Quanto sei bella Roma

Canzone dedicata a Roma da Lando Fiorini.

Roma

Quanto sei bella Roma, quanto sei bella Roma a prima sera,
er Tevere te serve, er Tevere te serve da cintura.
San Pietro e er Campidojo da lettiera.
Quanto sei bella Roma, quanto sei bella Roma a prima sera.

Gira se la voi gira’, canta se la voi canta’.
Trastevere da quanno, Trastevere da quanno t’ho lasciato,
c’avevo in petto er core, c’avevo in petto er core e l’ho perduto.

dimmelo bello si l’hai ritrovato,

Trastevere da quanno, Trastevere da quanno t’ho lasciato.
Gira se la voi gira’, canta se la voi canta’.
De qua e de la dar fiume, de qua e de la dar fiume c’è ‘na stella,
e tu non poi guardalla, e tu non poi guardalla tanto brilla.

E questa e’ Roma mia, Roma mia bella,
de qua e de la dar fiume, de qua e de la dar fiume c’è ‘na stella.
Gira se la voi gira’, canta se la voi canta’.

Bella casetta mia, bella casetta mia trasteverina,
te gira intorno er fiume, te gira intorno er fiume e te incorona,
e tutta ‘n’arberata te se inchina,
bella casetta mia, bella casetta mia trasteverina.

Gira se la voi gira’, canta se la voi canta’.
Roma che la più bella, Roma che la più bella sei der monno,
io penso sto’ stornello, io penso sto’ stornello e te lo manno.
Tu me parli d’amore io t’arrisponno,

Roma che la più bella, Roma che la più bella sei der monno.
Gira se la voi gira’, canta se la voi canta’.





Precedente Aggettivi possessivi Successivo Certe notti