastidire una donna, la tua donna

    Risposta:
    La prima frase è corretta, la seconda no. L’alternativa col congiuntivo richiede l’imperfetto (“potessero”: in tal caso si riferisce a quei commenti in particolare mentre l’indicativo della prima frase si riferisce a certi commenti in generale).

    Thumb up +4

  405. 405
    pasquale scrive:

    e corretto dire volevo essere andato al mare con luca?

    Risposta:
    No, si dice “sarei voluto andare al mare con Luca”.

    Thumb up +3

  406. 406
    stefania scrive:

    è corretto scrivere, la spiegazione che gli avevo data? oppure, la spiegazione che gli avevo dato?

    Risposta:
    La prima forma è rara, è presente in alcuni testi dalle velleità letterarie. E’ molto meglio la seconda.

    Thumb up 0

  407. 407
    claudia scrive:

    la frase ..IO PENSO CHE SE SARò PIù OTTIMISTA L’ANNO SCOLASTICO ANDRà MEGLIO ..si può utilizare o si dovrebbero utilizzare dei tempi diversi?

    Risposta:
    Va bene così.

    Thumb up 0

  408. 408
    gianni scrive:

    si può dire ” tu sapevi che io fossi stanco”?

    Risposta:
    No. Si dice “tu sapevi che ero stanco”.

    Thumb up +1

  409. 409
    katarinkam. scrive:

    Scusate, ma ancora un esempio in cui non capisco l’uso della particella: “Sì siamo passati di là e abbiamo visto molte persone per strada” >> bisogna sostituire “di la”…la chiave del libro fornisce con la risposta “ci”, Perche poi tutti i libri di gramatica dicono che “di/da quel luogo” viene sostituito da “ne”?

    grazie :)

    Risposta:
    “Ne” significa “di/da quel luogo” nel senso di origine. Nel tuo esempio, invece, si usa “ci” perché “di là” significa “in/per quel luogo”.

    Thumb up 0

  410. 410
    katarinkam. scrive:

    Ciao, cercando di imparare ad usare particelle ci e ne, mi e nato il seguente dubbio: ho visto usare il verbo “venire” con entrembe le particelle, nonostante il fatto che l’espressione “vengo da voi” indica la direzione VERSO “voi” >> quindi come se nel “ci vengo” “ci” sostituisse l’espressione “verso quel luogo”. Ma cosa precisamente significa (che direzione esmprime):
    “Hai visto la nostra palestra?”
    “NE vengo proprio ora”

    >> e giusto dedurne che “venire”, infatti, puo nei rispettivi contesti designare le direzioni opposte?

    grz ml

    Risposta:

    “Ci” vuol dire “in quel posto”, “ne” significa “da quel posto”.

    Thumb up +2

  411. 411
    natalia scrive:

    buonasera,sono curiosa di sapere una cosa- la frase tipo
    “Che ne diresti se ci vedessimo a pranzo?” e`periodo ipotetico di secondo tipo?Grazie in anticipo

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  412. 412
    carlo scrive:

    buongiorno, scusandomi della mia ignoranza, le chiedo, se è giusto dire – se potreste, o se poteste?
    grazie.
    carlo

    Risposta:
    Qual è il contesto? Entrambe le forme sono possibili, a determinate condizioni.

    Thumb up +1

  413. 413
    carlo scrive:

    E’ giusto dire anche “il pneumatico” e “i pneumatici”?

    Risposta:
    I dizionari accettano ormai anche questa forma.

    Thumb up 0

  414. 414
    carlo scrive:

    Si dice: “insiema a voi” oppure “insieme con voi”?

    Risposta:
    Sono accettate entrambe le forme, anche se la seconda è più appropriata.

    Thumb up 0

  415. 415
    Caterina scrive:

    si può dire: “la cintura dell’accappatoio sta scesa” per dire che è caduta sui fianchi? grazie

    Risposta:
    No, si dice “è scesa”.

    Thumb up 0

  416. 416
    Gian Luca scrive:

    Scusate, si può scrivere “Il mio cane dov’è?” oppure “Dov’è il mio cane?
    Vin ringrazio per la risposta

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme.

    Thumb up 0

  417. 417
    Giuseppe scrive:

    Si può dire “senza di voi non avrei mai notato che fuori piove” ?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +2

  418. 418
    ale scrive:

    Si può usare l’espressione “ma purtroppo…” ?

    Risposta:
    Sì, anche se dipende sempre dal contesto.

    Thumb up 0

  419. 419
    roberto scrive:

    sE’ CORRETTO DIRE “SEMPRE PIU’ SPESSO” ?
    GRAZIE

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  420. 420
    Martina scrive:

    salve a tutti, mi potete dire cos’è più corretto scrivere tra: sembra ieri oppure sembrava ieri?

    Risposta:
    Dipende dal contesto, se la frase è al presente o al passato.

    Thumb up 0

  421. 421
    valentina scrive:

    E’ esatto il tempo verbale?
    ti contatterò nel mese di settembre per verificare se ci saranno i presupposti

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  422. 422
    Paola scrive:

    Cari amici ho letto la risposta che avete dato riguardo alla frase “vado al lavoro”.
    Vi chiedo se vale la stessa regola per l’espressione
    “sono al lavoro”, oppure se si può dire “sono a lavoro”. Grazie

    Risposta:
    “Sono al lavoro”.

    Thumb up 0

  423. 423
    carly scrive:

    si può scrivere “scusa MA MI diverto troppo!” ?

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  424. 424
    miki scrive:

    è corretto:
    – Tizio è immigrato da Roma il 01.01.2000 e sino al 01.01.2010 ha risieduto in Milano, via…
    oppure
    - Tizio è immigrato da Roma il 01.01.2000 e sino al 01.01.2010 è stato residente in Milano, via…

    Risposta:
    Entrambe le forme, tipiche del burocratese, sono accettate.

    Thumb up 0

  425. 425
    Angel scrive:

    Si può dire “a mio parere,il video più bello”
    suona bene? se la risposta è no,come esprimersi correttamente?

    Risposta:
    Sì, è corretto. Si può anche dire “secondo me”.

    Thumb up 0

  426. 426
    antonio scrive:

    Si dice: siamo a roma o stiamo a roma?

    Risposta:
    “Siamo a Roma” descrive il luogo in cui ci si trova (es.: “Siamo a Roma, è d’obbligo visitare il Colosseo”). “Stiamo a Roma” è in opposizione ad andare via da Roma (es.: “Non andiamo al mare quest’estate, stiamo a Roma”).

    Thumb up +9

  427. 427
    giacomo scrive:

    in certe circostanze è corretto dire “lo vedo ieri”

    Risposta:
    Bisognerebbe avere un testo più ampio per capire di che si tratta, ma così, in assoluto, è una forma priva di senso.

    Thumb up 0

  428. 428
    carlo scrive:

    Il fine é il raggiungimento di un obbiettivo, la fine é il termine di qualcosa: perché tutti dicono allora “buon fine settimana” anziché “buona fine settimana”?

    Risposta:
    E’ un calco dell’inglese “buon week-end” (che, come la gran parte delle parole inglesi, noi consideriamo maschile). Va detto che molte persone preferiscono dire “buona fine settimana”, ma in questo caso, allora, bisognerebbe dire “buona fine di settimana”. Troppo complicato: ecco perché il calco dell’inglese ci viene più facile e rapido.

    Thumb up +4

  429. 429
    carlo scrive:

    Si chiama “macchina da scrivere” oppure “macchina per scrivere”?

    Risposta:
    Macchina per scrivere, anche se è molto frequente l’uso dell’espressione sbagliata.

    Thumb up +2

  430. 430
    Kekko00 scrive:

    Un esercizio dice: Scrivi accanto a ciascuno dei seguenti nomi individuali il corrispondente nome collettivo. Ho svolto l’esercizio correttamente?

    cliente – clientela
    argento – argenteria
    prato – prateria
    tasto – tastiera
    colonna – colonnato
    pecora – gregge
    pianta – foresta
    scoglio – scogliera
    ape – sciame
    isola – arcipelago

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  431. 431
    Kekko00 scrive:

    Un esercizio dice: Volgi al plurale,quando è possibile, i seguenti gruppi articoli/nomi.
    Ho svolto l’esercizio correttamente?

    il problema – i problemi
    il tempio – i templi
    l’elastico – gli elastici
    la magia – le magie
    la pancia – le pance
    lo sport – gli sport
    la tesi – le tesi
    l’uovo – le uova
    la camicia – le camicie
    il dio – gli dei
    il bue – gli buoi
    l’arte – le arti
    l’uomo – gli uomini
    l’esordio –
    il mormorio – i mormorii
    la spiga – le spighe
    l’eco – gli echi
    il bar – i bar

    Risposta:
    Con “i buoi” e “gli esordi”, il resto è corretto.

    Thumb up 0

  432. 432
    Alen scrive:

    Ciao a tutti, ho qualche dubbio. Per esempio qual e’ la frase giusta:

    1. L’avrebbe uccisa se non avesse ballato.
    Quindi, era lei che doveva ballare altrimenti sarebbe stata uccisa.
    2. Le ucciderebbe se non ballasse.

    Qual e’ la differenza tra queste due frasi.

    Risposta:
    La prima è corretta anche nell’interpretazione: è un’ipotesi irreale. La seconda va corretta con “la ucciderebbe” ed è un’ipotesi ancora possibile.

    Thumb up 0

  433. 433
    carlo scrive:

    E’ corretto dire: ha un sapore che non ti sbagli?

    Risposta:
    Si dice “sbagliarsi di”, perciò: “ha un sapore di cui non ti sbagli”.

    Thumb up +2

  434. 434
    Nunzio scrive:

    Buon giorno,
    potreste cortesemente indicarmi quale di queste frasi è scritta correttamente: (preciso che le domande dovevano essere presentate entro quattro giorni dal momento dell’affissione dell’avviso)

    1. Tutti i bambini che voglio iscriversi a nuoto possono presentare la relativa domanda in segreteria.

    2. Tutti i bambini che volessero iscriversi a nuoto potranno presentare la relativa domanda in segreteria.

    Risposta:
    Nella prima va scritto “vogliono”. Entrambe le frasi sono corrette, la seconda colloca il discorso in un ambito più ipotetico, ma senza differenze sostanziali.

    Thumb up 0

  435. 435
    maki scrive:

    Ê sbagliato dire :”ho avanzato poca pasta”e sapere se é un modo di parlare proveniente dalla Puglia?grazie

    Risposta:
    La forma è corretta e non è di provenienza pugliese.

    Thumb up 0

  436. 436
    Kekko00 scrive:

    Scusate, un dubbio:
    in analisi grammaticale “D’ACCORDO” cos’è ?

    Risposta:
    “Di” è preposizione, “accordo” è nome comune di cosa.

    Thumb up 0

  437. 437
    pietro scrive:

    si può dire “se il per sempre non esiste siamo pronti a lo inventare” ??

    Risposta:
    “a inventarlo”. E magari “per sempre” andrebbe messo tra virgolette.

    Thumb up 0

  438. 438
    noemi scrive:

    scusate è corretto dire devo farmi una visita/mi devo fare una visita oppure non si usa il riflessivo e la forma corretta è devo fare una visita?
    grazie

    Risposta:
    Vanno bene tutte le forme citate.

    Thumb up 0

  439. 439
    Luisa scrive:

    Il verbo VOLARE ha il doppio ausiliare nel passato prossimo? Quando si usa essere e quando avere? Potreste farmi qualche esempio per favore??
    Grazie!!

    Risposta:
    Sì, ha il doppio ausiliare. Esempi: “Ho volato Alitalia”; “Sono volato in ufficio perché ero in ritardo”.

    Thumb up 0

  440. 440
    Kekko00 scrive:

    Si dice “IL motozappa” o “LA motozappa” ?
    Grazie in anticipo per la risposta

    Risposta:
    La motozappa.

    Thumb up +2

  441. 441
    Kekko00 scrive:

    Scusate,mi chiamo Francesco e ho frequentato la classe 1^ media (quest’anno dovrò frequentare la 2^). Un giorno la mia prof.ssa di italiano ci ha dato un esercizio sui verbi TRANSITIVI e INTRANSITIVI. Io so che cosa sono , ma mi sono trovato in difficoltà con questo esercizio , il quale diceva “Nelle seguenti frasi sottolinea in rosso i verbi transitivi, in blu i verbi intransitivi”. Ecco le frasi :
    1. Vi penso = intransitivo
    2. Ti amo = transitivo
    3. Ci parlò = intransitivo
    4. L’ ho informato = transitivo
    5. Gli risponderò = intransitivo
    6. Mi ha telefonato = intransitivo
    7. Vi vedo = transitivo
    8. Li aiuterò = transitivo
    9. Le scriverò = intransitivo
    10. Le ho ascoltate = transitivo

    Ho svolto gli esercizi correttamente o erratamente ?

    Risposta:
    Sono svolti correttamente. L’importante è capire se quei pronomi sono diretti o indiretti.

    Thumb up +2

  442. 442
    Nicola scrive:

    Si dice ‘famigliare’ o ‘familiare’?

    Risposta:
    Tutti e due. “Famigliare” è attinente alla famiglia, mentre “familiare” è qualcosa di noto, conosciuto.

    Thumb up +1

  443. 443
    Yvonne Andrews scrive:

    E’ corretto scrivere ‘Chi l’ha visto’ o ‘Chi l’ha vista’?

    Risposta:
    Dipende se l’ è maschile o femminile.

    Thumb up +3

  444. 444
    Stefano scrive:

    “Ricevuta di stampa”. Cosa significa esattamente? E’ un’espressione corretta?

    Risposta:
    Significa che viene rilasciato un foglio che attesta l’avvenuta stampa di un documento.

    Thumb up 0

  445. 445
    Link scrive:

    Ho un dubbio atroce, si può dire “l’ho giocato?” per dire quel titolo o videogioco l’ho giocato? O si può dire soltanto ci ho giocato?

    Risposta:
    Poiché si dice “giocare a un gioco”, il pronome che sostituisce il gioco è “ci”.

    Thumb up +7

  446. 446
    Fabio scrive:

    è corretto dire “se era così famoso allora…” oppure è necessario usare il congiuntivo?

    Risposta:
    E’ necessario il congiuntivo.

    Thumb up +2

  447. 447
    yogurt scrive:

    in frase “non ti preoccupare” il verbo “preoccupare” è l’infinito? (se sì ma perchè?)

    Risposta:
    In quella espressione il verbo infinito è “preoccuparsi”, riflessivo.

    Thumb up +1

  448. 448
    francesco scrive:

    quale frase è quella corretta?
    chiunque le abbia trovate le restituisca
    chiunque le avesse trovate le restituisca

    Risposta:
    La prima.

    Thumb up +3

  449. 449
    Giorgio scrive:

    “sto pensando a tutte quelle cazzate che potevo evitare se solo utilizzavo la testa”…secondo voi questa frase è corretta??la mia amica sostiene che al posto del “utilizzavo la testa” era meglio il “avessi utilizzato.

    Risposta:
    La frase corretta è: “sto pensando a tutte quelle cazzate che avrei potuto evitare se solo avessi utilizzato la testa”.

    Thumb up +1

  450. 450
    nico scrive:

    meglio dire:non posso crederci che tra una settimana finisce la scuola oppura finisca la scuola?

    Risposta:
    “Finisce”.

    Thumb up +1

  451. 451
    valentina scrive:

    si può dire in tutte e due i modi?
    siamo vicini ai pescaresi… oppure…
    siamo vicino ai pescaresi ?????

    Risposta:
    Nel primo caso significa che siamo vicini emotivamente. Nel secondo geograficamente.

    Thumb up 0

  452. 452
    PATRICIA scrive:

    Scusate, qual è la frase corretta?:
    1)Quanto ti è costata quella gonna?
    2)Quanto ti ha costato quella gonna?

    Io ho sentito dire tutte e due…
    Grazie per la vostra risposta. Patricia

    Risposta:
    E’ giusta solo la prima.

    Thumb up +10

  453. 453
    Luisa scrive:

    Dire “Se avevi fame, bevevi!” è corretto? In quale periodo ipotetico rientra questa frase?
    Grazie per l’aiuto!

    Risposta:
    Il fatto che talvolta sia utilizzato in televisione non lo rende né corretto né gradevole da sentire. Bisogna dire: “Se avessi avuto fame, avresti mangiato”. Periodo ipotetico del terzo tipo.

    Thumb up +4

  454. 454
    stefania scrive:

    dire che una donna è bella o dire che mi piace è la stessa cosa? ringrazio anticipatamente per la risposta

    Risposta:
    No.

