Ricordati di me

Città sotto la pioggia“Ricordati di me” è una canzone di Antonello Venditti del 1988. Il brano è uno dei più conosciuti del cantautore romano. Il testo della canzone racconta di un innamorato che ripensa alla sua amata e la invita a ricordarlo, a ricordare quel che c’è stato, perché il tempo vola via velocemente.


Ricordati di me, questa sera che non hai da fare,
e tutta la città è allagata da questo temporale,
e non c’è sesso e non c’è amore, né tenerezza nel mio cuore.
Capita anche a te di pensare che al di là del mare
vive una città dove gli uomini sanno già volare?
E non c’è sesso senza amore, nessun inganno nessun dolore,
e vola l’anima leggera.
Sarà quel che sarà, questa vita è solo un’autostrada,
che mi porterà alla fine di questa giornata,
e sono niente senza amore, sei tu il rimpianto e il mio dolore
che come il tempo mi consuma.
Lo sai o non lo sai, che per me sei sempre tu la sola?
Chiama quando vuoi, basta un gesto, forse una parola,
che non c’è sesso senza amore: è dura legge nel mio cuore,
ché sono un’anima ribelle!
Ricordati di me, della mia pelle, ricordati di te com’eri prima,
il tempo lentamente ti consuma.
Ma non c’è sesso e non c’è amore, né tenerezza nel tuo cuore
che raramente s’innamora.
Ricordati di me, quando ridi, quando sei da sola,
fidati di me, questa vita e questo tempo vola.





Precedente Sera di Liguria Successivo I verbi irregolari al presente