Il buffone del re

BuffoneUn re aveva al suo servizio un buffone di corte che gli riempiva le giornate di battute e scherzi.
Un giorno, il re affidò al buffone il suo scettro dicendogli: “Tienilo tu, finché non troverai qualcuno più stupido di te: allora potrai regalarlo a lui”.
Qualche anno dopo, il re si ammalò gravemente. Sentendo avvicinarsi la morte, chiamò il buffone, a cui in fondo si era affezionato, e gli disse:
“Parto per un lungo viaggio”.
“Quando tornerai? Fra un mese?”
“No”, rispose il re, “non tornerò mai più”.
“E quali preparativi hai fatto per questa spedizione?”, chiese il buffone.
“Nessuno!” Fu la triste risposta.
“Tu parti per sempre”, disse il buffone, “e non ti sei preparato per niente? To’, prendi lo scettro: ho trovato uno più stupido di me!”.

Sono tanti quelli che non si preparano alla grande partenza. Per questo quel momento si riveste di penosa angoscia. “State svegli dunque, perché non sapete né il giorno né l” ora”, dice Gesù (Vangelo di Matteo 25,13).





I commenti sono chiusi.