    Thumb up +6

  455. 455
    Daniela scrive:

    è più corretto dire sono sazia o sono piena?

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +5

  456. 456
    alberto scrive:

    Vorrei sapere se la seguente frase è corretta:

    In fondo il contributo e l’importanza delle opere d Verdi fu proprio questo: la tendenza a sminuzzare le ingessate forme del melodramma tradizionale.

    Risposta:
    “In fondo il contributo e l’importanza delle opere di Verdi furono proprio questo: la tendenza a sminuzzare le ingessate forme del melodramma tradizionale”.

    Thumb up +3

  457. 457
    ila scrive:

    si dice… le faccio presenti le condizioni del suo giardino oppure le faccio presente le condizioni del suo giardino???

    Risposta:
    La prima forma, al plurale, è corretta.

    Thumb up 0

  458. 458
    Yoya Glo scrive:

    il sostantivo “formando” intendendo per esso la persona che deve essere formata (impiegato nella frase come sostantivo e non come verbo!) ha un plurale?
    qual’è????
    grazie in anticipo!!!

    Risposta:
    Per analogia con “laureando”, il plurale sarà “formandi”, anche se è una parola che non abbiamo trovato sui dizionari, probabilmente è molto recente.

    Thumb up +1

  459. 459
    Elisabetta scrive:

    Mi scusi, volevo chiedere:

    Giuseppe ha saputo che sei stato via
    o
    Giuseppe ha saputo che eri stato via
    C’è differenza?
    La ringrazio

    Risposta:
    Vanno bene entrambe. La prima è in rapporto al presente in cui pronuncio la frase, la seconda al passato del verbo “ha saputo”.

    Thumb up 0

  460. 460
    daniele rossertti scrive:

    Salve, ho un dubbio banale (forse!):
    è corretto dire: “grazie a tutti coloro che ci hanno AIUTATI?”
    Grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +1

  461. 461
    Chiaralba scrive:

    Ciao,

    qual’é la differenza tra legno-legna e tavolo-tavola? Oppure sono soltanto varianti d’uso?

    Grazie per l’aiuto,
    Chiaralba

    Risposta:
    Legna: nome collettivo (es.: “fare la legna”); Legno: materiale (es.: “tavolo di legno”)
    Tavola: mobile; Tavolo: tavola per usi specifici (es.: “Tavolo da gioco”).

    Thumb up +1

  462. 462
    Pigreco scrive:

    Buongiorno,vorrei sapere qual’e’ la forma piu’ corretta :
    Dimmi quanto devo dopo che li avra’ prenotati
    oppure Dimmi quanto devo dopo che li ha prenotati?

    Grazie infinite per la risposta

    Risposta:
    La seconda: il passato prossimo è il tempo anteriore al presente.

    Thumb up 0

  463. 463
    Fabio scrive:

    Salve, ho un dubbio su un congiuntivo.
    È meglio scrivere
    “metterò in evidenza [qualcosa] e come questo si MANIFESTA nella televisione”
    o
    “metterò in evidenza [qualcosa] e come questo si MANIFESTI nella televisione” ?

    Grazie per la risposta.

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme. Nel primo caso si manifesta propriamente, nel secondo caso eventualmente.

    Thumb up 0

  464. 464
    marco scrive:

    si scrive essere buoni a fare o essere buoni di fare?

    Risposta:
    “buoni a fare”

    Thumb up 0

  465. 465
    antonio scrive:

    Ieri sono stato ripreso dalla mia ragazza per la frase: “Se non sarò più autosufficiente, mi lascerai morire di fame”. Sostiene che col “se” ci va sempre il condizionale e quindi mi ha costretto a dire “Se non fossi…”. Io però continuo ad avere dubbi, perché era solo una battuta riferita a quando sarò vecchio, non certo una possibilità nel presente.
    Chiedo lumi e ringrazio per l’attenzione, dopo essermi congratulato per il bellissimo servizio che effettuate!

    Risposta:
    Non il condizionale, ma il congiuntivo. Tuttavia non si usa solo quello. Il periodo ipotetico del primo tipo può essere composto da “se” + indicativo presente o futuro + indicativo presente o futuro o imperativo presente. Esempi:
    “Se piove, prendo l’ombrello”
    “Se torneranno in tempo, potremo cenare insieme”
    “Se hai fame, mangia!”
    Il congiuntivo è obbligatorio nei periodi ipotetici del secondo e del terzo tipo, oltre che in quello misto. Esempi:
    “Se fossi ricco, comprerei un castello”
    “Se fossi vissuto all’epoca di Gesù, gli avrei fatto tante domande sulla vita”
    “Se avessi completato gli studi, adesso sarei più qualificato”
    Pertanto la frase che hai pronunciato tu è corretta, perché rientra nel primo caso. Ecco qui una rapida spiegazione.

    Thumb up +6

  466. 466
    saverio scrive:

    Ringrazio, in anticipo, per la risposta.
    E’ corretto dire: “La colazione ebbe il gusto che le diede l’aria pura e l’odore dell’erba. E le fece da corona, il volo delle farfalle e il ricamo dei fiori di campo.”?

    Risposta:
    E’ meglio dire: “La colazione aveva il gusto che le aveva dato l’aria pura…”. Però è sempre bene conoscere il contesto, per cui il passato remoto potrebbe anche andare bene.

    Thumb up 0

  467. 467
    Alessia scrive:

    Gentilissimi,
    la frase pronunciata dall’onorevole Casini “vorrei una scuola che boccia” è stata considerata scorretta perché non è stato utilizzato il congiuntivo (bocci) ma l’indicativo (boccia). Sarebbe stato errato se avesse detto: “vorrei che la scuola boccia” ma in questo caso mi pare che il presente indicativo sia corretto, sbaglio? A quale regola posso fare riferimento? Grazie.

    Risposta:
    Tutto sta nel definire se il parlante ritiene che ciò che vuole esista oppure no. La frase pronunciata potrebbe ispirare luogo a questo significato: “Vorrei iscrivere mio figlio in una scuola, ma tra le tante voglio quella che ha dimostrato di bocciare, e so che ce ne sono”. Nel secondo caso invece: “Vorrei che l’istituzione scolastica cominci a bocciare”.

    Thumb up +4

  468. 468
    Luca scrive:

    Salve, potete indicarmi quale delle due proposizioni è corretta?
    a)Volevo vedere se avevi risposto
    b)Volevo vedere se avessi risposto

    Risposta:
    La seconda.

    Thumb up +1

  469. 469
    Olga scrive:

    Vorrei domandare cos’è una proposizione verbale.
    Grazie mille!!!

    Risposta:
    In analisi logica, è un predicato con i relativi complementi.

    Thumb up +2

  470. 470
    pinturicchio scrive:

    In una lettera, se si nomina una signora o un geometra, lo si deve scrivere maiuscolo o basta anche il minuscolo?

    Risposta:
    Si scrive maiuscolo: “Gent. Sig.ra Rossi”, oppure “Gent. Geom. Verdi”.

    Thumb up +1

  471. 471
    luis scrive:

    Cosa vuole dire o che cos’e “locandina”?

    Risposta:
    E’ un foglio stampato per la pubblicità, solitamente di un film.

    Thumb up +1

  472. 472
    Luisa scrive:

    Perchè il verbo PIACERE ha in alcune persone la doppia C?

    Risposta:
    Per il perché dobbiamo rivolgerci a esperti linguisti, a noi basti ricordare che il fenomeno di presenta in alcune forme flesse dell’indicativo presente e in tutte quelle del congiuntivo presente.

    Thumb up +2

  473. 473
    Alex scrive:

    Sappiamo che la forma “si ci”, ad esempio “si ci mette” non è esatta ma si usa il “ci si” per non ostacolare la corretta sintassi declinativa. La domanda però sorge spontanea: se è sbagliato usare “si ci”, dovrebbe esserlo anche per “mi ci”, ad esempio non dovrei poter dire “non mi ci fare pensare”. Sapete dirimere il mio dubbio?

    Risposta:
    Il “ci” può avere diversi significati: può essere un “ci” personale di prima persona plurale, riflessivo, locativo. Nei due esempi riportati i “ci” sono diversi: nel primo esempio è la combinazione riflessivo+impersonale (“si”+”si” che diventa “ci si”), nel secondo esempio è la combinazione pronome personale diretto+locativo.

    Thumb up 0

  474. 474
    stefania scrive:

    Vorrei sapere se dire ‘che mi piace …!’ É corretto o meno intendendo dire quanto mi piace un qualcosa.
    grazie

    Risposta:
    In forma assoluta, come esclamazione, non è corretta. Si può dire “Se mi piace…!”, con voce in sospeso, per sottolineare retoricamente che qualcosa o qualcuno effettivamente piace.

    Thumb up 0

  475. 475
    Roberto scrive:

    Un dubbione :-)

    La seguente frase e’ corretta?

    “Se c’era il tasto -1, te ne beccavi uno.”

    (perdonatemi, e’ in lessico “social”, il tasto -1 sarebbe l’opposto del tasto +1 con cui su facebook e siti simili si dice di apprezzare un certo contenuto)

    A me sembra suonare bene, oppure deve per forza essere scritta “Se ci fosse stato il tasto -1…” ?

    Grazie! :-)
    Roberto.

    Risposta:
    Qualche manuale la contempla come forma puramente colloquiale, ma comunque scorretta. Molto meglio: “Se ci fosse stato… te ne saresti beccato…”

    Thumb up +2

  476. 476
    Izno scrive:

    Diferenza tra consapevolezza e coscienza.
    “Abitano in lussuosi palazzi, hanno potere, denaro e consapevolezza, credono di essere al riparo dagli conflitti sociali”
    Non capisco Il termine consapevolezza in questa frase. Non riesco a capire se vuol dire “sanno cosa accade” , “sanno che hanno denaro e potere” o “hanno una coscienza morale”.
    Che differenza c’è tra consapevolezza e coscienza?
    Mille grazie per aiutarmi a capire meglio questa bella lingua!

    Risposta:
    I due termini sono molto simili, ma “coscienza” è più una consapevolezza di sé e delle proprie idee, sensazioni, decisioni. In questa frase “consapevolezza” dà l’idea che queste persone sappiano di essere potenti e ricche.

    Thumb up +4

  477. 477
    maria scrive:

    va bene se scrivo lunedì, 23 aprile 2012 o non ci vuole proprio la virgola dopo il giorno?

    Risposta:
    Va bene con la virgola.

    Thumb up 0

  478. 478
    Izno scrive:

    Buonasera,
    La frase “dietro ai vicoli” puo equivalere a “nei vicoli”? In questo caso, “dietro”=”nei”?
    Mille grazie

    Risposta:
    Bisognerebbe vedere il contesto, ma le due espressioni sono diverse.

    Thumb up +1

  479. 479
    Rita scrive:

    La frase “facci sapere com’è andata” è corretta?

    Risposta:
    Sì, è corretta!

    Thumb up 0

  480. 480
    naty scrive:

    ciao, vorrei una precisazione, vi scrivo una frase d’esempio per sapere qual’è la forma corretta
    ” SONO 2 anni che….”
    ” E’ 2 anni che…”
    di solito io al singolare tipo 1 dico tipo “è 1 ora che attendo” e se plurale dico ” sono 2 ore che attendo”, ma sento sempre dire solo al singolare tipo è 2 ore è 3 giorni è 4 anni, come si dice in realtà? grazie

    Risposta:

    Si può dire: “Sono due anni che attendo”, oppure “è da due anni che attendo”. Ma non “è due anni”, perché “due anni” è soggetto plurale e il suo verbo deve essere plurale.

    Thumb up +4

  481. 481
    roberta scrive:

    Ciao. Il mio dubbio riguarda l’uso delle preposizioni davanti ai nomi propri di citta’. Pensavo si usasse “a” (abito a Milano, vado a Londra) ma qualche giorno fa ho ricevuto in regalo un libro dal titolo “Venezia in Las Vegas”.

    Risposta:
    E’ una forma antica, abbastanza frequente nei testi letterari. Se ne riscontra l’uso negli autori fiorentini del Duecento e successivi, fino agli autori dell’Ottocento, come lo stesso Manzoni. Oggi l’uso di “in” davanti a città è considerato sbagliato, a meno che non avvenga come richiamo “letterario”, che potrebbe essere l’intenzione (se ben riuscita o meno, lo giudichi chi lo legge) dell’autore del volume citato.

    Thumb up +3

  482. 482
    Izno scrive:

    Questo messaggio è solo per ringraziare (non è forse necesario pubblicarlo). Grazie mille dunque ;-)

    Thumb up +2

  483. 483
    Izno scrive:

    Buongiorno a tutte e a tutti,
    Ho due piccoli dubbi.
    1) rispetto a questa frase:
    “Venissero, si diceva.” (parlando dei nemici)
    Puo essere una forma di sfida, un desiderio di “vederli per affrontarli”? O semplicemente significa “sarebbero venuti”?
    2) “Sarebbe andato tutto in rovina se non ci pensavano per tempo” Questa frase è corretta? Non esiste un’altra formulazione?
    Grazie in anticipo
    Izno

    Risposta:
    1) E’ un congiuntivo di esortazione. E’ corretto dire che dà l’idea di una sfida. E’ una forma molto diffusa nel Sud Italia.
    2) E’ sbagliata. Quella corretta è: “Sarebbe andato tutto in rovina se non ci avessero pensato per tempo”.

    Thumb up +2

  484. 484
    Barbara scrive:

    Buongiorno,
    E’ corretto, nella lingua italiana dire:
    “Andare a Studio” e “andare a cinema”? ( e, di conseguenza, essere “a studio” ed “essere a cinema”? ).
    Grazie.

    Risposta:
    No, ci vuole la preposizione articolata.

    Thumb up +2

  485. 485
    Guido scrive:

    Dubbio è corretta l’espressione:
    “se verrò dobbiamo vederci! ?
    Ciao
    Guido

    Risposta:
    Sì, è corretta!

    Thumb up +3

  486. 486
    Marta scrive:

    Ciao, si dice:

    “Il dottore al solito rincasa tardi”
    oppure
    “Il dottore di solito rincasa tardi”?
    In un sito dicono che solo uno dei due è corretto, ma a me sembrano tutti e due corretti. Volevo la vostra opinione, grazie!

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme. Nella prima (che va bene anche se ci sono due virgole in cui inserire “al solito”) significa che “come sempre” il dottore torna tardi a casa, e c’è una sfumatura di fastidio, delusione. Nella seconda, invece, “di solito” significa “abitualmente”.

    Thumb up +5

  487. 487
    ludovica scrive:

    buonasera
    vorrei sapere
    come è il plurale in questo caso:
    il palmo delle mani o i palmi delle mani?

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme. Nel primo caso, si intende più come un plurale collettivo, nel secondo come insieme di tanti palmi.

    Thumb up +1

  488. 488
    Olga scrive:

    Il verbo coinvolgere porta il pronome indiretto o no?
    ” Questo materiale si usa per coinvolgere gli allievi” o per coinvolgere agli allievi?
    Tante grazie!! Olga.

    Risposta:
    “Coinvolgere gli allievi”.

    Thumb up +8

  489. 489
    Olga scrive:

    `Cosa significa complemento di termine quando si parla di pronomi indiretti, ho sempre avuto molti dubbi con questi pronomi.
    Grazie mille!!!. Olga

    Risposta:
    E’ la persona/cosa su cui termina l’azione, introdotta dalla preposizione “a”. Attenzione, però, perché non tutti i complementi introdotti da “a” sono di termine!

    Thumb up +1

  490. 490
    Olga scrive:

    In una frase dice “Ho paura per me” o “Sono venuta per te”, me e tein questo caso che tipo di pronome sono?

    Risposta:
    Pronomi personali complemento tonici.

    Thumb up +1

  491. 491
    marco scrive:

    “non volere bene a nessuno”, ho sentito dire che messa cosi’ questa frase è sbagliata perche’ e’ come se dicessi “volere bene a tutti”, sostiene che il modo giusto è “non volere bene ad alcuno”, giusto secondo voi? grazie

    Risposta:
    No, è corretto l’uso della negazione rinforzata, come “non… mai”, “non… niente” ecc.

