Santa Chiara

Santa ChiaraChiara Scifi nasce ad Assisi nel 1193 ed è figlia di un’importante famiglia dell’alta classe sociale. Il padre le aveva imposto il matrimonio ma lei la notte del 28 marzo 1211, a 18 anni, fugge e raggiunge San Francesco.
San Francesco la accoglie come penitente e le taglia i capelli, le dà una tunica e la manda in un monastero benedettino. In seguito Chiara va a vivere in una piccola costruzione vicino alla chiesa di San Damiano e qui viene raggiunta dalla madre, dalle due sorelle e da altre ragazze.
Da San Francesco ottiene la prima regola della sua vita religiosa: la povertà. Questa regola, insieme alla preghiera e alla contemplazione, viene difesa da Chiara in varie lettere e scritti.
Le monache vengono prima chiamate Povere Dame e poi prendono il nome di Clarisse, da Chiara.
La povera monaca passa la seconda metà della sua vita spesso a letto ammalata ma la leggenda dice che, grazie al suo intervento, l’esercito saraceno di Federico II non è riuscito ad entrare ad Assisi nel 1240.
Muore l’11 agosto del 1253 e due anni dopo è già proclamata santa dalla Chiesa.

I commenti sono chiusi.