Lessico – Il carnevale di Putignano in bicicletta

Scegli i sostantivi adatti tra quelli proposti.

Per la prima volta a Putignano alla tradizionale dei trattori si sostituisce quella sostenibile delle biciclette. E' il simbolo che irrompe alla della sfilata con due carri trainati da biciclette. Ma c’è di più, anche gli elementi dei carri si animeranno grazie a manovelle ricavate da vecchie biciclette, così come anche l’ per illuminare le maschere.

Dopo il primo ecoconcerto a pedali, che ha visto la Puglia in prima fra le regioni italiane nella settimana europea della mobilità, la regione continua a investire sulla costruzione di una diversa per vincere la sfida della sostenibilità. Spesso, infatti, le maggiori resistenze arrivano proprio dal mito dell’ incardinato nell’immaginario collettivo e dalla barriera culturale che rende incapaci di scegliere stili di vita alternativi, a partire dagli spostamenti.

I carri allora rappresentano un invito al cambiamento, trasmettono un’ di libertà che parte da gesti concreti e quotidiani per immaginare una mobilità rispettosa dell’ambiente. Un modo per anticipare creativamente il futuro. Il Carnevale come celebrazione di questo impegno quotidiano per migliorare la della vita nelle nostre città.

Per questo non ci saranno solo spettatori. Quanti vorranno potranno testimoniare il loro impegno nel cambiamento giocando e partecipando alla . Saranno, infatti, attive 4 postazioni di bike sharing con 10 bici ciascuna mascherate anch’esse da cavalli e potranno essere prese a noleggio durante le giornate delle sfilate.
All’interno della parata si mobiliteranno anche le associazioni che in Puglia sono impegnate sul tema della sostenibile, animando la parata con singolari travestimenti delle biciclette.

Il progetto è realizzato nell’ambito del programma “CreAttivaMente” dell’assessorato alla mobilità della Regione Puglia. I carri e tutto il gioco della sono stati ideati da Post per l’Assessorato alla Cultura del Comune di Putignano con il coordinamento di Vittorio Palumbo, prodotti dai maestri cartapestai e dai creativi del Carnevale: Francesco Lippolis, Massimiliano Rossi dell'associazione Work in progress, Nicola Genco artista e storico cartapestaio e dalla Colaprico. Le biciclette sono state messe a disposizione dalla ditta Longo e le luminarie da Faniuolo.

(da www.carnevalediputignano.it)






I commenti sono chiusi.