    Thumb up +1

  492. 492
    lory scrive:

    nella frase : “Quando uno é felice, il mondo sembra piú bello”. É giusto dire: “Quando si é felici, il mondo sembra piú bello…o…ci sembra piú bello”?
    Ancora….
    Spesso gli uomini combattevano sui ponti della cittá.
    Spesso si combatteva sui ponti della cittá.(combattevano diventa combatteva)

    Alla fine tutti i lottatori bevevano insieme in osteria.
    Alla fine si beveva insieme in osteria.
    (bevevano diventa beveva)

    I veneziani costruivano i ponti senza i parapetti.
    Si costruivano i ponti senza i parapetti.
    Perché qui (costruivano resta costruivano)?
    GRAZIEEEEEEE

    Risposta:
    Tutte le frasi sono corrette. Nell’ultimo caso siamo di fronte non a una forma impersonale, ma a un “si passivante”, cioè una frase che potrebbe essere sostituita da una passiva: “erano costruiti i ponti”. Infatti “i ponti” è soggetto del verbo ed è per questo che il verbo concorda con esso. Se il soggetto fosse stato al singolare, sarebbe stato tale anche il verbo: “si costruiva un ponte”.

    Thumb up +3

  493. 493
    elefede69 scrive:

    vorrei sapere quale frase è corretta:
    scrivi l’esercizio sul quaderno
    scrivi l’esercizio nel quaderno

    Risposta:
    La prima.

    Thumb up +3

  494. 494
    Luigi scrive:

    Quando si usa “meglio” e quando “migliore”. A volte si può usare l’uno o l’altro, ma a volte no. Grazie

    Risposta:
    “Meglio”: avverbio. Es.: “Dovresti scrivere meglio”.
    “Migliore”: aggettivo. Es.: “La mia torta è migliore della tua”.

    Thumb up +4

  495. 495
    tiziano scrive:

    è corretto alla fine di un avviso dire
    “si ringrazia” o
    “ringraziamo”?

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme, dipende dal resto del messaggio.

    Thumb up +3

  496. 496
    dubt scrive:

    “passa il tempo e sembra che diventi sempre più bella” oppure “passa il tempo e sembra tu diventa sempre più bella”? Grazie

    Risposta:
    La prima è corretta.

    Thumb up +1

  497. 497
    Gabriella scrive:

    Si scrive “mi sa” o “missà”? Grazie :)

    Risposta:
    “Mi sa”.

    Thumb up +6

  498. 498
    lory scrive:

    nella frase : “Quando uno é felice, il mondo sembra piú bello”. É giusto dire: “Quando si é felici, il mondo sembra piú bello…o…ci sembra piú bello”?
    GRAZIEEEE

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +9

  499. 499
    lingua scrive:

    Quali delle seguenti frasi sono corrette?

    1. Cara Maria e famiglia,…
    2. Cari Maria e famiglia,…
    3. Care Maria e famiglia….

    Risposta:
    La prima è corretta, la seconda può andare bene.

    Thumb up 0

  500. 500
    lory scrive:

    Salve, é corretto dire:
    ” Se uno beve troppo puó sentirsi male.
    Se si beve troppo ci si puó sentire male.
    Se si è bevuto troppo ci si è sentiti male”.
    E ancora:
    ” Quando uno è stanco, deve dormire.
    Quando si è stanchi, si deve andare a dormire.
    Quando ci si stanca, si deve andare a dormire.

    GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    Risposta:
    Sono tutte forme corrette.

    Thumb up +3

  501. 501
    raffaele scrive:

    è corretta la frase: “alla scadenza,l’ospite potrà continuare a frequentare il circolo, solo se avrà presentata domanda d’iscrizione” (o è più corretto scrivere “presentato”)?

    Risposta:
    Sono accettate entrambe le forme, ma quella con -a è più rara.

    Thumb up +3

  502. 502
    carla scrive:

    è sbagliato dire:
    - sono sicura che meritavi di più

    - se lei è stata così gentile era sicuramente molto contenta di te.

    Altrimenti come riformulare le frasi?
    grazie

    Risposta:
    “Sono sicuro che avresti meritato di più”.
    “Se lei è stata così gentile significa che era molto contenta di te”.

    Thumb up +2

  503. 503
    Salisburgo scrive:

    Sono giuste le frasi seguenti per quanto riguarda CI e NE??
    1) A che ora siete usciti dal cinema? NE siamo usciti alle 9.
    2) Sei già stato dal dottore? No, ci vado domani.

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +8

  504. 504
    lory scrive:

    Salve, che differenza c’é tra il “si” impersonale e il “si” passivante?
    Esiste una regola?
    Grazie mille Lory

    Risposta:
    “Si impersonale”: è alla terza persona e non ha soggetto. Es.: “A Londra si guida a sinistra”.
    “Si passivante”: si comporta come un verbo passivo, concordando quindi con il soggetto. Es.: “In classe si parla italiano” (= “è parlato italiano”) e “Si dicono tante cose inesatte” (= “sono dette tante cose inesatte”)

    Thumb up +2

  505. 505
    Salisburgo scrive:

    È vero che si possa usare C’È invece di CI SONO in un enlenco??
    esempio:
    c’è la farina, la pasata, le uova …..
    invece di scrivere
    ci sono la farina, la pasta, le uova ….

    Ed è corretto dire C’È da mangiare e da bare`?

    Risposta:
    E’ una forma che è accettata se l’elenco è costituito da elementi appartenenti allo stesso ambito. Il primo esempio è preferibile evitarlo nella lingua scritta, ma il secondo è frequente sia nello scritto sia nel parlato.

    Thumb up +1

  506. 506
    carla scrive:

    Scusate l’ignoranza..
    è scorretto dire:
    - mi chiedo cosa spinge Gigi a comportarsi in questo modo.

    o sarebbe meglio dire:
    - mi chiedo cosa spinga Gigi a comportarsi in questo modo.

    o sono entrambi corrette?
    grazie

    Risposta:
    La seconda è più corretta. Frequentemente si può sentire anche la prima nella lingua parlata.

    Thumb up 0

  507. 507
    Rosanna scrive:

    si può dire “a confronto a tutti….”??

    Risposta:
    No.

    Thumb up 0

  508. 508
    Alexis scrive:

    buongiorno a tutti
    il 1° marzo ho fatto una domanda ma non mi avete risposto: qual’è il senso dell’espressione “fermo restando” e possibilmente chiederei qualche esempio d’uso.
    grazie.

    Risposta:
    E’ possibile che ci sia sfuggita la domanda. L’espressione introduce un punto fermo, un’affermazione da cui non possiamo prescindere prima di condurre avanti il discorso, “stabilito che”. Es.: “Fermo restando che la violenza minorile non va giustificata, dobbiamo chiederci quali siano le cause che la producono”.

    Thumb up +6

  509. 509
    Pinturicchio scrive:

    Scusate! Non avevo collegato del due cose.

    Thumb up 0

  510. 510
    Alexis scrive:

    Qual’è il senso dell’espressione “fermo restando”? E come viene usata?

    Risposta:

    Significa “stabilito che”, si usa per introdurre un concetto che deve essere messo in chiaro prima di andare avanti. Si usa molto nel linguaggio della burocrazia. Es.: “Fermo restando l’obiettivo di questo lavoro, bisogna apporre qualche modifica”. “Fermo” concorda in genere e numero con il soggetto: “fermi restando gli obiettivi”.

    Thumb up +1

  511. 511
    kba scrive:

    Quando si abrevvia la parola dottore, e correto scrivere doc?

    Risposta:
    No, si abbrevia con Dr. o Dott..

    Thumb up 0

  512. 512
    kba scrive:

    nella lingua italiana è correto dire infermiere o infermiera?

    Risposta:
    Sono entrambe corrette, dipende se è uomo o donna.

    Thumb up +1

  513. 513
    armando scrive:

    come è correto dire:sono impazzito,ho impazzito

    Risposta:
    La prima forma è quella corretta.

    Thumb up +3

  514. 514
    gaetano scrive:

    buongiorno a tutti sono un camerunese e vorrei sapere ben parlare la votra lingua
    che cosa mi consiglirei di fare per comminciare nel vostro sito?

    Risposta:
    Comincia a svolgere le varie sezioni di A1 e A2 (anche se sono livelli che hai già fatto, serve a consolidare le conoscenze) e poi piano piano aumenta di livello, leggendo anche le schede grammaticali. Inoltre vieni a trovarci nella chat!

    Thumb up 0

  515. 515
    Anna scrive:

    scusate ma il verbo nutrire al presente indicativo ha due coniugazioni:
    I/ nutro, nutri, nutre, nutriamo, nutrite, nutrono
    II/ nutrisco, nutrisci, nutrisce, nutriamo, nutrite, nutriscono

    Risposta:
    La forma in -isc- è letteraria e decisamente rara. Non si usa né nella lingua parlata né in quella scritta contemporanea. Lo confermano alcuni autorevoli dizionari italiani (Zingarelli e De Mauro, per esempio).
    Abbiamo risposto a una domanda simile qui.

    Thumb up +3

  516. 516
    Angelo scrive:

    (era/ è stata) una serata stupenda.
    Qual è la differenza?

    Risposta:
    “Era” indica una descrizione, “è stata” è un evento con inizio e fine. Es.: “Era una serata stupenda: le stelle brillavano nel cielo e l’aria era frizzante”; “Sabato sono stato alla festa di Luca, è stata una serata stupenda”.

    Thumb up +2

  517. 517
    luisa scrive:

    é corretto scrivere: Lei si nutrisce ?
    oppure Lei si nutre?
    GRAZIE

    Risposta:
    “Lei si nutre”.

    Thumb up +1

  518. 518
    vero scrive:

    si puo’ dire:a rivederti presto?

    Risposta:
    Sì, ma non lo si sente dire.

    Thumb up +2

  519. 519
    Julia scrive:

    Ciao a tutti!

    Avrei una domanda urgente. :)
    È possibile dire in italiano “Avresti voglia di incontrarci/vederci?” – nel senso che due persone stanno parlando e una persona vuole sapere se l’altra fosse interessata a vederla? – Grazie in anticipo per il vostro aiuto! – Saluti, Julia

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +7

  520. 520
    roberta scrive:

    ho letto una frase che diceva: si cerca di riprendere, ma è tutto inutile. Ho l’impressione che sia scorretta, mi sembra che manchi un complemento

    Risposta:
    La frase non è chiara. Potrebbe essere: “cerca di riprendersi, ma è tutto inutile”.

    Thumb up +1

  521. 521
    sara scrive:

    ho un dubbio.
    è corretta la frase:
    quel giorno ebbe la risposta sul perchè parlasse

    Risposta:
    Bisognerebbe conoscere il contesto, ma diciamo di sì.

    Thumb up 0

  522. 522
    Silvia scrive:

    1 io alcuni non mi ricordo proprio chi sono
    o
    2 io alcuni non ricordo proprio chi siano?

    Risposta:
    La seconda va meglio, ma è accettata anche la prima.

    Thumb up 0

  523. 523
    Andrea scrive:

    Buongiorno: Non sono riuscito a capire questa frase del dialetto romano “mo’ t’allento ‘na pizza che t’addormo”

    Thumb up +9

  524. 524
    Federica scrive:

    Ciao ho un dubbio su una cosa. la frase corretta è: “c’e’ pronto” oppure “e’ pronto”? o si puo’ dire in entrambi i modi?grazie infinite

    Risposta:
    “E’ pronto” è la forma corretta.

    Thumb up +1

  525. 525
    Rebeca scrive:

    Cari amici,

    Ho un dubbio. Si può dire “Forse l’io non sia altro che la finestra attarverso il quale il mondo guarda il mondo” Ho letto Palomar in spagnolo ma non trovo qua in Argentina la versione originale. Faccio questa domanda perché in spagnolo si usa il congiuntivo. Grazie mille

    Risposta:
    Bisognerebbe avere il contesto per comprendere tutta la frase, ma nella frase principale non si usa il congiuntivo, tanto meno con il “forse”.

    Thumb up 0

  526. 526
    Stan scrive:

    Non so mai se dovrei usare il “da” o “a” con infinitivo. Mi chiedo se ci sia una regola per l’usagio?

    Risposta:
    Dipende dal verbo reggente. Ma possiamo dire che “da” dà un senso di dovere, necessità. Un libro da leggere significa “che bisogna leggere”. Pensa a studiare: “a” è giustificato dal verbo “pensare”, solo che qui è seguito da un infinito e non da un sostantivo.

    Thumb up +1

  527. 527
    elisa scrive:

    Ho un problema relativo al verbo insegnare:
    istintivamente mi verrebbe da scrivere insegnamo –
    insegno – insegni – insegna – insegnamo – insegnate – insegnano -
    ma vedo che la forma corretta è invece insegniamo… perchè?

    Risposta:
    La desinenza della prima persona plurale nell’indicativo presente è -iamo, perciò la forma corretta è “insegniamo”.

    Thumb up 0

  528. 528
    Mariantonietta scrive:

    Il plurale dei nomi che terminano in Go-Co,è sempre GHI-CHI,oppure c’è qualche eccezione?
    Ad esempio, il plurale di Psicologo,non è forse Psicologi?
    Grazie

    Risposta:
    Trovi la spiegazione qui.

    Thumb up +1

  529. 529
    antonio scrive:

    e’ corretto fare l’analisi grammaticale di questa frase cosi’:Luisa ha una penna blu
    Luisa:nome proprio femminile singolare
    blu’:aggettivo qualificativo femminile singolare

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up 0

  530. 530
    Olga scrive:

    Ciao! Vorrei sapere la differenza tra ” pronto soccorso” e “emergenza sanitaria”. Grazie!!

    Risposta:
    “Pronto soccorso” indica il soccorso immediato ed è anche un luogo deputato a questo. “Emergenza sanitaria” indica la situazione di pericolo o di allarme.

    Thumb up 0

  531. 531
    Alex scrive:

    BUONGIORNO a Tutti. Stamane ascoltando una famosa emittente radiofonica nazionale,mi è sorto un dubbio sintattico:in una promo infatti asserivano:”A Roberta l’ho trovata su radio…”.ne è sorta subito una questione con il mio coinquilino,perchè se è vero che il parlato prevede tante “licenze” è pur vero che il verbo trovare non richiede il dativo ma l’accusativo,e il pronome la (qui eliso e apostrofato) è perlomeno -se non scorretto-pleonastico.Vorrei un vostro parere in proposito. Ringrazio anticipatamente Coloro che forniranno risposta al mio quesito.Alex

    Risposta:
    La frase è sbagliata ed è pure brutta da sentire. La grammatica prevede invece la possibilità, nella lingua parlata, di riprendere un nome già detto o anticiparne uno con il pronome diretto: “Roberta l’ho trovata”, oppure “Il latte l’ho comprato”, o ancora “Lo chiami tu Luigi?”, il tutto per dare enfasi all’oggetto in questione. Ma ovviamente ci deve essere armonia sintattica tra sostantivo e pronome. Quindi “trovare a qualcuno” è vietato.

    Thumb up +4

  532. 532
    Roberta scrive:

    Ciao!
    la mia domanda: con il verbo suonare si usa il verbo essere oppure avere? il telefono ha/e suonato; il campanello ha/e suonato?

    Risposta:
    Dipende se il verbo è usato transitivamente o intransitivamente. “E’ suonato il campanello”, ma “Mario ha suonato il campanello”.

    Thumb up 0

  533. 533
    Marina scrive:

    Vorrei dei chiarimenti sull’uso di “adeguato”. Ad esempio posso dire “un comportamento adeguato” senza specificare il termine di paragone?
    Grazie

    Risposta:
    Sì.

    Thumb up +3

  534. 534
    Luisa scrive:

    Sarei molto gradita se mi potesse rispondere a questo dubbio grammaticale: la regola dei possessivi+nomi di parentela è applicabile questi altri vincoli familiari non consanguinei né affini: padrino/madrina e matrigna/patrigno?

    Grazie.

    Risposta:
    No.

    Thumb up 0

  535. 535
    NILDA scrive:

    Non trovo nel livello C1-C2 Discorso diretto-Discorso Indiretto e Correlazione dei Tempi- Dove li devo cercare?- Vi ringrazio, atte.Nilda

    Risposta:
    Qui e qui.

    Thumb up 0

  536. 536
    Salisburgo scrive:

    Ho una domanda per quanto riguarda i pronomi dimostrativi:

    A:Sono libere queste sedie?
    B:Quali?
    C:Quelle qua! oppure si dice Queste qua! ????

    Cioè quelle o queste???

    grazie!

    Risposta:
    “Questo” significa che si tratta di qualcosa di vicino, così come “qua”, perciò bisogna dire “queste qua”.

    Thumb up +2

  537. 537
    Olga scrive:

    Ciao!! vorrrei sapere
    si dice
    1)la medicina per il mal di gola o contro il mal di gola?
    2) andare/ arrivare con la macchina, con la moto o in macchina, in moto?
    3) esiste una spiegazione, perchè si dice “andare al cinema, ma andare a teatro”?
    Grazie mille!!

