Nostalgia

NostalgiaNostalgia viene dal greco nostos ‘ritorno’ e algos ‘dolore’. Anche se la sua origine è il greco, la parola è molto recente e soprattutto non nasce in Grecia.
Nostalgia fu coniata dal alsaziano di Mulhouse, Johannes Hofer; l’occasione fu la discussione della sua tesi di laurea, sostenuta a Basilea nel 1688, per diventare medico; l’argomento era la malattia che coglieva, a volte anche frequentemente, gli svizzeri durante il loro servizio militare in eserciti stranieri. Solo verso la fine dell’800 la parola venne utilizzata fuori dall’uso medico.
In seguito, inoltre, l’uso medico diminuì, così come l’intenzione di identificare nostalgia con quel malessere legato al ritorno a paesi lontani.
Il termine nostalgia prese ad indicare il rimpianto, il ricordo e la speranza di tornare in luoghi, in tempi e da persone che ormai appartengono al passato.
Seppur con un inizio recente la parola nostalgia ha avuto uno sviluppo e una grande diffusione, quasi però conservando la sua derivazione dal greco, e il suo dolore per il mancato ritorno.






Donare è una forma di amare. Se ti piace il nostro lavoro, considera la possibilità di fare una piccola donazione.

I commenti sono chiusi.