Amore oggi il tuo nome

Amore oggi il tuo nome
al mio labbro è sfuggito
come al piede l’ultimo gradino…
Ora è sparsa l’acqua della vita
e tutta la lunga scala
è da ricominciare.
T’ho barattato, amore, con parole
buio miele che odori
dentro i diafani vasi
sotto mille e seicento anni di lava.
Ti riconoscerò dall’immortale Silenzio.

di Cristina Campo





Precedente Già – ancora – appena Successivo Pronomi diretti e indiretti