Expo

ExpoExpo è l’abbreviazione di Expositions universelles, cioè esposizione universale. E’ una fiera mondiale che si svolge ogni cinque anni, può durare al massimo sei mesi, prevede la costruzione di padiglioni da parte dei paesi partecipanti e tratta un tema generale.
Per ospitare l’expo, l’ufficio internazionale delle esposizioni (in lingua francese, Bureau of International Expositions, abbreviato in BIE) raccoglie le candidature delle varie città e, quando queste sono sostenibili, le mette a votazione all’assemblea generale.
Milano, dopo aver già ospitato l’expo del 1906, ospita l’expo 2015 con un tema particolare. Il titolo della manifestazione, infatti, è: Nutrire il pianeta, energia per la vita. Quindi si tratta di mostrare come riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. Il tema è quindi l’alimentazione in tutte le sue forme, dalle tecnologie, alla distribuzione, alla mancanza di cibo, allo spreco, ed è la prima volta che questo tema venga trattato con questa portata.
L’expo di Milano coinvolge più di 140 Paesi e organizzazioni su una superficie espositiva di oltre il milione di metri quadrati e i visitatori attesi sono oltre i 20 milioni.
Ogni paese interpreta e affronta il tema con la propria sensibilità.
Questa occasione irripetibile è accompagnata in Italia da altri eventi, dibattiti e mostre sull’alimentazione, dall’antichità ai giorni d’oggi.
Così come l’Italia ha contribuito all’alimentazione con la sua cucina, allo stesso modo cerca di sfruttare questo momento per parlare in modo più completo di alimentazione. Mangiare sano, mangiare con gusto e mangiare per tutti. Si tratta veramente di nutrire il pianeta e con questo ridargli l’energia per vivere.

Albero della vita

Il simbolo principale dell’esposizione è l’albero della vita, una costruzione alta 37 metri, con un intreccio di legno e acciaio, che si trova al centro di lago. L’albero della vita è citato nella Bibbia come l’albero da cui veniva la vita eterna, un albero che viene proibito ad Adamo ed Eva una volta cacciati dal Paradiso.
Il disegno è stato fatto da Marco Balich, seguendo quello che Michelangelo ha utilizzato per la piazza del Campidoglio a Roma.
Un albero che affonda le radici nella tradizione e si slancia verso il futuro.

Vedi anche:
Sito expo 2015
Padiglione Italia

I commenti sono chiusi.