La mascotte Lapo

Coniuga i verbi tra parentesi.

Era un sabato di luglio del 2007 quando mamma Alfa (dare - passato prossimo) alla luce LAPO, un cucciolo maschio di delfino lungo 80 cm e di circa 12 kg di peso. Il piccolo LAPO, agile e sveglio, in poco tempo (attaccarsi) alle mammelle della mamma con grande voracità ed (iniziare) a seguirla per imparare da lei a scoprire l'ambiente che lo (circondare - presente) . Piano piano (iniziare) anche i contatti e le interazioni con i suoi fratelli maggiori, in un’atmosfera di vivacità, scompiglio ed allegria che solo un cucciolo (sapere) creare. Per il suo battesimo (organizzare) una festa in grande stile: una cerimonia di accoglienza che (avere) come ospite e padrino il Comandante Enrico Castioni della Capitaneria di Porto di Rimini.

Alfa e Lapo (monitorare) durante tutta la gestazione, il parto e la nascita, 24 ore su 24, dallo staff del Delfinario di Rimini, coordinato dalla responsabile delle addestratrici Carlotta Severi e da un'equipe di biologi facenti capo alla Dott.ssa Raffaella Tizzi. La nascita di un piccolo di delfino (essere) un evento coinvolgente e d’emozione ma (essere) anche un utile spunto per avviare importanti studi sui neonati e sul loro sviluppo.
Oggi Lapo (crescere) ma (essere) ancora la nostra mascotte e vi (aspettare) con la sua famiglia per un incontro ricco di divertimento!

(da www.delfinariorimini.it)





Comments are closed.