Qual è la differenza?

ladifferenzaimgCi sono PAROLE o FRASI simili, o che ci appaiono simili, che hanno sfumature diverse e che sono impossibili da trovare sui dizionari, perché il senso non dipende dalle singole parole ma dal loro complesso.
I dizionari sono descrittivi, quindi dicono come le parole sono state scritte finora e spesso non dicono come la lingua si sta evolvendo o qualche termine è meglio scegliere.

In questo spazio proviamo a fare un po’ di chiarezza.

» Vedi anche: Dizionari italiani online

2 commenti su “Qual è la differenza?

  1. teresa il said:

    Nella frase,” se oggi lui ritrae e dice non è stata mia figlia ma io” il termine ritrae è totalmente errato in italiano o può essere usato al posto di ritrattare?
    E che differenza esiste tra i due termini se sono sinonimi di ritirare?

    Risposta:
    Ritare = tirare indietro
    Ritrattare = dichiarare che non si ha più l’opinione che si aveva prima
    Ritrarre = tirare indietro, ritirare, imitare con i colori l’immagine di qualcuno (fare un ritratto)

    Come si vede dalle definizioni del vocabolario, in questo caso “ritrae” appare scorretto perché manca l’oggetto: che cosa ritrae?
    La frase suonerebbe male anche con “ritirare”: se oggi lui ritirasse e dicesse… che cosa ritira?
    Inoltre il verbo ritrarre può generare confusione con l’altro significato “fare un ritratto”.

  2. Cintia il said:

    Vorrei sapere quando usare il verbo vedere e quando guardare e lo stesso con ascoltare e sentire!Mi potresti fare degli esempi? grazie mille!

    Risposta:
    Il verbo vedere vuol dire “cogliere, percepire con gli occhi” mentre guardare vuol dire “soffermarsi, osservare”. Quindi guardare indica un’intenzione, una volontà.
    Se io dico “non mi ha visto” vuol dire che l’altra persona non è stata in grado di vedermi, non aveva la possibilità.
    Se dico “non mi ha guardato” vuol dire che l’altra persona non voleva volgere lo sguardo su di me, non aveva la volontà.

    Lo stesso vale per sentire e ascoltare:
    Se io dico “non ti sento” vuol dire che non riesco a percepire i suoni della tua voce.
    Se dico “non ti ascolto” vuol dire che non voglio sentire.

    Fonte: Devoto-Oli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*