Gianna Beretta Molla

Gianna Beretta è nata a Magenta, vicino a Milano, nel 1922. Ha compiuto studi medici ed è diventata pediatra. Come molti medici, ha vissuto la sua professione come una missione. Diceva sempre: «Chi tocca il corpo di un paziente tocca il corpo di Cristo». Sposata con Pietro Molla, ha avuto con lui tre bambini. Nel 1961 era in attesa del quarto figlio, ma al secondo mese di gravidanza è stata colpita da un tumore all’utero. «Se dovete decidere fra me e il bimbo, nessuna esitazione: scegliete – e lo esigo – il bimbo. Salvate lui». Così la sua famiglia ha rispettato la sua volontà, una scelta ancor più consapevole essendo lei stessa medico e conoscendo il destino di chi rifiuta le cure. Nell’aprile 1962 è infine nata Gianna Emanuela e, dopo un’agonia di sette giorni, il 28 aprile, Gianna Beretta Molla è morta all’età di 39 anni, abbracciando un crocefisso.

Nel 1973, Paolo VI ha paragonato la scelta di Gianna al Calvario di Cristo. Nel 1994 Giovanni Paolo II l’ha beatificata, nell’Anno internazionale della Famiglia, e nel 2004 l’ha proclamata santa, rendendo così omaggio a tutte le mamme del mondo che ogni giorno si sacrificano, pronte a donare anche la loro stessa vita, per i propri figli.

I commenti sono chiusi.