    Risposta:

    1) “per”
    2) “in”
    3) No, è una regola d’uso, purtroppo!

    Thumb up 0

  538. 538
    Valeria scrive:

    Mi chiedevo, per quale motivo “soccombuto” (participio passato di soccombere) è stato eliminato dalla nostra lingua?
    Dire “io ho soccombuto” è da considerarsi errato?

    Risposta:
    Fa parte della naturale evoluzione linguistica che, per vari motivi, alcune forme siano sempre meno utilizzate e altre lo siano di più. In questo caso si è ormai soliti dire “ho dovuto soccombere”.

    Thumb up 0

  539. 539
    Anna scrive:

    Avrei una domanda per quanto riguarda l’espressione ‘compiere gli anni’.
    Si può dire “Marco ha compleanno giovedì” o solo “Marco compie gli anni giovedì”?

    Molte GRAZIE per la risposta!!

    Risposta:
    Possiamo dire “Marco compie gli anni giovedì” o “Marco festeggia il compleanno giovedì”.

    Thumb up +1

  540. 540
    Sally scrive:

    salve, vorrei sapere se è corretta la seguente espressione:
    Io mi immagino di essere un calciatore.
    (ci vuole il “mi” o no?)

    e ancora:
    è corretto dire:
    io mi compro un cane?
    (mi ci vuole o no?)
    grazie

    Risposta:
    Sono entrambe corrette. Si tratta di un apparente riflessivo che in realtà indica una maggiore partecipazione emotiva del soggetto all’azione.

    Thumb up 0

  541. 541
    Anna Berni scrive:

    Ciao,

    Sono una tradutrice di Barcellona e ho un dubbio. Cosa significa “legge in copia”? Grazzie.

    Anna

    Risposta:
    Significa che la stessa lettera viene inviata in copia ad altri.

    Thumb up +1

  542. 542
    Maria scrive:

    Quali di queste frasi è corretta? “sono andata a casa di Michela” o “sono andata a casa della Michela”
    Grazie!

    Risposta:
    La prima è corretta. La seconda versione è un uso tipico del parlato della Lombardia, con l’aggiunta dell’articolo davanti al nome proprio.

    Thumb up +1

  543. 543
    Andrea scrive:

    Cosa significa “a mo’ di…” ?

    Risposta:
    Come, in funzione di

    Thumb up +4

  544. 544
    Andrea scrive:

    Qual è la forma giusta?
    -Qualche allievo ha fatto gli esercizi.
    -Qualche allievo hanno fatto gli esercizi.

    Risposta:
    Qualche allievo ha fatto gli esercizi.

    Thumb up +1

  545. 545
    Silvia scrive:

    è corretto scrivere “Anche se quel giorno sembri non arrivare mai” o “anche se quel giorno sembra non arrivare mai”?

    Risposta:
    E’ corretta la seconda: “anche se” vuole l’indicativo.

    Thumb up 0

  546. 546
    mrgab scrive:

    Qual è la forma più corretta: “vado al lavoro” o “vado a lavoro”?

    Riposta:
    “Vado al lavoro”

    Thumb up +6

  547. 547
    lory scrive:

    Salve a tutti, vorrei una precisazione:
    Forma attiva:
    “Laura tutte le sere annaffia le piante”.
    Forma passiva:
    “Le piante tutte le sere sono annaffiate da Laura”.
    É giusto anche:
    “Le piante sono annaffiate da Laura tutte le sere”.

    oppure:

    forma attiva:
    “Il pubblico ha salutato con un grande applauso l’attore”.
    forma passiva:
    “L’attore é stato salutato con un grande applauso dal pubblico”.
    É giusto anche:
    L’attore é stato salutato dal pubblico con un grande applauso”.

    oppure:

    forma attiva:
    “Gli abitanti di questo quartiere hanno scritto una lettera di protesta al sindaco”.
    forma passiva:
    “Una lettera di protesta é stata scritta al sindaco dagli abitanti di questo quartiere”.
    É giusto anche:
    “Una lettera di protesta é stata scritta dagli abitanti di questo quartiere al sindaco”.

    Esiste una regola per sapere la sequenza esatta? Mille grazie Lory

    Risposta:
    Sono tutte corrette. L’italiano non è così rigido come altre lingue, a riguardo.

    Thumb up +2

  548. 548
    Jelena scrive:

    Ciao! Si dice: Sono “sul taxi” o “nel taxi”….o come?
    :) Grazie!

    Risposta:
    “nel taxi” o “in taxi”. Se tu fossi “sul taxi” vorrebbe dire che sei sul tettino dell’auto.

    Thumb up +5

  549. 549
    Andrea scrive:

    cosa significa “ingoiare il rospo”?

    Risposta:
    Significa accettare qualcosa di estremamente negativo, senza proteste o rivolte.

    Thumb up +4

  550. 550
    Pinturicchio scrive:

    Come posso accedere alla lavagna?
    Non riesco a scriverci niente!

    Grazie

    Risposta:
    Proprio come hai fatto per questo commento! :-)

    Thumb up +12

  551. 551
    Olga scrive:

    Ciao!! Tanti tanti auguri di Buon Natale!!:)
    Vorrei sapere, che vuol dire “conto alla rovescia”? Grazie!!!

    Risposta:
    10, 9, 8, 7, 6, 5, 4…

    Thumb up +4

  552. 552
    Gwendola scrive:

    Che cosa significa questo?
    vedere a occhio.

    Grazie Gwendola.

    Risposta:
    Valutare senza usare misurazioni oggettive.

    Thumb up 0

  553. 553
    BALU' scrive:

    è CORRETTO DIRE : CONSERVA LE PENTOLE NELLA CREDENZA

    Risposta:
    Sì, è corretto.

    Thumb up 0

  554. 554
    BALU' scrive:

    vorrei sapere quale delle due frasi è corretta:
    - l’acqua è un elemento non vivente
    -l’acqua è un essere non vivente
    la parola essere riferita al termine acqua è intesa come essere in quanto esistente o essere riferito all’essenza, a ciò che vive?

    Risposta:
    Io direi: l’acqua non è un essere vivente.

    Thumb up +2

  555. 555
    Chiara scrive:

    Ho fatto una serie di tentativi per intervistarlo e farmi spiegare cosa era e come funzionava il progetto
    E’ corretto o devo usare cosa fosse e come funzionasse il progetto

    Risposta:
    E’ corretto con il congiuntivo.

    Thumb up +2

  556. 556
    Salisburgo scrive:

    “Mio padre sembrò perdersi in un’inquietudine che non gli conoscevo”

    Che cosa vuol dire il pronome GLI in questa frase??

    Risposta:
    “in lui”

    Thumb up +1

  557. 557
    Gppe scrive:

    Domanda:ho bisogno del vostro aiuto: all interno di una struttura sanitaria pubblica e’ corretto che il medico usa dire: il mio infermiere

    Risposta:
    Da un punto di vista grammaticale sì, sotto il profilo contrattuale non so.

    Thumb up +3

  558. 558
    Gwendola scrive:

    Grazie mille per la risposta.
    Ho ancora una domanda con la costruzione con la frase relativa e la forma stare+gerundio.
    Per esempio: Angela e Franca hanno portato via il quadro dal salotto. (hai visto…?)
    deve essere= Hai visti che li stavano portando dal salotto? corretto o no?
    O per esempio: Luisa ha dato una delle foto a Enrico.
    deve essere: Hanno visto che le stava dando. Corretto o no?

    Pronomi clitici. Per esempio: Hanno sentito il poliziotto domandare il nome di quell’uomo al padrone del bar.
    Deve essere: Hanno sentito il poliziotto domandargli o domandarlo. corretto o no?
    Abbiamo visto Carla far firmare l’assegno alla signora.
    Deve essere: Abbiamo visto far fimarla. Corretto o no?
    Ha visto Giovani restituire i soldi a Nicola.
    Deve essere: Ha visto Giovanni restituirli.Corretto o no?

    Grazie e buona giornata Gwendola.

    Risposta:
    Non è un “che” relativo, ma un “che” dichiarativo. Le frasi corrette sono:
    1. Hai visto che li stavano portando via dal salotto?
    2. Hanno visto che gliene stava dando una.
    3. Hanno sentito il poliziotto domandarglielo.
    4. Abbiamo visto farglielo firmare.
    5. Ha visto Giovanni restituirglieli.

    Thumb up +1

  559. 559
    Gwendola scrive:

    La costruzione con la frase relativa e la forma stare+gerundio.
    Per esempio: I ragazzi hanno detto a papà che dovevano giocare lunedi sera. (ho sentito).
    L’ho sentito che le stavano dicendo. corretto o no?
    O per esempio: Il signor Ferro ha fatto vedere la casa ai signori Bianchi.(abbiamo visto)
    L’abbiamo visti che stava facendo vedere la casa. corretto o no?
    No lo so ho fatto bene cosi!!
    Grazie Gwendola.

    Risposta:
    1) “Ho sentito che lo stava dicendo”, oppure “L’ho sentito dire”.
    2) “Abbiamo visto che stava facendo vedere la casa”.

    Thumb up +1

  560. 560
    Olga scrive:

    Ciao! Non capisco il senso della frase :” sarebbe bello introdurre la sufficienza per tutti” (si parla della scuola)

    Risposta:
    Si riferisce alla proposta che in passato è stata fatta (soprattutto nel periodo della contestazione degli anni Settanta) di dare il voto sufficiente a tutti, indipendentemente dal merito effettivo.

    Thumb up +4

  561. 561
    Olga scrive:

    Ciao!! Grazie mille delle risposte!! Vorrei chiedere,
    ” Maria è tornata da Marco” significa, che Maria è stata da Marco ed e tornata o significa che loro si sono messi di nuovo insieme? o dipende dal contesto? Grazie!!

    Risposta:
    In genere significa la prima delle due interpretazioni. Nel secondo caso, diremmo “è tornata con Marco”.

    Thumb up +2

  562. 562
    icaro81 scrive:

    Il termine di fronte si può usare per indicare più persone davanti a noi o può essere usata per indicare esclusivamente una singola persona?? Qualche giorno fa mi sono sentito rispondere che affermare di avere 2 persone di fronte significa solamente che si è davanti ad una donna incinta.

    Risposta:
    “Di fronte” si può usare anche con più persone.

    Thumb up +2

  563. 563
    Olga scrive:

    Ciao!! Vorrei sapere, che significa “mitico” nella lingua parlata? Quando si usa? Grazie!!

    Risposta:
    “Mitico” nella lingua parlata può significare: spettacolare, fantastico, bellissimo. Si usa per esprimere approvazione verso qualcosa o qualcuno.

    Thumb up 0

  564. 564
    Olga scrive:

    Ciao!! Nella frase ” se preferisci il latte fresco, ricorda che va comprato ogni 2 giorni ca.” Che significa questo “ca”?:)
    Grazie mille!!

    Risposta:
    Vuol dire “circa”

    Thumb up +4

  565. 565
    Evghenia scrive:

    Una mia amica insiste sul fatto che in Italia insieme alla parola “ombrello” si usa anche la parola ‘scirm’. La cosa che non ho mai sentito dire pero’ forse proviene dal tedesco e si usa in qualche dialetto italiano. Me lo potete spiegare?

    Risposta:
    Non esiste in italiano questa parola. Forse è una voce dialettale, ma bisognerebbe conoscere il dialetto in questione.

    Thumb up +1

  566. 566
    BALU' scrive:

    ottocentoottantadue o ottocentottantadue?
    la vocale o va omessa o no?

    Risposta:
    E’ più frequente la seconda forma.

    Thumb up +10

  567. 567
    BALU' scrive:

    qual è la versione corretta?
    tuttora o tutt’ora

    Risposta:
    Tuttora (ma non è impossibile trovare anche l’altra versione, meno consigliata).

    Thumb up +2

  568. 568
    eleFede69 scrive:

    Vorrei sapere se la seguente frase è corretta:
    è per questa ragione che si ritiene opportuno che gli alunni vengano esercitati ad affrontare con serenità le prove

    Risposta:
    E’ corretta.

    Thumb up +1

  569. 569
    Rachele scrive:

    Buona sera.
    Vorrei sapere quale dele due frasi è corretta:
    1 Il film, seppure non brilli per originalità, è bello.
    2 Il film, seppure non brilla per originalità, è bello.
    Grazie mille.

    Risposta:
    La prima frase.

    Thumb up +1

  570. 570
    Giorgio scrive:

    Ciao a tutti!
    Il verbo “mentire” come si fa?
    “Mentisco, mentisci, mentisce…” o “mento, menti, mente…” ?
    Grazie!

    Risposta:
    Si dice “mento, menti, mente…”. In alcuni testi di letteratura si può trovare l’altra forma, ormai desueta.

    Thumb up +6

  571. 571
    Jess scrive:

    trovo difficultà al rispondere per esempio:
    “penso DI sì” o “penso CHE sì”, quando debbo usare tutte e due?

    Risposta:

    “Penso di sì”
    “Penso che + verbo al congiuntivo”

    Thumb up +1

  572. 572
    patrizia scrive:

    Dal passato remoto,come va scrito l’accento della terza persona dei verbi che finiscono in “ire”. non so si vanno sempre uguali o alcuni sono grave e altri acuti. grazie Patrizia

    Risposta:
    L’accento è grave nella prima e nella terza coniugazione, acuto nella seconda. Parliamo naturalmente solo dei verbi regolari.

    Thumb up 0

  573. 573
    paolo scrive:

    qual è il plurale di apribottiglie?????????

    Risposta:
    Apribottiglie.

    Thumb up +3

  574. 574
    antonio scrive:

    si puo’ dire ‘sto salendo le scatole sopra’

    Risposta:
    Non è chiaro il senso della frase.

    Thumb up +4

  575. 575
    Salisburgo scrive:

    Si dice: i piatti sono caduti per terra, oppure i piatti sono caduti a terra?

    grazie!

    Risposta:
    “per terra”.

    Thumb up +3

  576. 576
    Caterina scrive:

    Condizionale presente o passato?
    1)Ti porterei alla stazione ma non ho la macchina.
    2)Ti avrei portato alla stazione ma non ho la macchina.
    Secondo me sono corrette le due frasi: nella prima l’azione non è del tutto decisa (non ha la macchina ma potrebbe forse prendere un tassì) mentre nella seconda, invece, si è ormai deciso di non compiere l’azione.

    Risposta:
    La spiegazione data è corretta.

    Thumb up +1

  577. 577
    Sabrina scrive:

    Il plurale di “ascensore” è maschile o femminile?
    Grazie

    Risposta:
    “Gli ascensori”, maschile.

    Thumb up 0

  578. 578
    ivan scrive:

    Ho un dubbio! grazie che mi hai avvisato! o grazie di avermi avvisato!quale delle due è la formula corretta?

    Risposta:
    La forma più corretta sarebbe “grazie per”, che si alterna al meno usato nella tradizione letteraria “grazie di”.

    Thumb up 0

  579. 579
    mauro scrive:

    quando e quanto , come faccio a capire in una frase quali dei due inserire ?

    Risposta:
    “Quando” indica il tempo, “quanto” la quantità.

    Thumb up +1

  580. 580
    Gennaro scrive:

    vi sarei grato se poteste darmi qualche indicazione.si dice così? vi sarei grato se poteste darmi qualche indicazione, :) grazie

    Risposta:
    Sì, si dice così.

    Thumb up +2

  581. 581
    felicita scrive:

    E’ corretto “Non sapeva cosa ci fosse in mensa” o “Non sapeva che cosa c’era in mensa”?
    Grazie.

    Risposta:
    La prima: “Non sapeva cosa ci fosse in mensa”.

    Thumb up +4

  582. 582
    Salisburgo scrive:

    Ciao a tutti,
    mia domanda: le due frasi equivalgono??
    1) Sono 2 anni più giovane di te
    2) Ho 2 anni meno di te
    Grazie per l’aiuto

    Risposta:
    Sì, significano la stessa cosa.

    Thumb up +4

  583. 583
    francesca scrive:

    dico:
    penso sempre a Luca
    ma:
    lo penso sempre
    Perchè uso il pronome diretto (lo) e non quello indiretto (a lui=gli)?
    Grazie!

    Risposta:
    “Lo penso” non significa “penso a lui”, ma “penso lui”. Il verbo “pensare” può essere sia transitivo sia intransitivo. Nel primo caso il lo (se non è neutro ma maschile), ha poi bisogno di un predicativo. Es.: “Lo pensavo già grande”. Se invece il verbo è intransitivo, non regge, in realtà, il complemento di termine (che sarebbe in effetti gli), ma una forma locativa, che indica un luogo reale o figurato. Difatti diciamo “ci penso”, dove questo ci è un luogo immaginario.

