Amerigo Vespucci

Nato a Firenze nel 1454, Amerigo Vespucci si trasferì prima in Francia e, poi, nel 1490, in Spagna. A Siviglia lavorò nella banca fiorentina dei Bardi e forse conobbe Cristoforo Colombo.

Vespucci, terziario francescano, fu il primo a intuire che il navigatore genovese avesse scoperto un nuovo continente: nei suoi 4 viaggi disegnò mappe e descrisse i luoghi esplorati, avendo così conferma che le terre occidentali non erano l’Asia ma un continente sconosciuto agli europei.

La popolarità dei suoi scritti fu tale (nel 1508 fu nominato dalla Spagna “Piloto Mayor”), che non passarono molti anni perché il nuovo continente fosse chiamato “America” da Martin Waldseemüller, religioso e cartografo, in onore proprio di Vespucci: fu infatti scelto il genere femminile (come nel caso degli altri continenti: Europa, Asia, Africa) del nome latino di Amerigo, Americus.

I commenti sono chiusi.