Strage degli innocenti

Quest’opera di Duccio di Buoninsegna, conservata nel Museo dell’Opera del Duomo di Siena, è dell’inizio del XIV secolo e rappresenta l’episodio evangelico dell’uccisione dei bambini per ordine di Erode il Grande, che, avvisato della nascita del Messia, e temendo che il Cristo gli usurpasse il potere, per assicurarsi della sua morte non esitò a far morire tutti coloro che per età potessero essere Gesù. Oggi l’episodio è emblema dell’infanzia vittima della violenza degli adulti, in ogni luogo in cui sono presenti guerre, fame e povertà.

Duccio di Buoninsegna, Strage degli innocenti

Duccio di Buoninsegna, Strage degli innocenti

Max Fridman

Vittorio Giardino è un autore di fumetti che ha creato il personaggio di “Max Fridman”, un agente dei servizi segreti che opera nell’Europa del 1938. Attento ai dettagli, Giardino cura molto l’ambientazione, i paesaggi urbani e i vestiti dei suoi personaggi.

La storia di Erika

Roberto Innocenti ha illustrato con tavole molto coinvolgenti La storia di Erika (di Ruth Vander Zee), il racconto di una bambina che si salva dalla Shoah perché la madre la getta dal treno diretto al campo di sterminio. In questa immagine vediamo proprio la scena in cui Erika conquista la vita, il piccolo fagottino rosa in un mondo grigio e lugubre.