Lessico – Il Salone Internazionale del Libro di Torino

Scegli i sostantivi adatti.

L’appuntamento con il Salone Internazionale del Libro si rinnova ogni a maggio al Lingotto di Torino: il celebre Fiat con la rampa elicoidale e la pista sul , disegnato fra il 1915 e il 1922 da Giacomo Mattè Trucco, ammirato da Le Corbusier e dal 1985 trasformato da Renzo Piano in espositivo e commerciale.

I padiglioni di Lingotto Fiere compreso dal 2011 l'Oval, la grande nata per ospitare la gare di pattinaggio di velocità ai Giochi Olimpici di Torino 2006. Ottantamila metri quadri di , 27 sale convegni, oltre 300.000 visitatori, 1.500 editori, più di 1.300 incontri e dibattiti, 2.000 ospiti, 2.500 giornalisti e operatori media accreditati nei cinque d'apertura. Questi i numeri che fanno del Salone la prima manifestazione in Italia dedicata all'editoria, alla e alla cultura e fra le prime d'Europa. [...]

Il Salone è in primo luogo la più grande libreria d’Italia. Uno sterminato nel quale il grande pubblico può fare scoperte sorprendenti, incontrare i titoli più belli e curiosi, i introvabili e le ultime novità. Una vetrina dove gli editori piccoli e medi hanno la stessa visibilità dei big player e dove anche l’editoria locale può farsi conoscere oltre i confini del proprio territorio.

Il Salone è al tempo stesso un vivace festival internazionale della cultura, un appuntamento irrinunciabile che richiama da tutta Italia. Oltre mille convegni, presentazioni, appuntamenti, dibattiti, spettacoli con più di 2.000 autori, relatori e ospiti: Nobel, scrittori, scienziati, filosofi, storici, giornalisti, artisti. Le più lucide intelligenze del contemporaneo, i grandi interrogativi per comprendere le della società in cui viviamo. Un confronto condotto sempre nello spirito del rispetto e del dialogo fra le e le idee degli altri.

(da www.salonelibro.it)





I commenti sono chiusi.