Rugantino

Rugantino è la maschera di Roma. Rappresenta il giovane arrogante, spaccone, prepotente e pigro ma in fondo buono e generoso. Fortemente popolare è anche molto rapido con le parole ma codardo nei fatti.
Odoardo Zuccari scrive:

cor cappello a du’ pizzi, cor grugno lungo du’ parmi, co’ ‘na scucchia rivortata ‘nsù a uso de cucchiaro, co’ no’ spadone che nun ce la po’ quello der sor Radeschio, e co’ le cianche come l’Arco de Pantano, se presenta, Signori mia, Rugantino er duro, nato ‘nsto piccolo castelluccio e cresciuto a forza de sventole, perché ha avuto ‘gni sempre er vizio de rugà e d’arilevacce.

Reso celebre dalla commedia musicale che ha visto come protagonista Nino Manfredi, Rugantino, come diceva Giuseppe Gioacchino Belli è

personaggio rappresentante il romanesco. Il suo carattere è però quello della presunzione mista alla viltà, e ciò in fatto di contese che va sempre accattando

Rugantino

Rugantino





Comments are closed.