Margherita Dolcevita

“Margherita Dolcevita” è un romanzo di Stefano Benni, pubblicato dalla casa editrice Feltrinelli nel 2005. Il libro racconta la storia di Margherita, una ragazzina grassottella con un cuore grande e un po’ difettoso. La storia sembra quasi una favola dei giorni d’oggi e come tutte le favole il lieto fine non è scontato.
Stefano Benni ci conduce, da grande narratore qual è, in questo mondo magico e terribile che è poi il nostro stesso mondo.

Livello di lingua necessaria per leggerlo: B2

Margherita Dolcevita

Inizio del libro:

Sono andata a letto e le stelle non c’erano più. Ho pulito per bene il vetro della finestra, ma niente da fare. Erano sparite. Era sparita Sirio e Venere e Carmilla e Altazor. E anche Mab e Zelda e Bacbuc e Dandelion e la costellazione del Tacchino e la Croce di Lennon.

Non ditemi che alcune di queste stelle non esistono. Sono i nomi che gli ho dato io. Infatti rivendico il diritto di ognuno, specialmente delle fanciulle fantasiose come me, a chiamare le cose non soltanto con il nome del vocabolario, ma anche quello del vocabolario, cioè con un nome inventato e scelto. In fondo tutti lo fanno. I miei genitori mi hanno chiamato Margherita, ma io amo essere chiamata Maga o Maghetta. I miei compagni di scuola, ironizzando sul fatto che non sono proprio snella, a volte mi chiamano Megarita; mio nonno, che è un po’ arteriosclerotico, mi chiama Margheritina, ma a volte anche Mariella, Marisella oppure Venusta, che era sua sorella. Ma soprattutto, quando sono allegra mi chiama Margherita Dolcevita.





Comments are closed.