    Thumb up +10

  584. 584
    Caterina scrive:

    Vorrei sapere se le due frasi sotto riportate sono entrambe corrette:
    1)Mi piacciono le trenette al pesto e ne ho mangiate due piatti.
    2)Quanti piatti di trenette al pesto hai mangiato? Ne ho mangiati due.
    Nel primo esempio il ne si riferisce alle trenette e nel secondo ai piatti di trenette.

    Risposta:
    Sì, sono corrette.

    Thumb up +4

  585. 585
    i. scrive:

    Buongiorno.
    In quali casi si deve ringraziare “Per” qualche cosa ed in quali altri “Di” qualche cosa?
    Dove posso trovare fonti autorevoli sull’argomento?
    Grazie!

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme, di e per seguiti da un sostantivo. Attenzione a non utilizzare dopo queste preposizioni l’infinito presente (semmai quello passato).

    Thumb up +3

  586. 586
    nicola scrive:

    Avrei bisogno di un ulteriore delucidazione. Perchè le seguenti frasi sono entrambe corrette malgrado abbiano tempi diversi???
    1) Chiunque fosse impossibilitato a raggiungere il posto di lavoro deve avvertire il datore di lavoro.
    oppure:
    1) Chiunque sia impossibilitato a raggiungere il posto di lavoro deve avvertire il datore di lavoro.

    Risposta:
    Il congiuntivo imperfetto allarga il senso dell’eventualità.

    Thumb up +4

  587. 587
    nicola scrive:

    Chiunque fosse impossibilitato a raggiungere il posto di lavoro deve avvertire il datore di lavoro.
    oppure:
    Chiunque sia impossibilitato a raggiungere il posto di lavoro deve avvertire il datore di lavoro.

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +3

  588. 588
    daniela scrive:

    salve vi chiedo cortesemente se è corretto scrivere la frase : “le ricevute hanno entrambe il medesimo indirizzo”. Sulla banca sono inserie uguali. Grazie infinite.

    Risposta:
    Se ho capito bene la domanda, sì. Quella frase è grammaticalmente corretta! Poi dipende dal contesto, per il senso.

    Thumb up +3

  589. 589
    nicola scrive:

    Chiunque fosse impossibilitato a raggiungere il posto di lavoro deve avvertire il datore di lavoro.
    oppure:
    Chiunque sia impossibilitato a raggiungere il posto di lavoro deve avvertire il datore di lavoro.

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +3

  590. 590
    Regina scrive:

    Vi chiedo un aiuto per quanto riguarda ” glielo” davanti al verbo, va apostrofato con l’avere?
    Gliel’ho tirato dalle mani….
    Grazie

    Risposta:
    E’ meglio apostrofarlo.

    Thumb up +3

  591. 591
    Moniica scrive:

    Ho un dubbio se a una domanda come
    “L’ammore o la mia risposta?”
    scrivo “Entrambi” plurale maschile o
    “Entrambe” al femminile?
    Cioè quando ho un femminile e un maschile il plurale cosa è?
    Grazie

    Risposta:
    Di norma, il maschile comprende maschile e femminile.

    Thumb up +3

  592. 592
    Antonella scrive:

    Buongiorno,
    ho sempre creduto che “tranne che” fosse un errore (come anche “nonostante che”) e che invece si dicesse “puoi decidere tutto, tranne il colore”… ma leggo e sento (anche nei film) continuamente questa formula. E’, dunque, corretta?

    Risposta:
    Sì, è corretta. “Tranne” è una preposizione e quindi si colloca prima di un sostantivo. “Tranne che” è una congiunzione e pertanto si incontra principalmente con un verbo o altre parti del discorso che richiedono congiunzioni.

    Thumb up +3

  593. 593
    Gyöngy scrive:

    Ciaó Tutti
    Vorrei sapere come funziona questa parte della grammatica: “l’ho” oppure “lo ho”.
    Quando si usa l’uno e l’altro. E perché? Di che cosa dipende??
    Grazie la risposta

    Risposta:
    Entrambe le forme hanno lo stesso significato (pronome più verbo), “l’ho” è più utilizzato per una questione di semplicità.

    Thumb up +3

  594. 594
    gilda scrive:

    volevo sapere quali di questi frasi p corretta
    sei la peggiore che potevo conoscere
    sei la peggiore che potessi conoscere

    Risposta:
    La seconda è corretta.

    Thumb up +4

  595. 595
    Stefano scrive:

    Salve,
    vorrei sapere quale delle seguenti frasi è corretta:

    “una serie di foto che mostrano”

    oppure

    “una serie di foto che mostra”.

    Ho trovato tutte e due in vari articoli, la prima(mi è stato detto non è corretta) anche in testate giornalistiche importanti.
    Grazie.

    Thumb up +7

  596. 596
    Brigida scrive:

    Buongiorno, vorrei sapere se è giusto dire nell’aprile o se invece la forma corretta è ad aprile (es. è stato valutato da noi …)
    Grazie

    Risposta:
    In aprile (molto meglio) o ad aprile.

    Thumb up +5

  597. 597
    Kika scrive:

    Vorrei sapere se l’espressione: “ci vediamo a pomeriggio” è corretta. Premettendo che è valida anche l’spressione: “ci veniamo nel pomeriggio”.
    Vi ringrazio

    Risposta:
    E’ sbagliata.

    Thumb up +5

  598. 598
    le fosse giuseppe scrive:

    e’ corretto dire la frase “molto corretto?

    Risposta:
    Non è sbagliato, ma ha poco senso.

    Thumb up +2

  599. 599
    Julia scrive:

    E vero che leggere ed ascoltare tutti i giorni mi farà parlare subito e meglio l’italiano?
    Grazie mille

    Thumb up +8

  600. 600
    gabriele scrive:

    Quando si scrive fate e quando fatte?esempio:oggi fate i compiti o oggi fatte i compiti?
    grazie per la risposta

    Risposta:
    “Fate” è indicativo presente II persona plurale. “Fatte” è participio passato femminile plurale. Perciò: “oggi fate i compiti”.

    Thumb up +3

  601. 601
    Caterina scrive:

    Salve.

    In italiano c’e’ un’ambiguita’riguardante i mestieri maschili e femminili. Alcuni solamente maschili come medico. Non esiste medica. Sarebbe molto utile se prepareste un elenco per gli insegnanti stranieri. Saluti dalla Turchia.

    Risposta:
    Grazie per il suggerimento, ne terremo conto!

    Thumb up +4

  602. 602
    Angelo Luigi Venini scrive:

    E’ corretto dire o scrivere la parola “saluti” accompagnata dall’aggettivo “cari”?
    Grazie.

    Risposta:
    Sì, si dice “cari saluti” al termine di una lettera informale.

    Thumb up +1

  603. 603
    Myriam scrive:

    Qual è la differenza tra “mi seggo” e “mi siedo”?

    Risposta:

    “Mi seggo” è una variante più ricercata. In generale ormai è stato sostituito da “mi siedo” nello scritto e nel parlato.
    Lo stesso vale per l’imperativo alla terza persona “si segga”, infatti anche in questo caso ormai prevale “si sieda”.
    Ed anche per il congiuntivo nelle prime tre persone singolari e nella terza plurale.

    Thumb up +1

  604. 604
    MICHELA scrive:

    Quale dei due è scritto correttamente:

    Buongiorno o Buon giorno.

    Grazie

    Saluti

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme.

    Thumb up +5

  605. 605
    Filo scrive:

    è giusto dire:
    volevo solo vedere se avevi preso il costume?
    oppure:
    volevo solo vedere se avessi preso il costume.

    Risposta:
    Quella con il congiuntivo è la versione corretta. Ma ormai nella lingua parlata si sente abbondantemente anche la prima versione.

    Thumb up +3

  606. 606
    ninimini scrive:

    Come si dice :)
    “…Si, sono a scuola di martedì e di giovedì mattina.
    E di venerdì? – Di venerdì non sono mai a scuola.”
    Oppure va usato l’articolo IL davanti ai giorni della settimana.

    Risposta:
    Per indicare l’abitudine, vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +1

  607. 607
    leonardo scrive:

    è corretto scrivere:
    …un’ultimo…un’altro

    Risposta:
    No, vanno senza apostrofo perché sono maschili.

    Thumb up +4

  608. 608
    Vale scrive:

    Salve!
    1.Volevo chiedere se io do da mangiare al bambino posso dire “Nutro mio figlio e poi andiamo a fare una passeggiata”, o “nutrire” significa “allattare”?
    2. Un’altra domanda: che aggettivi si mettono prima del sostantivo?
    3. Esiste un elenco con i verbi intransitivi che si coniugano con l’ausiliare “avere”?

    Risposta:
    1. “Nutrire” significa “dare da mangiare” in generale, ma si usa poco: preferiamo usare appunto “dare da mangiare a…”.
    2. I possessivi, dimostrativi, indefiniti, interrogativi si mettono prima; i qualificativi si collocano prima o dopo secondo il significato soggettivo o oggettivo che hanno.
    3. I verbi intransitivi con ausiliare avere sono così tanti, che è impossibile memorizzarli. L’unico modo per impararli è notarne il comportamento nell’uso.

    Thumb up +1

  609. 609
    sue scrive:

    E’ giusto dire : Bollettino d’informazione italiano o Italiane?

    Risposta:
    Va bene “italiano”, dove l’aggettivo si riferisce a “bollettino”.

    Thumb up +3

  610. 610
    leonardo scrive:

    salve, vorrei sapere quale di queste 2 frasi è più corretta per leggere una classifica in cui la prima classificata è il milan, la seconda è l’inter e la terza è il napoli, o comunque sapere se sono corrette:
    -il napoli è arrivato terzo dopo milan ed inter
    -il napoli è arrivato primo dopo milan ed inter

    Risposta:

    “Il napoli è arrivato terzo, dopo milan ed inter” aggiungendo una virgola.

    Thumb up +4

  611. 611
    anna scrive:

    salve,è corretto:
    - se diceva cosi comunque andava bene
    - se avesse detto così comunque sarebbe andato bene
    quale delle due è corretta oppure a secoda dei contesti si possono utilizzare entrambe
    grazie

    Risposta:
    La seconda forma è quella corretta. Talvolta si può sentire anche la prima all’orale, ma è del tutto sbagliata.

    Thumb up +4

  612. 612
    Giuseppe scrive:

    E’ giusto dire:
    …se questa pasta avesse cotto di meno.
    o
    …se questa pasta fosse stata cotta di meno.

    Risposta:
    La seconda frase.

    Thumb up +4

  613. 613
    Alessia scrive:

    “Voglio che tu mi dia il mio libro ”
    È corretto usare il congiuntivo?
    Grazie !

    Risposta:
    Sì, è corretto.

    Thumb up +5

  614. 614
    fede scrive:

    quale frase è corretta per significare che uscirò solo se non pioverà?
    Dopo uscirò salvo che piova
    o dopo uscirò salvo che non piova.
    In sostanza usando il “salvo che” il non ci va o no? Secondo me no

    Risposta:
    Il “non” è necessario, quindi la frase corretta è “Uscirò salvo che non piova”.

    Thumb up +3

  615. 615
    Fiby scrive:

    Ciao,vorrei sapere cos’è palmo in analisi grammaticale!!!Grazie ciao (p.s sn una bambina)

    Risposta:
    Sostantivo.

    Thumb up +3

  616. 616
    Antonio scrive:

    In analisi grammaticale questa frase:
    “La sveglia della mamma suona alle sette”.

    Alle sette,cos’è?

    Risposta:
    In analisi grammaticale, “alle” è preposizione articolata e “sette” è sostantivo.

    Thumb up +4

  617. 617
    faber scrive:

    Quanto scritto a seguire è esatto?
    Soprattutto l’ultima frase
    Durante la concitazione del ballo l’allaccio di uno dei sandali di Livia (gli ultimi regalatile) si strappa.
    Davvero scadenti.
    Non avrei mai dovuto comprarglieli

    Risposta:
    E’ la terza domanda sui sandali! Ma “regalatile” non si usa. L’ultima frase va bene.
    Magari regalale qualcos’altro…

    Thumb up +5

  618. 618
    faber scrive:

    salve. Potete per cortesia dirmi se le espressioni che scrivo a seguire sono corrette?
    Regalatole nel senso di regalato a lei regalatile nel senso di regalati a lei.
    “Gliel’ho detto”. “Gli ho detto”.
    “Coll’auto”. “Con l’auto”
    Quale delle due serie di espressioni è corretta?
    Ovvero è corretta la prima delle due?
    Vi sarei grato se mi rispondeste.

    Risposta:
    “Con l’auto” va bene.

    Thumb up +4

  619. 619
    faber scrive:

    L’ultimo paio di sandali che le ho regalato oppure regalatele cioè l’ultimo paio di sandali regalatele si puo dire?
    E’corretto scrivere: “gliel’ho detto” o “gliel’ho dato”?

    Risposta:
    Va bene “che le ho regalato”, non “regalatele”.
    “gliel’ho detto” e “gliel’ho dato” vanno bene.

    Thumb up +2

  620. 620
    dubbiosa scrive:

    Salve!
    Si dice: “L’ultimo attrezzo che ho usato è stato una pala” o “l’ultimo attrezzo che ho usato è stata una pala”?
    Grazie!

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +6

  621. 621
    paola scrive:

    Come si può spiegare l’uso di e d’
    Es: lezioni d’italiano o di italiano / d’interesse-di interesse

    Risposta:
    Tutte le soluzioni qui sopra proposte vanno bene. In genere “di” si apostrofa se la parola che segue comincia per vocale, ma solo se è al singolare.

    Thumb up +2

  622. 622
    Vilma scrive:

    Salve. Ho un dubbio con un’espressione che ho trovato: “so che quello che fa il manico alle ciliegie,aiuta più volentieri la gente allegra”. Ringrazio las vostra risposta.

    Risposta:
    Ignoro questa espressione e non saprei come trovarne il significato. E’ possibile che sia un’espressione regionale: lasciamo aperta la domanda, magari qualcuno di passaggio può darci una risposta.

    Thumb up +4

  623. 623
    Elena scrive:

    Mi rivolgo a Loro pregando dell’aiuto pregiato.
    Si potrebbe usare: Ideatore dell’iniziativa… o iniziatore della costituzione di…?
    Ringraziamenti in anticipo!

    Risposta:
    Le espressione sono corrette, anche se andrebbe visto il contesto di utilizzo.

    Thumb up +2

  624. 624
    magdalena scrive:

    grazie mille per la risposta!

    Thumb up +2

  625. 625
    magdalena scrive:

    aiuuutooooo!

    il palaazzo piu grande della citta-sarebbe superlativo relativo???nel esercizio ho trovato sottolineate le parole il e piu grande come se fosse superlativo relativo.possibile? o deve essere il piu grande palazzo della citta?

    Risposta:
    Entrambi sono superlativi relativi. Ma “più” va con l’accento.

    Thumb up +4

  626. 626
    Péter scrive:

    Ed altre due frasi:
    La nostra casa è vicino al fiume
    C’è una casa vicina nella città.

    Risposta:
    La seconda frase è: “C’è una casa vicino alla città”.

    Thumb up +4

  627. 627
    Péter scrive:

    Potete dire se le seguente frasi sono corrette?
    Grazie!
    La nostra casa é lontana dal fiume.
    Nel bosco c’é una casa lontana.

    Risposta:
    Sono corrette.

    Thumb up +5

  628. 628
    Péter scrive:

    Grazie per tutte le risposte utili!
    Adesso ho un’altra domanda:
    Quando usiamo bene (e male) e quando dobbiamo usare buono/a (cattivo/a)

    Quali frasi sono corrette?
    É bene fare un caffè.
    È buono fare un caffè.
    Questa ragazzo è buona.
    Questa ragazza è bene.
    La colazione è stata buona.
    La colazione è stata bene.
    Grazie mille per la risposta!!

    Risposta:

    “Bene” e “male” sono due avverbi, mentre “buono” e “cattivo” sono due aggettivi. Le frasi corrette sono: “E’ bene fare un caffè”, “Questa ragazza è buona”, “La colazione è stata buona”.

    Thumb up +11

  629. 629
    Péter scrive:

    So che c’è soltanto una forma maschile del nome: ‘architetto’. Però quando usiamo con un aggettivo, dobbiamo informare i’aggettivo secondo il soggetto?
    Sono queste frasi giuste?
    architetto bella, medico bella ecc.

    Risposta:
    Se usiamo la forma maschile per riferirci a una donna diciamo: “Luisa è un bravo architetto”. Però se l’aggettivo è lontano dal nome di mestiere, diciamo: “Luisa è un architetto. Mi hanno detto che è molto brava”.

