Verbi modali e gli ausiliari essere e avere

Cosa fanno i verbi modali (dovere, potere e volere) con il passato prossimo?

I verbi modali, o verbi servili, nei tempi composti prendolo l’ausiliare del verbo che segue.

es:

– andare al supermercato → andare ha l’ausiliare essere → sono dovuto andare al supermercato

– comprare i pantaloni → comprare ha l’ausiliare avere → non abbiamo potuto comprare i pantaloni

– venire alla festa → venire ha l’ausiliare essere → siete voluti venire alla festa

Con l’ausiliare essere il participio passato dei verbi modali segue  la persona che fa l’azione (singolar/plurale, maschile/femminile).

es:

– sono dovuto/a andare,

– sei potuto/a venire,

– è voluto/a partire,

– siamo dovuti/e tornare,

– siete potuti/e restare,

– sono voluti/e uscire

ATTENZIONE! Quando il verbo essere segue i verbi modali, l’ausiliare diventa avere:

es:

– ho vouto essere qui con te

– hai dovuto essere calma!

– non abbiamo potuto essere sinceri con te!

Con i verbi riflessivi abbiamo due possibilità:

 

– se il pronome è prima del verbo l’ausiliare è essere

es:

– svegliarsi → mi sono dovuto svegliare presto!

– lavarsi → mi sono voluto lavare subito dopo la partita di calcio.

– alzarsi → ci siamo potuti svegliare tardi.

 

– se il pronome è dopo il verbo l’ausiliare è avere

es:

– svegliarsi → ho dovuto svegliarmi presto!

– lavarsi → ho voluto lavarmi subito dopo la partita di calcio.

– alzarsi → abbiamo potuto alzarci tardi.

 





I commenti sono chiusi.