Glossario: il teatro

Maschere di teatro

Il glossario è una raccolta di parole poco comuni, riferite ad un ambito particolare, con la propria definizione.
Il teatro è un mondo particolare con termini specifici e questa breve raccolta cerca di illustrarcelo semplicemente.

Anteprima: prova generale effettuata alla presenza di un pubblico di invitati.

Ballatoio: corridoio che si trova sopra la scena, su uno o entrambi i lati del palcoscenico. Dal ballatoio vengono sollevati e cambiati i fondali.

Boccascena: parte del teatro che incornicia il palcoscenico. Spesso realizzato con un tendaggio. Ai lati ci sono le quinte di scena.

Cabina: luogo dove sono installati i comandi e gli apparecchi per gli effetti di luce.

Camerino: stanzino riservato agli attori per truccarsi e cambiarsi. Di solito non è lontano dalle quinte.

Canovaccio: elementi di base di una trama di un’opera teatrale. Questi elementi determinano lo svolgimento generale senza entrare nei dettagli delle scene.

Capo macchinista:  macchinista che dirige gli macchinisti.

Chiamata di scena: segnale dato dal direttore di scena agli attori per iniziare lo spettacolo.

Compagnia (teatrale, di danza ecc..): gruppo di professionisti che si unisce per dar vita ad uno o più spettacoli.

Copione: blocco di fogli dove è scritto tutto quel che serve al funzionamento dello spettacolo: dialoghi, modi di interpretarli, entrate ed uscite di scena, cambi di scenografia ecc…

Costumista: l’ideatore e disegnatore dei costumi di scena che cura anche la loro realizzazione.

Declivio: è la pendenza del pavimento del palcoscenico. Il pavimento è sempre inclinato verso il pubblico, per migliorarne la visione.

Direttore di scena: responsabile di tutto quel che succede nell’esecuzione dello spettacolo.

Direttore del palcoscenico: responsabile del palcoscenico, anche dal punto di vista tecnico.

Disegnatore luci: disegna e coordina la sistemazioni delle luci durante lo spettacolo.

Fondale: fondo dello scenario che delimita la parte del palcoscenico che lo spettatore vede. Gli attori si muovono dietro il fondale per spostarsi da una parte all’altra quando non sono sul palco.

Golfo mistico, buca dell’orchestra o fossa: luogo dove si trova l’orchestra. Il golfo mistico si trova tra il palco e la sala, spesso ad un livello inferiore del pavimento.

Loggione o balconate: posti nella parte più alta del teatro e la più sacrificata dal punto di vista visivo.

Macchinista: tecnico che cura il montaggio delle scene e il loro funzionamento.

Platea: parte del teatro dove si trova il pubblico.

Palcoscenico: parte del teatro dove si svolge lo spettacolo. Solo attori e macchinisti possono salirci.

Proscenio o ribalta: parte del palcoscenico che si trova davanti al boccascena e che rimane visibile anche con il sipario chiuso.

Prova: simulazione dello spettacolo fatta senza pubblico.

Prova costumi: momento in cui si si indossano i costumi di scena prima di realizzare uno spettacolo, per vedere il risultato anche con l’effetto delle luci e con i movimenti.
Prova generale: ultima simulazione della rappresentazione, fatta in modo completo, prima dello spettacolo vero e proprio.

Quinta di scena: sono pannelli, spesso di stoffa, che evitano che il pubblico veda cosa succede dietro. Dietro le quinte gli attori si preparano per entrare in scena.

Regista: cura la messa in scena dello spettacolo dal punta di vista estetico e tecnico.

Retropalco: parte del palcoscenico che è nascosta al pubblico e che si trova dietro alle quinte e dietro al fondale.

Sarta di scena: realizza e cura gli abiti di scena e aiuta gli attori nel loro cambio.

Scena: parte in cui è diviso lo spettacolo ed è caratterizzata dall’entrata o uscita di alcuni personaggi o dal cambiamento di luogo o di tempo scenico.

Scenario: insieme delle strutture sceniche dove si svolge lo spettacolo.

Scenografo: ideatore e disegnatore dello scenario.

Siparietto: sipario più leggero usato per i cambiamenti di scena. Oggi indica anche una breve scena recitata sul proscenio.

Sipario: tenda pesante che divide la sala dal palcoscenico.

Siparista: responsabile del sipario.

Suggeritore o gobbo: persona che segue lo spettacolo in un posto nascosto agli occhi del pubblico, di solito al centro della ribalta. Questo posto è chiamato buco del suggeritore e ha una forma di gobba. Il suggeritore è pronto ad intervenire per aiutare gli attori con le battute.

Vedi anche:
Glossario: l’Opera
Il teatro
L’opera
La struttura del teatro





Comments are closed.