    Thumb up +2

  630. 630
    monica scrive:

    Buongiorno.Chiedo aiuto per questo dubbio.
    Si dice in tal proposito o a tal proposito?

    Cito qui di seguito la frase completa:

    Anna non aveva mai brillato a scuola a causa di una forma particolare di dislessia che nessuno le aveva diagnosticato; a quei tempi si sapeva poco o nulla di questa peculiarità della mente e si pensava che fosse solo sintomo di scarsa intelligenza e poca volontà. Purtroppo, a tal proposito, le umiliazioni che lei aveva dovuto subire non erano state poche.

    Chiedo anche se ci sono anche errori di sintassi?
    Grazie.
    Cordiali Saluti
    Monica

    Risposta:
    “a tal proposito”.

    Thumb up +11

  631. 631
    Péter scrive:

    Potreste dirmi le differenze tra la lettera formale e semi-formale? Quali sono i critri?
    E quale forma del verbo devo usare (singolare, plurale; quale persona) se il compito è di scrivere una lettera a un’agenzia di viaggi dopo leggendo il suo annuncio.
    Mi occorre molto del vostro aiuto, perché preparo per l’esame elementare d’italiano senta insegnante.
    Grazie mille!

    Risposta:
    Nella lettera formale si dà del “lei” e ci si rivolge con locuzioni anche molto ampie.

    Thumb up +2

  632. 632
    Péter scrive:

    Sono le seguente frasi corrette?
    Quanto costa la macchina?
    Quanta costa la macchina?
    Quanto costa le borse?
    Quante costano le borse?
    Quanto costano le borse?

    Grazie molto!
    Pèter

    Risposta:
    Quanto costa la macchina? e Quanto costano le borse?.

    Thumb up +1

  633. 633
    Péter scrive:

    Ho infomaziani come deve usare la parola ‘spiaggia’ con il verbo ‘andare’: “Vado alla/in spaiggia”.

    Ma potreste informarmi dell’ uso con altri verbi?
    P.e.: “Sono sulla/in/alla spiaggia.”
    “C’è un bar sulla/in/ alla spiaggia.”
    “Passeremo il tempo sulle/nelle/alle spiagge.”
    Quali prepisizioni sono corrette?
    Grazie mille!

    Risposta:
    Ci sono varie possibilità. “Sono sulla/in spiaggia”. “C’è un bar sulla/in spiaggia”. “Passeremo il tempo sulle/nelle spiagge di…” (va precisato quali spiagge, altrimenti si usa il singolare e la preposizione semplice).

    Thumb up +5

  634. 634
    Péter scrive:

    Ho corretto il mio ultimo post:

    “Sei già stato in Italia?”
    “No, non ancora, ma vorrei andarci fra poco”

    Sono queste due frasi corrette? Posso usare ‘ci’ ad implicare ‘in Italia’. So che con ‘a’ sia correto, ma che cose c’è dal punto di vista di ‘in’ preposizione?
    Grazie molto!

    Risposta:
    “Ci” sostituisce un luogo, sia che questo abbia la preposizione “a” sia che abbia la preposizione “in”, perciò la seconda frase è corretta.

    Thumb up +2

  635. 635
    Monica scrive:

    Altro dubbio. E’ meglio
    1) Neanch’io la vidi più.
    Oppure:
    2) Anch’io non la vidi più.

    Frase a)Riuscire a perdonare sé stessi per aver voluto qualcuno come lo si voleva che fosse, forse,potrebbe essere una soluzione vincente; in fondo, perdonare vuol dire anche lasciar andare.

    Frase b)Una soluzione vincente potrebbe consistere nel riuscire a perdonare sé stessi, per aver voluto qualcuno come lo si voleva che fosse; in fondo, perdonare vuol dire anche lasciar andare.

    Nella frase a) e/o b) ci sono errori? O usare una piuttosto che l’altra è solo una questione di gusto personale?

    Attendo risposta. Grazie.
    Cordialmente

    Risposta:
    E’ preferibile la n. 1.
    a) e b) sono entrambe corrette, ma “se stessi” va senza accento.

    Thumb up +3

  636. 636
    Monica scrive:

    Salve.
    vorrei sapere due cose
    1) se si può scrivere “per meglio dire” dopo la parola anzi, ossia: Anzi, per meglio dire…ecc. Sto scrivendo un racconto e vorrei sapere quale coniugazione è più correto usare.
    Indico due versioni delle stesse frasi.
    a) Si erano scoperti in un modo veramente insolito. Era stata lei per prima a sapere della sua esistenza mentre guardava la televisione, in una afosa e tediosa serata di giugno. Stava girando i canali col telecomando quando, su una rete nazionale, lo aveva visto e si era bloccata.
    b)Si scoprirono in un modo veramente insolito. Era stata lei per prima a sapere della sua esistenza mentre guardava la televisione, in una afosa e tediosa serata di giugno. Stava girando i canali col telecomando quando, su una rete nazionale, lo vide e si bloccò. Parlava come un libro stampato …ecc.
    Grazie. Attendo suggerimento.Cordiali saluti

    Risposta:
    1) Sì.
    2) La a sembra migliore, ma bisognerebbe vedere il contesto più ampio.

    Thumb up +4

  637. 637
    Péter scrive:

    “Sei già stato in Italia?”
    “No, non ancora, ma vorrei andarci fra poco”

    Sono queste due frasi corrette? Posso usare ‘ci’ ad implicare ‘in Italia’. So che con ‘a’ sia correto, ma che cose c’è dal punto di vista di ‘in’ preposizione?
    Grazie molto!

    Risposta:
    “ci” è un pronome di luogo e quindi va bene anche per indicare “in Italia”.

    Thumb up 0

  638. 638
    Péter scrive:

    Grazie per la risposta!
    C’è una regola quando dobbiamo usare ‘di’ e quando ‘a’ con il verbo ‘pensare’?
    Grazie molto!
    Péter

    Risposta:
    “Penso di tornare a casa presto”, “penso sempre a te”.

    Thumb up +1

  639. 639
    Pèter scrive:

    Ho dovuto completare una frase in un test con una preposizione articolata. Ho scelto ‘alle’ ma la soluzione conteneva soltanto ‘delle’. Penso che tutte e due dobbiano essere corette. Che ne pensate?
    La frase è:
    Penso sempre ‘alle/delle’ vacanze di quest’estate e non vedo l’ora che arrivi di nuovo agosto e che possiamo rivederci.
    Grazie!

    Risposta:
    La risposta corretta in questo caso è una sola, ed è “alle”. La frase con “delle” non ha molto senso.

    Thumb up +2

  640. 640
    Federica scrive:

    Si dice “ha suonato il telefono” o “è suonato il telefono”? Vale lo stesso anche per la sveglia, l’intervallo… ?
    Grazie

    Risposta:
    “E’ suonato” va bene, ma ormai è frequente ascoltare anche il meno corretto “ha suonato”.

    Thumb up +7

  641. 641
    carlo scrive:

    ciao chi mi sa dire cos´é il “ci presentativo”?

    grazie

    Risposta:
    E’ il “ci” del verbo “esserci” usato nelle frasi scisse “C’è Luca che vuole parlare con te” (che è come dire “Luca vuole parlare con te”), “In questa classe ci sono dei ragazzi che non fanno i compiti” (uguale a “In questa classe dei ragazzi non fanno i compiti”).

    Thumb up +4

  642. 642
    Umberto scrive:

    Per persone luoghi e materie di studio si usa conoscere (conosci Maria/la Spagna/ la storia) e sapere con verbi avverbi ealcune parole tipo nome, numero, indirizzo.
    Se parliamo di altri oggetti come quadro/ edifici/ macchina/ musica e’ possibile usare entrambi i verbi?
    ES. Io conosco o so questo verso/ libro / poesia/quadro …?
    La ringrazio anticipatamente

    Thumb up +2

  643. 643
    Péter scrive:

    Quale preposizione é davanti ai nomi delle isole: ‘a’ oppure ‘in’? Sardegna, Sicilia, Cipro ecc. Ho trovato versioni differenti..
    Grazie molto!

    Risposta:
    Normalmente, “a” con nomi di isole piccole e “in” con nomi di isole grandi (anche se bisogna vivere e parlare con gli italiani per sapere quali isole loro reputano grandi e quali piccole).

    Thumb up +7

  644. 644
    Péter scrive:

    Ti ringrazio per la risposta!
    Se capisco bene la regola: Ogni volta quando abbiamo un predicato ‘essere + aggetivo o avverbio’ e un infinitivo come oggetto in una frase, non usiamo nessona preposizione dopo l’aggetivo.
    Ma la prossima frase è differente:
    “È ora di dire la verità.” Perché in questo ‘ora’ è l’oggetto (se lo penso bene).
    Capisco bene?
    Grazie!

    Thumb up +2

  645. 645
    Michele scrive:

    La frase sotto riportata è corretta? O sarebbe meglio dire “…se c’è da parte vostra…”. Congintivo o indicativo presente?

    “Chiedo gentilmente se ci sia da parte vostra l’intenzione di acquistare questo appartamento.”

    In attesa di risposta ringrazio e porgo cordiali saluti

    Risposta:
    Sono accettate entrambe le forme: in quella con il congiuntivo c’è una maggiore sfumatura di eventualità, perciò è più indicata in una situazione formale come questa.

    Thumb up +4

  646. 646
    Péter scrive:

    Ciao!
    Ho un libro che comprende informazioni differenti dall’altro libro. Nel primo ci sono aggetivi seguendo dal preposizione ‘a’. Nel secondo non sono seguendo da nessuna preposizione. Sono tutte e due versioni corrette? O il primo è quando non usiamo verbo dopo la preposizione e il secondo quando usiamo un verbo dopo l’agettivo?

    È facile a suonare la chitarra.
    È facile suonare la chitarra.

    È difficile a suonare la chitarra.
    È difficile suonare la chitarra.

    È buono a suonare la chitarra.
    È buono suonare la chitarra.

    È (un)peccato a perdere il treno.
    È (un) peccato perdere il treno.

    E altre parole p.e.: pronto, adatto ecc.

    C’è una regola per questo?
    Grazie mille!

    Risposta:
    E’ corretta la versione senza la preposizione. La regola è che “suonare la chitarra”, “perdere il treno” sono soggetto del verbo “essere” e perché un infinito diventi soggetto non c’è bisogno della preposizione.

    Thumb up +4

  647. 647
    Péter scrive:

    Grazie molto!
    Sono molto felice! :)

    Thumb up +1

  648. 648
    Péter scrive:

    Potete dimmi quali sono le sillabe accentate quando coniughiamo il verbo ‘ringraziare’?
    Gazie!

    Risposta:
    Se intendi al presente: ringràzio, ringràzi, ringràzia, ringraziàmo, ringraziàte, ringràziano.

    Thumb up +1

  649. 649
    Péter scrive:

    Grazie mille!

    Thumb up +1

  650. 650
    Olga scrive:

    Сiao!
    Si dice: ho comprato mezzo chilo di mele (o il mezzo chilo di mele)?
    Si dice: metà di questi studenti sono stanieri ) o la metà di questi studenti sono stranieri)?
    Grazie!!

    Risposta:
    La prima senza articolo, la seconda in entrambi i modi (ma è preferibile senza articolo, inoltre nel secondo caso il verbo andrebbe meglio al singolare).

    Thumb up +3

  651. 651
    Olga scrive:

    Ciao!!
    Si può dire “la carne media cotta”? o non si dice così?
    Grazie!!

    Risposta:
    Si dice “carne al sangue, media e ben cotta”. Solitamente l’aggettivo “media” non si accompagna al verbo “cotta”, ma semmai al sostantivo “cottura”.

    Thumb up +5

  652. 652
    Stefano scrive:

    Buongiorno, complimenti per il sito perchè “chi parla male, pensa male”

    La domanda: ascensore, aspirapolvere sono sostantivi maschili o femminili.

    Risposta:
    Maschili.

    Thumb up +5

  653. 653
    Olga scrive:

    Ciao!! Si dice
    questo segno si chiama l’apostrofo o si chiama apostrofo?
    questa lettera si chiama la “a” o si chiama “a”?
    Grazie!!

    Risposta:
    Senza articolo.

    Thumb up +2

  654. 654
    Péter scrive:

    Vorrei sapere che le frasi seguenti siano corrette. Grazie!

    Chiedo a te di fare un caffè.
    Ti chiedo di fare un caffè.

    Vorrei chiedere a te di fare un caffè.
    Vorrei chiederti di fare un caffè.

    Risposta:
    Sono corrette tutte le forme, ma quelle più usate sono “ti chiedo” e “vorrei chiederti”.

    Thumb up +1

  655. 655
    Péter scrive:

    Grazie mille!
    È un libro bilinguale che aiuta i studenti a comprendere un libro scritto solo in italiano. La lista delle parole include quella male forma. Penso che sia eccezionale…

    Thumb up +1

  656. 656
    Kal scrive:

    Salve!
    L’uso del verbo “esserci” ogni tanto non mi e’ chiaro.
    Ci vuole la particella “ci” nelle frasi tipo:
    “Quanti studenti (ci) sono nel vostro gruppo?”
    “Quante birre (ci) sono in frigo?”
    “Quante persone (ci) sono in classe?”
    ??
    Grazie!

    Risposta:
    Sì, in queste frasi è necessario il ci. Senza ci, le frasi sarebbero costruite diversamente (“Quanti sono gli studenti del vostro gruppo?”; “Quante sono le birre nel frigo?” ecc.).

    Thumb up +6

  657. 657
    Péter scrive:

    Salve!
    Potete darmi quale e giusta?
    “I ragazzi antipatici”
    oppure
    “I ragazzi antipatichi”
    La stessa con aggetivo “simpatico”.
    Credo che la prima versione sia corretta (perché segue le regole) e la seconda è un sbaglio del mio libro.
    Cosa vi pare?
    Grazie!

    Risposta:
    “Antipatici” e “simpatici” sono le forme corrette. Ma qual è il libro che ha fatto tale errore?

    Thumb up +4

  658. 658
    lox scrive:

    vorrei sapere la differenza tra pronomi diretti e indiretti.Grazie mille
    lox

    Risposta:
    I pronomi diretti sostituiscono un oggetto diretto (“Io vedo Roberta” diventa “Io la vedo”). I pronomi indiretti sostituiscono una persona o cosa introdotta dalla preposizione “a” (“Io telefono a Roberta” diventa “Io le telefono”).

    Thumb up +4

  659. 659
    Olga scrive:

    Ciao!!
    Che significa la parola “mitica” nella lingua parlata?
    Quando si dice “ridere sopra”?
    Cosa vuol dire “ci casco”?
    Grazie!!

    Risposta:
    1. “Mitico” è usato spesso come sinonimo di “straordinario”, riferito alle qualità di una persona, un oggetto, un avvenimento.
    2. “Riderci sopra” significa “sdrammatizzare”. Es.: “Ha preso una multa per divieto di sosta, ma ci ha riso sopra”.
    3. “Cascarci” significa “cadere in uno scherzo”. Es.: “Gli ho detto che gli asini volano e lui ci è cascato”.

    Thumb up +7

  660. 660
    giovanni scrive:

    Giorgio chiese a Luisa se sarebbe uscita con lui quella sera.
    o
    Giorgio chiese a Luisa se fosse uscita con lui quella sera.

    Risposta:
    Vanno bene entrambe, ma hanno due significati diversi. “Giorgio chiese a Luisa se sarebbe uscita con lui quella sera” è il futuro del passato (Giorgio fa una proposta per un momento successivo), mentre “Giorgio chiese a Luisa se fosse uscita con lui quella sera” esprime un’azione anteriore e la conversazione avviene al termine della serata, quando Giorgio chiede a Luisa se lei sia uscita con lui (non Giorgio, presumibilmente) quella sera.

    Thumb up +4

  661. 661
    vale1010 scrive:

    perchè si dice “lingua e cultura italianA” e non “lingua e cultura italianE”?

    Risposta:
    La seconda forma, con l’aggettivo al plurale, è formalmente più corretta, ma ormai nell’uso è piuttosto frequente anche la prima forma al singolare. Ciò che conta è che non vi sia spazio al dubbio: il contesto deve cioè rendere chiaro che “italiana” si riferisce a entrambi i sostantivi e non soltanto a uno dei due.

    Thumb up +5

  662. 662
    Olga scrive:

    Per quanto riguarda la forma passiva, quando si deve usare il verbo venire + participio passato?
    Qual’è la differenza tra:
    Maria è invitata a cena.
    Maria viene invitata a cena.
    Grazie!!

