Quando nasce un amore

Bocciolo di rosaQuesta canzone del 1988 è stata presentata al Festival di Sanremo ed è ha avuto subito moltissimo successo. Scritta dall’autore dei “Matia bazar”, il testo parla delle meraviglie di un amore appena sbocciato e della felicità dell’innamoramento mentre la melodia è tipica sanremese. I toni qui non sono più aggressivi come nelle prime canzoni della Oxa, ma sono più smorzati e anche la voce si diviene meno acuta.

Quando nasce un amore

non è mai troppo tardi,
scende come un bagliore
è una stella che guardi,
e di stelle nel cuore
ce ne sono miliardi.
Quando nasce un amore
…un amore.
Ed è come un bambino
che ha bisogno di cure,
devi stargli vicino,
devi dargli calore,
preparargli il cammino, il terreno migliore.
Quando nasce un amore
…un amore.
E’ un’emozione nella gola,
da quando nasce a quando vola,
che cosa c’è di più celeste di un cielo
che ha vinto mille tempeste
che cosa c’è se adesso
sento queste cose per te.
Farò di te la mia estensione.
Farò di te il tempo della ragione.
Farò di più.
Farò tutte le cose che vuoi fare anche tu, sì, tu.
Ti fa bene, ti piace questa voglia di dare,
e ti senti capace, non ti vuoi più fermare
come un fiume alla foce
che si getta nel mare.
Quando nasce un amore
…un amore.
E’ l’universo che si svela,
quante parole in una sera.
Amore mio immenso e puro,
ci penso io a farti avere un futuro.
Amore che sta già chiedendo strada tutta per sé
Farò di te la mia estensione.
Farò di te il tempo della ragione.
Farò di più.
Farò tutte le cose che vuoi fare anche tu.
… quando nasce un amore,
un amore.





Precedente Come è profondo il mare Successivo L'inverno