    Risposta:
    Venire dà più il senso di un processo dell’azione, mentre essere indica maggiormente una condizione. Ma in realtà nella lingua parlata si tende a usare sempre più venire con significato uguale a essere. E’ inoltre importante precisare che venire non si può usare nei tempi composti.

    Thumb up +9

  663. 663
    caterina scrive:

    Salve! La mia domanda riguarda l’uso dell’articolo determinativo con le lingue. Si dice studio o parlo l’italiano o italiano. Ho trovato entrambe le forme in un libro di grammatica italiana:

    Lei parla italiano.
    Noi impariamo l’italiano.

    Quale forma e’ preferita o giusta?
    Grazie in anticipo

    Risposta:
    Abbiamo risposto qui e qui.

    Thumb up +6

  664. 664
    lox scrive:

    Ciao a tutti. Vorrei sapere quando si usano i pronomi diretti e quando quelli indiretti.Grazie mille

    Risposta:
    Abbiamo risposto qui.

    Thumb up +2

  665. 665
    lox scrive:

    ciao a tutti, ho un dubbio…mi spiegate il perché della preposizione “a” nella prima frase?
    A Laura piace l’opera.
    Laura odia l’opera.
    grazie

    Risposta:
    Il verbo “piacere” regge la preposizione “a”. Nella frase “A Laura piace l’opera”, l’opera è soggetto e Laura è il termine dell’azione di “piacere”, mentre nella frase “Laura odia l’opera”, Laura è soggetto e l’opera è l’oggetto diretto dell’azione di “odiare”.
    Come “piacere” si comportano anche “mancare”, “sembrare” ecc.

    Thumb up +2

  666. 666
    elettra scrive:

    Buon pomeriggio.
    Vorrei sapere quale tra le due frasi è formulata correttamente:
    1 Io sono un tipo che piace.
    2 Io sono un tipo che piaccio.
    Mille grazie.

    Risposta:
    La numero 1.

    Thumb up +7

  667. 667
    Levente scrive:

    Mi aiutate per favore!
    Quale é guista?

    Questo é il mio indirizzo.
    oppure
    Questo é mio indirizzo.

    Perché il mio libro grammaticale dice che gli articoli non vengono con parola ‘questo’.
    Grazie!

    Risposta:

    La frase corretta è: “Questo è il mio indirizzo”. L’articolo non si mette davanti ai dimostrativi (perciò non posso dire “il questo”), ma davanti agli altri elementi che lo richiedono, in una frase con i dimostrativi, si deve usare.

    Thumb up +2

  668. 668
    caterina scrive:

    Mille grazie per la risposta.

    Thumb up +1

  669. 669
    caterina scrive:

    Vorrei sapere quale frase e’ giusta:
    Marco ci ha visti sull’autobus o invece
    Marco ci ha visto sull’autobus.

    Grazie mille!

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le frasi. Per un ulteriore approfondimento, rimandiamo a questa risposta.

    Thumb up +2

  670. 670
    Olga (Kiev) scrive:

    Ciao! Come si chiama il frutto dell’anacardio in italiano?

    Si usa a dire tailleur, foulard, beauty – case?

    Grazie!!

    Risposta:
    - Anacardio anche il frutto.
    - Sì, si usano quelle parole straniere.

    Thumb up +2

  671. 671
    Olga (Kiev) scrive:

    Ciao!! Vorrei chiedere, si dice la borsa (le scarpe) di pelle vera e la borsa (le scarpe) di pelle finta? O nn si dice così?
    Grazie!

    Risposta:
    Solitamente si dice “di vera pelle” e “di finta pelle”.

    Thumb up +3

  672. 672
    Olga (Kiev) scrive:

    Ciao!!
    Si scrive quest’amica o questa amica?
    Grazie!!

    Risposta:
    Vanno bene entrambe le forme.

    Thumb up +3

  673. 673
    Claudia Gelli Larsson scrive:

    Spero che potete risolvere il mio dubbio: Quale frase e’ corretta?

    La signora Marzotti piace le perle. OPPURE:

    Alla signora Marzotti piacciono le perle.

    Col verbo: Piacere – non e’ vero che va coniugato un po’ alla rovescia, nel senso che il soggetto e’ infatti : le perle?

    Grazie mille

    Risposta:
    E’ corretta la seconda frase: “Alla signora Marzotti piacciono le perle”. Non è coniugato alla rovescia: semplicemente il soggetto è ciò o chi compie l’azione di piacere, di essere piacevole.

    Thumb up +2

  674. 674
    MONICA scrive:

    Qualcuno mi sa dire come posso fare l’analisi grammaticale di queste espressioni?
    - letto a castello
    - scala a pioli
    e frasi di questo tipo?
    Io direi che sono nome -preposizione – nome ma ho il dubbio che a castello e a piioli sia aggettivo.
    Grazie

    Risposta:
    Si tratta di sostantivo – preposizione – sostantivo.

    Thumb up +3

  675. 675
    caterina scrive:

    Salve! Sono un po’ confusa con “piu’”, “il piu’” ed “in piu’”. Cosa la differenza in significazione tra loro? Tante grazie.

    Risposta:
    - Più: “Ci sono più studentesse che studenti”; “E’ più alto che bello”; “Non ho più l’età per certi sport”.
    - Il più: “Il più grande lago italiano è il Garda”.
    - In più: “E’ caduto per le scale e ha riportato una frattura. In più lo spavento gli ha procurato i capelli bianchi”.

    Thumb up +16

  676. 676
    Ismini scrive:

    buon giorno a tutti!chi mi puo dire verbi in URE ?come produre per coniugare?

    Risposta:
    Produrre, condurre, tradurre… Sono verbi della II coniugazione.
    Produco-produci-produce-produciamo-producete-producono
    Conduco-conduci-conduce-conduciamo-conducete-conducono
    ecc.

    Thumb up +1

  677. 677
    silvia scrive:

    vorrei sapere qual’è il plurale delle seguenti parole:eco,palmo(della mano),pomodoro.Grazie.

    Risposta:
    Gli echi – i palmi – i pomodori.

    Thumb up +3

  678. 678
    monia scrive:

    Scusate l’ignoranza, ma ho un dubbio sulla coniugazine di un verbo.Mi potete aiutare? Grazie.
    Vorrei sapere se è giusto in questo caso usare “fosse” o è meglio usare “era”.
    La frase è la seguente:
    credo che non fosse innamorata di quell’uomo, ma di quello che le rappresentava.Non che i suoi sentimenti non fossero sinceri, ma quella figura…ecc. oppure :
    credo che non era innamorata di quell’uomo, ma di quello che le rappresentava.Non che i suoi sentimenti non fossero sinceri, ma quella figura…

    Risposta:
    E’ corretta la prima versione.

    Thumb up +5

  679. 679
    Mara scrive:

    Ciao a tutti.
    Il mio dubbio: Quando si mette “ed”/”ad”?… Davanti quelle parole che cominciano per volcale? Oppure davanti quelle parole che cominciano per “e”/”a”?
    Grazie.

    Risposta:
    Di norma si mettono davanti alle parole che cominciano con la stessa vocale (“io ed Elisa”, “ti invito ad andare” ecc.). Però è abbastanza diffuso l’uso davanti a ogni vocale, dipende dallo stile delle persone.

    Thumb up +2

  680. 680
    Olga (Kiev) scrive:

    Se volessi acquistare un biglietto per viaggiare in treno, dovrei dire:
    “un biglietto per il treno” oppure “un biglietto del treno” o “un biglietto sul treno”?
    grazie!!!

    Risposta:
    “Un biglietto per il treno” è la risposta migliore. Però possiamo sentire anche “un biglietto del treno”.

    Thumb up +3

  681. 681
    Olga (kiev) scrive:

    Le mie domande sono:
    1) si dice “prenotare un volo” o “prenotare un posto sul volo” o “prenotare un biglietto per il volo”?
    2) si dice “un volo per Roma” o “un volo a Roma”
    3) si dice “vorrei un biglietto di sola andata” o “vorrei un biglietto solo andata”?
    Grazie mille!!!!

    Risposta:
    1) Tutte e tre le frasi sono corrette, ma bisogna vedere il contesto.
    2) “Un volo per Roma”.
    3) “Vorrei un biglietto di sola andata”.

    Thumb up +6

  682. 682
    Giuliana scrive:

    VORREI sapere quale delle 2 frasi è più corretta?

    1. analisi e confronto tra alcune grandi ondate migratorie del XX secolo

    2. analisi e confronto tra alcune delle grandi ondate migratorie del XX secolo

    Grazie

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le frasi. Nella seconda c’è il partitivo.

    Thumb up +2

  683. 683
    Carlo scrive:

    Buon giorno,

    Vorrei sapere quale é la differenza di significato tra le seguenti frasi:

    Deve averlo saputo, che ….
    Ha dovuto saperlo, che…

    Grazie

    Risposta:
    La prima significa “sicuramente lui/lei ha saputo…”. La seconda significa “è stato necessario per lui/lei saperlo (qualcuno o qualche circostanza glielo ha imposto)”.

    Thumb up +3

  684. 684
    Mina scrive:

    Vorrei sapere quale di queste frasi e’ corretta e perche’?

    1. Nella mia stanza c’e’ un tavolo e una sedia.
    2. Nella mia stanza ci sono un tavolo e una sedia.

    Grazie in anticipo.

    Risposta:
    E’ corretta la seconda frase. La prima sarebbe corretta se fosse formulata così: “Nella mia stanza c’è un tavolo con una sedia” (con una sedia è complemento di unione).

    Thumb up +11

  685. 685
    Claudio scrive:

    Salve. A vostro parere, quale variante è corretta:

    1) Mi avrebbe invitato quando fossi stato libero

    oppure

    2) Mi avrebbe invitato quando sarei stato libero

    Logica vuole che corretta sia la prima variante. Attendo tuttavia il vostro parere.
    Cordiali saluti.

    Risposta:
    E’ corretta la prima variante, perché “quando” ha una sfumatura ipotetica, come “se”, perciò segue le regole del periodo ipotetico.

    Thumb up +4

  686. 686
    Olga (kiev) scrive:

    Ciao!!
    Ho spesso i dubbi con l’uso degli articoli.
    Si dice con gelato con panna o con la panna?
    un piatto con salsa o con la salsa?
    grazie mille!

    Risposta:
    Sono accettate entrambe le forme, con e senza l’articolo. Per questa domanda, rimandiamo alla risposta che abbiamo dato qui.

    Thumb up +13

  687. 687
    Hosamis scrive:

    Sono dubbiosa circa l’uso della “essere” verbo. Dico “sto leggendo” o “sono leggendo”? La mia lingua madre è il portoghese e che il linguaggio del verbo “ser” separati dal verbo “estar”, quindi sono in dubbio. Grazie!

    Risposta:
    Si usa sempre “stare+gerundio”, mai “essere”.

    Thumb up +7

  688. 688
    Anita scrive:

    Alcune domanda sull’accordo del participio di verbi composti con avere e con l’oggetto anteposto, si direbbe :
    1.”ci ha ingannato” o “ci ha ingannati”?
    2.”la casa che ho comprato” o “la casa che ho comprata”?
    3.”mi(femminile) ha visto ieri” o “mi ha vista ieri”?

    Risposta:
    L’accordo tra il pronome e il participio del verbo composto è obbligatorio quando prima del passato prossimo c’è un pronome di terza persona (lo, la, li, le) oppure ne. Es.: Le ho comprate.
    E’ facoltativo quando prima del passato prossimo c’è un pronome di prima o di seconda persona (mi, ti, ci, vi). Es.: Lui mi ha visto / Lui mi ha vista.
    E’ possibile ma poco diffuso concordare il participio con l’oggetto in presenza di verbi riflessivi. Es.: Si è tagliati i capelli.

    Thumb up +33

  689. 689
    giorgio scrive:

    ciao!!! quanto riguarda le preposizioni…
    c’e’ una regola per le preposizioni articolate?
    p.e. perche’ diciamo “profilo storico DELLA letteratura italiana” e non “profilo storico DI letteratura italiana” ?

    Risposta:
    Anche per le preposizioni articolate valgono le regole dell’articolo, che abbiamo espresso qui.

    Thumb up +10

  690. 690
    Maria di Minsk scrive:

    Buongiorno!
    C’è qualche luogo in Italia dove si dice “Buona mattina!” per salutare una persona?

    Grazie!

    Risposta:
    Non ci risulta, si dice “Buon giorno”.

    Thumb up +5

  691. 691
    Marcelo scrive:

    Quando si usa l’espressione “cosí, cosí” e quando “cosò via”?
    Grazie

    Risposta:
    “Così così” significa “non del tutto bene né male”. Per esempio: “Come stai?” “Così così” (non molto bene, ma nemmeno male).
    “Così via” significa “e continuando in questo modo”. Per esempio: “Allo zoo puoi vedere leoni, elefanti, gazzelle, pulci, canguri e così via”.

    Thumb up +7

  692. 692
    Maria di Minsk scrive:

    Ancora una domanda… E’ necessario scrivere le parole “perché”, “altroché” ecc. proprio con l’accento così – é? O forse si può scrivere anche così – è (“perchè”)? Il secondo modo è sbagliato o no?

    Grazie tante!

    Risposta:
    Andrebbero scritte con “é”, perché sono vocali chiuse. La forma in “è” non è corretta, ma non è un errore grave, perché la comunicazione non viene impedita.

    Thumb up +10

  693. 693
    Maria di Minsk scrive:

    Buongiorno!
    Mi dica per favore perché appare “ci” nella risposta:
    - Hai una matita?
    - Sì, ce l’ho.

    Grazie!

    Risposta:
    E’ un rafforzativo che si accompagna ad “avere” ed è obbligatorio. Non possiamo infatti rispondere “Sì, l’ho”.

    Thumb up +7

  694. 694
    Maria Rosa scrive:

    “..credo che l’altra volta io ti avessi parlato della “galaverna”,ma ora scopro che le due cose: “gelicidio” e ” galaverna”……..”

    La frase e’ scitta al presente ma “parlare” è al trapassato è corretto?.
    La variante “abbia parlato” sarebbe corretta ugualmente?
    grazie.

    Risposta:
    Sono corrette entrambe le forme, ma quella indicata nel testo indica una distanza temporale tra “credo” e “avessi parlato” che rimanda a una azione senza alcun legame con il presente.

    Thumb up +4

  695. 695
    Maria Rosa scrive:

    Cari amici, mi interessa sapere come si spiega la seguente forma italiana: “tutti e due” .
    Come la si puo’ spiegare?
    da cosa nasce? Forse dalla forma francese?
    grazie

    Risposta:
    Purtroppo non è di nostra competenza, rimandiamo ai colleghi filologi.

    Thumb up +10

  696. 696
    Roby scrive:

    Già chi ci siamo, un altro dubbio: nell’espressione “ti sono vicino/a”, “vicino” concorda in genere (maschile o femminile) con il soggetto o con il complemento di termine?

    Risposta:
    “Vicino” non concorda con il termine. Può essere avverbio, e allora non varia. E può essere aggettivo, allora concorda con il soggetto.

    Thumb up +6

  697. 697
    Roby scrive:

    Dopo l’espressione “si potrebbe affermare che…” si usa il congiuntivo o l’indicativo? Da quanto ho letto nel sito penso il congiuntivo, ma ne vorrei avere la certezza, grazie!

    Risposta:
    Sì, ci vuole il congiuntivo.

    Thumb up +3

  698. 698
    salvo scrive:

    Si scrive “pescaturismo” o “pesca-turismo”? E secondo quali regole? Eppoi, il nome composto è di genere femminile o maschile, ovvero si dice “il pescaturismo” o “la pescaturismo”?

    Risposta:
    Si dice “il pescaturismo”: secondo lo Zingarelli è maschile sul modello di “agriturismo”. Il trattino non è frequente in italiano.

    Thumb up +2

  699. 699
    enrico scrive:

    Si dice “Ho dato loro la penna” oppure “Ho dato a loro la penna” ? “Anna a loro ha detto la verità” oppure Anna ha loro detto la verità” ?? Il fatto che il pronome stia prima o dopo il verbo cambia qualcosa rispetto all’uso della preposizione “a” ?

    Risposta:
    I pronomi indiretti hanno una forma tonica (a me, a te, ecc.) e una forma atona (mi, ti, ecc.): quest’ultima si colloca prima del verbo (o dopo, nel caso dell’infinito e dell’imperativo). Per cui possiamo dire: “Mi passi il sale?”, “Passi il sale a me?”. Loro ha due forme atone: una più letteraria e scarsamente usata nel linguaggio parlato (loro, collocato però dopo il verbo), l’altra largamente diffusa nell’italiano contemporaneo (gli). Perciò potremo dire: “Ho dato la penna a loro”, “Ho dato loro la penna”, “Gli ho dato la penna”. Porre prima del verbo il pronome indiretto tonico è possibile, ma solo se vuole segnalare una deviazione dalla norma per sottolineare un elemento a differenza di altri possibili: “A loro ho dato la penna, a te darò una matita”, con una forte accentuazione alla parola loro, da contrapporre a te.

    Thumb up +6

  700. 700
    Giulia scrive:

    Un signore (presentandosi come un importante docente universitario!) mi ha detto che non si può scrivere “si prega di non toccare” ,ma “si invita a non toccare”.è così? potete spiegarmi perchè?
    Grazie

    Risposta:
    Questa è la conferma che talvolta i titoli di studio non sono garanzia di affidabilità, se è vero che quel tale era docente universitario (ha detto lui stesso di essere anche “importante”? Chi era, Umberto Eco?). L’espressione “Si prega di non toccare” è la più usata e corretta, oltre a essere educata e formale. L’altra espressione è davvero inusuale.

    Thumb up +7

  701. 701
    MARIATERESA scrive:

    HO SEMPRE UN PO (o pò)…. PROBLEMI CON GLI ACCENTI IN GENERE!!!

    Risposta:
    Si dice “un po’”, con l’apostrofo. Gli accenti in italiano si scrivono solo se si collocano sull’ultima vocale, quando è ultima lettera della parola. Negli altri casi ci sono, ma non si scrivono.

    Thumb up +6

  702. 702
    Maria di Minsk scrive:

    Buongiorno!
    Ho sentito dire così: “tra 10 minuti ho finito”.
    Mi dica per favore, è corretto? Proprio nel passato prossimo, parlando del futuro?
    E in questo caso quale sarà la forma del verbo preferibile dal punto di vista grammaticale.

    Grazie in anticipo!
    PS: Il sito è stupendo! Grazie per tutto quello che fate per noi! Braviiii! :)

    Risposta:
    E’ un’espressione dominante nel linguaggio parlato. Si tratta di un uso analogo a quello del presente in luogo del futuro semplice (“domani torno a casa”), in questo caso siamo di fronte al passato prossimo in luogo del futuro anteriore. Non è un errore, ma bisogna ricordarsi che esprime un tempo futuro, subito precedente a un altro futuro.

    Thumb up +11

  703. 703
    jonathan scrive:

    qual e la diferenza di guardare e vedere per me e difecile per favore aspeto la sua risposta

    Risposta:
    A questa domanda abbiamo risposto anche qui.

    Thumb up +7

  704. 704
    Olga scrive:

    Vorrei sapere, quando si dice italiano e quando l’italiano.
    Per esempio:
    Io parlo italiano. Tu parli bene italiano.Non parlo italiano molto bene.Parli italiano? Capisco italiano.
    Studio italiano. Vorrei imparare italiano.
    Bisogna mettere l’articolo o no?
    E un’altra domanda :
    Si dice
    Pratico ciclismo o pratico il ciclismo?
    Grazie mille!
    Olga

    Risposta:
    Confermiamo la risposta qui data. Aggiungiamo che queste espressioni non richiedono l’articolo, secondo Marcello Sensini, se il verbo e il sostantivo sono strettamente correlati (“parlo italiano”) e quindi il verbo sarebbe monco senza quel sostantivo, ma lo richiedono in caso contrario (“capisco l’italiano”). Analogamente si dice “pratico il ciclismo”.

    Thumb up +6

  705. 705
    Julia scrive:

    Vi ringrazio per la pronta risposta!
    Ma certo… Continuerò a seguirvi!
    - Avrei un’altra domanda.
    Lo so che in italiano si dice “Sono guida turistica” o “È fotografo”. – Volevo chiedere, però, se fosse accettabile dire “Sono UNA guida turistica”, “È un fotografo”…
    Grazie per l’aiuto. :)

    Risposta:
    Per quanto riguarda l’articolo, è sempre consigliabile ascoltare gli italiani di media cultura e poi imparare: spesso l’uso dell’articolo dipende dalla regione di provenienza o dallo stile di chi parla. Entrambe le soluzioni indicate vanno ormai bene, ma sarebbe meglio usare l’articolo se dopo si aggiunge un qualche tipo di precisazione o specificazione (aggettivo, relativa ecc.): “è un fotografo di grande qualità; è un fotografo che lavora molto; è un fotografo bravissimo”.

    Thumb up +5

  706. 706
    Julia scrive:

    Ciao a tutti,

    prima di tutto vorrei dirvi che questo sito è assolutamente meraviglioso e vi ringrazio di cuore per il vostro aiuto.

    Ecco la mia domanda: Per quanto riguarda la lettera “w”, è più corretto dire “vu doppia/vi doppia” o “doppia vu/doppia vi”? O forse sono corrette tutt’e due le forme?

    Mille grazie.

    Risposta:
    Si dovrebbe privilegiare “vu doppia”, perché dicendo “doppia vu” si può pensare a vv, ma di fatto è accettata anche l’altra forma. “Vi” è più raro. Grazie dei complimenti, continua a seguirci!

    Thumb up +7

  707. 707
    GLORIA scrive:

    Ciao, sono molto contenta per la vostra pagina. Imparo molto, la mia domanda o dubbi è: parlo tutti i giorni con gente italiana, ma sempre quando devo scrivere qualcosa penso in spagnolo che e la mia lingua come faccio per fare una frase corretta? il resto di dubbi sono grammatica che con il tempo imparero.grazie

    Risposta:
    E’ normale: con il tempo, se vivi in Italia o se ci vai spesso, comincerai a pensare direttamente in italiano. Ed è naturale che quando scrivi pensi prima nella tua lingua madre: la scrittura comporta un maggiore livello di formalità e di precisione e siamo naturalmente portati a rifletterci di più. Anche la scrittura, con il tempo e con l’esercizio, ti verrà direttamente in italiano. Grazie anche per l’apprezzamento.

    Thumb up +7

  708. 708
    Homa scrive:

    Dove si usa “te lo riscaldo e te lo faccio riscaldare”

    Risposta:
    In cucina. Per esempio, arrivi tardi la sera e la mamma ti dice: “Ho cucinato l’arrosto. Te lo riscaldo”. Oppure: “Ho cucinato l’arrosto, adesso non posso riscaldarlo, te lo faccio riscaldare dal papà”.

    Thumb up +8

  709. 709
    lory scrive:

    vorrei sapere se è più corretto dire “mi trovi allo studio” oppure “mi trovi a studio” e perchè?

    Risposta:
    E’ corretto dire “mi trovi allo studio” (inteso come ufficio di un professionista), perché si presume che la persona parli di uno studio noto all’interlocutore, anche se costui non l’ha mai visto (ma sa che di studio ve n’è uno solo). In ogni caso, non è possibile dare sempre una spiegazione sull’uso di articoli e preposizioni articolate (si dice infatti “mi trovi in ufficio”) e molto dipende da fattori così complessi che la via migliore per imparare è la pratica con gli italiani.

    Thumb up +11

  710. 710
    valentina scrive:

    E’ corretto dire “che si guardassero anche in casa loro”?

    Risposta:
    La frase non è molto chiara e la sua correttezza dipende in gran parte dalla reggente. Facciamo un’ipotesi di frase scritta correttamente:
    “Sarebbe bene che guardassero anche in casa propria” (bisognerebbe che si occupassero anche dei propri problemi oltre che di quelli altrui).

    Thumb up +10

  711. 711
    Hans scrive:

    Ho letto una discussione così e volevo chiedere come si dice. Si dice “tosso” o “tossisco”? “Nutro” o “nutrisco”? Quale è la la differenza? Grazie molte!

    Risposta:
    Se si guarda la correttezza grammaticale si può affermare che sono entrambe grammaticalmente corrette. Ma in questo caso è fondamentale l’uso della lingua.
    Infatti “tosso” o “nutrisco” sono sentiti, dai madrelingua, come scorretti e molti professori, infatti, li segnano come errori.
    Per questo uno studente straniero dovrebbe imparare a dire “nutro”, “diverto”, “tossisco” ecc…
    Anche perché, ad esempio, se si guardasse solo alla grammatica non si potrebbe neppure dire “lui/lei” come soggetto.

    Thumb up +12

  712. 712
    Kader scrive:

    1) il buon’amico oppure il buon amico?
    2) il bell’amico oppure il bel amico?

    c’è una differenza tra questi?

    Risposta:
    1) buon amico
    2) bell’amico

    I due aggettivi si comportano come gli articoli determinativi e indeterminativi: un amico, l’amico

    Thumb up +14

  713. 713
    Kader scrive:

    si puo’ dire “la seria” oppure si usa solamente al plurale “le serie” ?

    Risposta:
    Singolare: la serie
    Plurale: le serie

    Thumb up +8

  714. 714
    teresa scrive:

    Nella frase,” se oggi lui ritrae e dice non è stata mia figlia ma io” il termine ritrae è totalmente errato in italiano o può essere usato al posto di ritrattare?
    E che differenza esiste tra i due termini se sono sinonimi di ritirare?

    Risposta:
    Ritare = tirare indietro
    Ritrattare = dichiarare che non si ha più l’opinione che si aveva prima
    Ritrarre = tirare indietro, ritirare, imitare con i colori l’immagine di qualcuno (fare un ritratto)

    Come si vede dalle definizioni del vocabolario, in questo caso “ritrae” appare scorretto perché manca l’oggetto: che cosa ritrae?
    La frase suonerebbe male anche con “ritirare”: se oggi lui ritirasse e dicesse… che cosa ritira?
    Inoltre il verbo ritrarre può generare confusione con l’altro significato “fare un ritratto”.

    Thumb up +8

  715. 715
    gianna scrive:

    Si dice lasagna o lasagne? Cos’è preferibile?
    Grazie Gianna

    Risposta:
    E’ preferibile “le lasagne”, al plurale quindi.

    Thumb up +12

  716. 716
    Cintia scrive:

    Vorrei sapere quando usare il verbo vedere e quando guardare e lo stesso con ascoltare e sentire!Mi potresti fare degli esempi? grazie mille!

    Risposta:
    Il verbo vedere vuol dire “cogliere, percepire con gli occhi” mentre guardare vuol dire “soffermarsi, osservare”. Quindi guardare indica un’intenzione, una volontà.
    Se io dico “non mi ha visto” vuol dire che l’altra persona non è stata in grado di vedermi, non aveva la possibilità.
    Se dico “non mi ha guardato” vuol dire che l’altra persona non voleva volgere lo sguardo su di me, non aveva la volontà.

    Lo stesso vale per sentire e ascoltare:
    Se io dico “non ti sento” vuol dire che non riesco a percepire i suoni della tua voce.
    Se dico “non ti ascolto” vuol dire che non voglio sentire.

    Fonte: Devoto-Oli

    Thumb up +34

  717. 717
    didi scrive:

    la differenza tra il palmo e la palma

    Risposta:
    Il palmo è la parte della mano interna dove cominciano le dita (es: palmo di mano). Era anche un’unità di misura che corrispondeva a 25 cm.

    Mentre la palma è una pianta tropicale (es: palma da cocco).
    Esiste anche palma della mano per intendere palmo.

    Le palme invece sono le membrane che si trovano tra le dita degli uccelli nuotatori, che sono per questo chiamati palmipedi.

    Thumb up +7

  718. 718
    fili scrive:

    qual e` la differenza tra per esempio e ad esempio?

    Risposta:
    Non c’è una grande differenza tra le due espressioni. Sarebbe più corretto per esempio ma sono accettate entrambe.

    Thumb up +15

  719. 719
    Lucia scrive:

    le mie domande sono 3:
    1 si dice cuociono o cuocciono? spesso leggendo su internet alcuni testi di cucina leggo entrambi i termini
    2 si può dire anche navigare in internet? o solo su internet?
    3 soddisfò invece di soddisfece fa ormai parte dell’italiano corrente?

    Risposta:
    1 Si dice cuociono, con una sola c.
    2 Si possono usare entrambe le espressioni.
    3 Soddisfò ancora non fa parte dell’italiano corrente.

    Thumb up +12

  720. 720
    Paola Baldassari scrive:

    Vorrei sapere la differenza tra preposizioni improprie e locuzioni preposizionali!

    Risposta:
    Le preposizioni improprie sono parole che hanno il valore primario di avverbi (in misura minore anche aggettivi e participi). Es.: “dopo”. 1) Ci vediamo dopo (avverbio). 2) Dopo il concerto andiamo a cena (preposizione).
    Le locuzioni preposizionali sono costrutti formati da più termini, come “insieme con”, “a causa di”, ecc.

    Fonte: Luca Serianni.

    Thumb up +8

  721. 721
    Pablo scrive:

    Nelle unioni “sopra+vento=sopravvento”,”a+cadere=accadere”ecc. si raddoppia(ra+doppia) l’iniziale delle 2ª parola. C’è qualche regola su questo argomento?
    Grazie.

    Risposta
    Il rafforzamento consonantico nelle parole con prefisso e nelle parole composte avviene essenzialmente per motivi eufonici, cioè per rendere più armonica la pronuncia della parola. E’ sempre bene controllare nel dizionario per avere conferma dell’esattezza del raddoppiamento (che in molti casi è un fenomeno orale e non grafico). Però possiamo dire che il rafforzamento consonantico avviene con: sopra-/sovra-/contro- (soprattutto, contraddire); /così (siffatto, cosiddetto); fra (frattanto); e/o/ (eppure, ossia, neppure); a/da/su (atterrare, dapprima, supporre); /più (lassù, piuccheperfetto). Ci sono anche casi di altri bisillabi e monosillabi (chicchessia, pressappoco, seppure). Però: caffelatte. Intra non richiede il rafforzamento.

    Fonte: Marcello Sensini

    Thumb up +18

  722. 722
    Marcelo scrive:

    Perché la domanda è “In che città abiti?” se la risposta è “Abito a…”?

    Risposta
    La preposizione “in” si utilizza davanti alla parola “città”, mentre la preposizione “a” si usa davanti ai nomi propri di città (“Abito a Forlì”). Infatti nella risposta potremmo dire: “Abito in una città cosmopolita”. Come si vede, in questo caso abbiamo usato “in”.

    Thumb up +21

  723. 723
    Pablo scrive:

    Cari amici: Mi potete risolvere un dubbio che ho? Su un sito ho visto scrito nel Pres. Indicativo del verbo piacere: “noi piacciamo o piaciamo” “loro piacciono o piaciono”.
    Con una sola “c” o con doppia “c”? Oppure, tutte e due le forme sono corrette?
    Vi ringrazio del vostro aiuto.
    Pablo

    Risposta
    Le forme con una “c” sono sbagliate. La grammatica di Serianni sostiene che nei secoli scorsi poteva capitare di trovare queste forme con una “c” in alcune voci dell’indicativo e del congiuntivo, ma oggi questa variante è da considerare errata. Anche l’Accademia della Crusca riconosce solo le forme con le doppie, pertanto la coniugazione corretta dell’indicativo presente è: io piaccio, tu piaci, lui piace, noi piacciamo, voi piacete, loro piacciono.

    Fonte: Accademia della Crusca, Luca Serianni.

    Thumb up +21

  724. 724
    Marcelo scrive:

    Per quanto riguarda le combinazioni dei pronomi, quando si deve usare i pronomi “lo/la/le/li” davanti a “si” e, invece, quando il pronome “si” va davanti a quelli.
    Grazie

    Risposta
    Il “si” va posto dopo il pronome diretto se il verbo è impersonale, prima se è della terza persona. Esempi:
    1. E’ bello il mare della Sardegna: lo si vede bene dalla scogliera.
    2. Quel ragazzo ha un brutto naso: se lo vede sempre allo specchio.

    Fonte: Accademia della Crusca.

    Thumb up +27

  725. 725
    parliamoitaliano scrive:

    Domanda (da Facebook):
    E’ vero che si puo’ dire “obiettivo” ed “obbiettivo”?

    Risposta:
    Diciamo che “obiettivo” è più vicino al latino. Comunque sono corrette entrambe le forme. Anche se una mia professoressa del liceo voleva la distinzione (tutta sua) tra “obiettivo”, che era riferito alla macchina fotografica, ed “obbiettivo…” nel significato di oggettivo.

    Fonte: Treccani.

    Thumb up +25

*

© 2010 Noi parliamo italiano | RSS - Entra - Registrati

Dal gestore di Evanzio e Nostripensieri

Powered by AlterVista